Guinness PRO12 Zebre

Anche gli Aironi perdono la prima

Inizia con una sconfitta il campionato degli Aironi, ma il 32-9 finale sotto la pioggia torrenziale del Parc y Scarlets è un risultato piuttosto bugiardo. Gli Aironi, infatti, sono stati in vantaggio per quasi tutto il primo tempo prima di subire il sorpasso nel finale di frazione per via del piede infallibile di Dan Newton (6 su 6 alla fine). L’avvio di ripresa ha mostrato comunque ancora Aironi alla pari dei gallesi (dati come terzi favoriti per la vittoria finale dai bookmaker) e capaci di portarsi subito nella metà campo avversaria per trovare il pareggio ancora con i calci di Naas Olivier. La partita è girata al 10’ della ripresa, quando con gli Aironi ancora in avanti alla ricerca questa volta del vantaggio, una combinazione non riuscita tra Olivier e Pizarro nella metà campo offensiva ha consentito agli Scarlets di ribaltare il campo e anche l’inerzia della partita grazie alla meta di Rhys Thomas. Da quel momento i gallesi hanno preso in mano la partita mantenendo una pressoché costante supremazia territoriale. La difesa degli Aironi ha retto a lungo, pur concedendo qualche punizione con cui Newton ha via via aumentato il distacco nel punteggio. A mettere la parola fine è arrivata a cinque minuti dal termine la seconda meta gallese, marcata da Fenby. Sabato prossimo gli Aironi ripartiranno da questi primi 50 minuti per provare a trovare subito il primo successo nel match casalingo contro Ulster allo Zaffanella (calcio d’inizio alle ore 15).

PRIMO TEMPO
Il primo pallone giocabile è degli Aironi. Da una mischia a centrocampo, Olivier prova col piede a pescare lo scatto di Riccardo Pavan all’ala con la difesa degli Scarlets scoperta, ma l’ovale scivola via veloce sul terreno viscido per l’abbondante pioggia. Sempre gli Aironi sono i primi ad andare per i pali. Al 7’ infatti la mischia chiusa conquista una punizione sulla linea dei dieci metri. Da posizione defilata sulla sinistra Olivier centra i pali per il vantaggio della franchigia. Altra occasione d’oro al 13’, quando Aled Thomas non trattiene il pallone a una decina di metri dall’area di meta gallese. Questa volta però è la mischia chiusa degli Scarlets ad avere la meglio e a recuperare il possesso. Una situazione che si ribalta al 16’, quando è Trevisan a lasciarsi sfuggire il calcetto di Newton. Dalla mischia, gli Scarlets organizzano una lunga serie di raccoglie e vai, che però la difesa degli Aironi difende allontanando poi in touche proprio con Trevisan. Emyr Phillips sbaglia il lancio della touche e dall’intercetto di Nick Williams gli Aironi fanno partire un rapido contrattacco che si conclude però all’ingresso dei 22 per un passaggio in avanti. Al 22’ gli Scarlets pareggiano con Newton che centra i pali da posizione comoda (fuorigioco di Redolfini): 3-3. Un pareggio che dura comunque poco, perché gli Aironi tornano subito nella metà campo avversaria e al 26’ tornano avanti con un nuovo calcio piazzato di Olivier: 3-6. Al 31’ un nuovo fuorigioco degli Aironi dà a Newton un nuovo calcio facile da posizione centrale che l’apertura gallese non sbaglia per il 6-6. Newton si ripete ancora da posizione centrale al 35’ (9-6) quando l’arbitro scozzese McMenemy punisce anche con il cartellino giallo Tebaldi. Olivier prova a riequilibrare la situazione allo scoccare del 40’ ma la punizione da metà campo dell’apertura sudafricana si spegne prima di raggiungere l’acca.

SECONDO TEMPO
Anche al 3’ della ripresa Olivier riprova la via dei pali da quasi metà campo ma senza successo. Sono comunque Santamaria e compagni a mettere pressione agli avversari. Tanto che al 6’ McMenemy coglie ancora in fallo la difesa gallese. Questa volta da posizione decisamente più semplice Olivier non sbaglia e fa 9-9. Gli Aironi continuano a premere, ma su un incrocio non riuscito tra Pizarro e Olivier gli Scarlets recuperano l’ovale e ribaltano il campo con la sgroppata di Morgan. Dopo diverse fasi è Rhys Thomas a farsi trovare libero per andare a schiacciare alla bandierina. Newton trasforma e al 10’ gli Scarlets vanno avanti 16-9. Una volta in vantaggio, i padroni di casa continuano a premere. La difesa degli Aironi va in difficoltà ma tiene e il secondo pallone rubato in ruck da Nick Williams sembra allontanare la minaccia. Gli Aironi inseriscono anche forze fresche, tra cui Frans Viljoen che entra al posto di Cattina in terza linea dove è già presente proprio Williams. La mossa è comunque consentita da un accordo tra gli Aironi e la Fir per il periodo della Coppa del Mondo. La partita in questo frangente continuano però a farla gli Scarlets. Al 22’ Newton aggiunge altri tre punti dalla piazzola portando i padroni di casa a più 10: 19-9. Ancora l’apertura degli Scarlets centra i pali alla mezz’ora per il 22-9. Cinque minuti più tardi gli Scarlets chiudono definitivamente la partita. Il calcetto di Newton costringe Trevisan a rincorrere l’ovale fino a una decina di metri dalla linea di meta; la linea dei gallesi sale velocemente e blocca l’estremo degli Aironi, a cui Fenby strappa l’ovale di mano per andarlo a schiacciare in meta. Newton continua a non sbagliare e porta il risultato sul 29-9. L’ultimo pallone della partita lo mandano tra i pali ancora gli Scarlets, con Jones che fissa il 32-9 finale.

SCARLETS – AIRONI 32-9

Scarlets: Evans; L. Williams, Gomer-Davies, A. Thomas, Fenby; Newton (st 40’ Jones), R. Williams (st 27’ G. Davies); Morgan (st 35’ Pugh), Turnbull, McCusker; Day, Shingler (st 26’ Reed); R. Thomas (st 33’ Gardner), Phillips (st 35’ Myhill), I. Thomas (st 30’ John). (All.: N. Davies).

Aironi: Trevisan; R. Pavan, Quartaroli, Pizarro (st 30’ Benettin), Venditti; Olivier, Tebaldi (st 30’ Bronzini); Williams, Cattina (st 17’ Viljoen), Sole (st 36’ Ferrarini); Biagi, Furno; Redolfini (s.t. 7’ Staibano), Santamaria, Aguero (st 16’ Al. De Marchi). (All.: Phillips).

Marcatori: P.t. 7’ cp Olivier (0-3), 22’ cp Newton (3-3), 26’ Olivier (3-6), 31’ cp Newton (6-6), 35’ cp Newton (9-6). S.t. 6’ cp Olivier (9-9), 10’ m R. Thomas tr Newton (16-9), 22’ cp Newton (19-9), 30’ cp Newton (22-9), 35’ m Fenby tr Newton (29-9), 40’ cp Jones (32-9).

Arbitro: McMenemy (Scozia)

Note – p.t.: 9-6. Gialli: pt 35’ Tebaldi. Calci: Newton 6/6 (17 punti), Jones 1/1 (3 punti), Olivier 3/5 (9 punti). RaboDirect Man of the match: Emyr Phillips (Scarlets). Spettatori: 6493. Punti in classifica: Scarlets: 4 Aironi: 0.

Dal sito web degli Aironi.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi