Guinness PRO12 Zebre

Aironi sconfitti a Newport

Sul campo dove l’anno scorso giocarono una delle peggiori partite della stagione, gli Aironi escono ancora con l’amaro in bocca ma questa volta per non essere riusciti a strappare almeno il punto di bonus difensivo. Una grande prova di maturità, comunque, quella di capitan Santamaria e compagni. In difficoltà ad inizio partita, sotto 13-0 e in inferiorità numerica per il giallo a Nick Williams al 30’ del primo tempo, gli Aironi hanno saputo reagire, sistemandosi in difesa e trovando nel gioco al piede e nella touche ancora molto ben interpretata da Biagi e Furno le armi per risalire il campo. Pian piano la squadra di Phillips ha recuperato lo svantaggio. La meta di Furno poco dopo la metà del secondo tempo ha dato addirittura ad Olivier la possibilità del pareggio. Il tentativo di trasformazione da posizione angolata non ha però centrato i pali. Alla ripresa del gioco i Dragons si sono riportati in avanti e la meta di Coombs trasformata da Tovey (4/4 per l’apertura gallese) ha chiuso i giochi. La punizione di Olivier per il 20-13 sembrava aver dato agli Aironi almeno il meritato punto di bonus, ma nel finale Matthew Jones ha centrato i pali da quasi metà campo togliendo agli Aironi quello che sarebbe stato un giusto premio. Molto buono il debutto di Sinoti Sinoti, decisivo con la sua velocità e i suoi cambi di passo per risalire il campo ma anche in difesa, con un recupero decisivo per fermare con una francesina Pewtner lanciato in meta.

PRIMO TEMPO
Prima del calcio d’inizio, le squadre osservano un minuto di silenzio in memoria dei quattro minatori gallesi rimasti uccisi ieri nel crollo della miniera in cui stavano lavorando.
Primi minuti di gioco con Newport nella metà campo degli Aironi e al 3’ i padroni di casa rinunciano ad un calcio angolato dai 22 per andare in touche. Dalla rimessa laterale ai 5 metri gli Aironi difendono per diverse fasi, ma alla fine Tovey pesca al largo Riley, che sfrutta la superiorità numerica per andare a segnare. Tovey trasforma e dopo 5’ i Dragons sono avanti 7-0. All’11’ un pallone perso in avanti dallo stesso Riley e poi rigiocato sul vantaggio dagli Aironi con un calcetto di Olivier costringe i Dragons a rifugiarsi in touche ben dentro i propri 22. Dalla rimessa gli Aironi organizzano una maul che crolla proprio sulla linea di meta. Colgan chiede l’aiuto del Tmo, poi ordina una mischia ai 5 metri a favore degli Aironi. L’occasione sfuma però sul pallone tenuto a terra da Viljoen. Un fallo fischiato in difesa ad Aguero al 19’ costa invece una punizione centrale che Tovey trasforma agevolmente per il 10-0 dei padroni di casa. Subito dopo un up and under calciato e ottimamente recuperato da Trevisan riporta in attacco gli Aironi, Willis non rotola via dal punto d’incontro e concede una punizione appena fuori dai 22. La reazione di Viljoen fa però sì che Colgan inverta la punizione permettendo ai Dragons di allontanare l’ovale. Al 28’ è un placcaggio di Sinoti Sinoti e Gabriel Pizarro a far perdere l’ovale a Pewtner nei pressi della linea di meta. I Dragons continuano però a premere e alla mezz’ora Nick Williams viene punito con il cartellino giallo dal direttore di gara irlandese. Tovey non sbaglia ancora da posizione centrale e così Newport allunga sul 13-0. Gli Aironi provano a reagire e i calci dal box di Tebaldi trovano sguarnita in un paio di occasioni la retroguardia gallese. Proprio da un calcetto a seguire – questa volta di Pizarro – e grazie alla pressione di Sinoti e Furno, gli Aironi conquistano una mischia a dieci metri dalla linea di meta al 35’. In mischia ordinata Santamaria e compagni guadagnano un nuovo calcio di punizione che Olivier trasforma per i primi punti italiani della serata. Il 13-3 è anche il risultato con cui si va al riposo.

SECONDO TEMPO
A inizio ripresa si ristabilisce la parità numerica con il rientro in campo di Williams, mentre Newport cambia il mediano di mischia con Bedford che prende il posto di Wayne Evans. Da un pallone rubato in ruck a metà campo dopo pochi minuti, gli Aironi costruiscono un’ottima azione alla mano che li porta ai 5 metri. Il passaggio di Tebaldi è però troppo basso per Williams che non riesce a tenerlo in mano. Ne approfitta Pewtner, che raccoglie l’ovale e si invola in solitaria verso la meta. Decisivo per salvare gli Aironi è però il recupero di Sinoti Sinoti, che con una francesina ferma lo sprint del trequarti gallese. Sul proseguo dell’azione è Tebaldi ad anticipare Tovey in area di meta per annullare l’azione dei Dragons e ridare il possesso agli Aironi. I quali ne approfittano subito vincendo una touche nei 22 e poi forzando il fuorigioco della linea gallese per dare a Olivier il facile piazzato del 13-6 dopo 8 minuti. Al 23’ gli Aironi vanno ancora a segno. Tebaldi gioca il vantaggio dai 22 aprendo prima per Aguero e poi per Staibano che entra a tutta velocità. Punto d’incontro a un paio di metri dalla linea di meta e pallone che esce ancora velocemente verso Furno che va a schiacciare. Da posizione angolata Olivier non trova la trasformazione, così i Dragons rimangono avanti 13-11. I padroni di casa fiutano il pericolo e reagiscono subito. Lunga azione dentro i 22 degli Aironi, che difendono bene ma poi capitolano sul movimento al largo di Coombs che va a segnare. Da posizione angolata Tovey trasforma nuovamente per il 20-10 al 28’. Gli Aironi tornano subito a distanza di break perché Olivier trasforma una punizione da oltre 40 metri: 20-13. Al 35’ è però Matthew Jones a centrare i pali da quasi metà campo cambiando ancora il risultato e riportando i Dragons a distanza di sicurezza sul 23-13. Al 37’ fa il suo debutto con gli Aironi Tyson Keats al posto di Tebaldi; in contemporanea entra anche Benettin al posto di Sinoti, con Olivier che si sposta centro e Gilberto Pavan all’ala. Nei minuti finali sono però i padroni di casa a mantenere il possesso, impedendo così agli Aironi di cercare almeno quella punizione che avrebbe potuto valere il punto di bonus difensivo.

DRAGONS – AIRONI 23-13

Dragons: M. Thomas; Hughes, Riley (p.t. 26’ Pewtner), Leach, Poole (s.t. 17’ M. Jones); Tovey, W. Evans (s.t. 1’ Bedford); Coombs, G. Thomas, L. Evans (s.t. 28’ Waters); Sidoli, A. Jones; Way, Willis, Price (s.t. 38’ N. Williams). All. Evans.

Aironi: Trevisan; Sinoti (s.t. 37’ Benettin), G. Pavan, Pizarro, Venditti (s.t. 15’ R. Pavan); Olivier, Tebaldi (s.t. 37’ Keats); Williams, Cattina (s.t. 31’ Sole), Viljoen (s.t. 11’ Favaro); Biagi, Furno; Staibano (s.t. 30’ Romano), Santamaria, Aguero. All. Phillips.

Marcatori: P.t. 5’ m. Riley tr. Tovey (7-0), 19’ c.p. Tovey (10-0), 30’ c.p. Tovey (13-0), 37’ c.p. Olivier (13-3); S.t. 8’ c.p. Olivier (13-6), 23’ m. Furno (13-11), 28’ m. Coombs tr. Tovey (20-10), 31’ c.p. Olivier (20-13), 35’ c.p. M. Jones (23-13).

Arbitro: Colgan (Ire)

Note – P.t.: 23-13. Gialli: p.t. 30’ Williams. Calci: Tovey 4/4 (10 punti), M. Jones 1/1 (3 punti), Olivier 3/4 (9 punti). Punti in classifica: Dragons 4, Aironi 0.

Dal sito web degli Aironi.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi