Eccellenza Italia

Clamoroso Rovigo: via Frati, torna Casellato?

Scritto da Manuel Zobbio

Che il futuro di Filippo Frati sia lontano da Rovigo è cosa già nota nell’ambiente polesano. Dopo la sconfitta subita in finale contro il Calvisano lo scorso maggio, parte della società rossoblu era pronta a sollevare il tecnico nocetano dall’incarico, nonostante un altro anno di contratto. Al tempo si era deciso di proseguire insieme verso l’ultima stagione, nonché ultima possibilità per il coach di riportare in Polesine la coccarda tricolore. E oggi, con più di metà campionato da giocare, ecco raccontato dalla stampa locale un possibile – e clamoroso – scenario che potrebbe verificarsi a fine stagione. Con l’addio di Frati – probabile ma comunque non scontato considerato come cambiano velocemente gli umori in via Alfieri – potrebbe tornare sulla panchina rossoblu Umberto Casellato, già alla guida dei bersaglieri nella stagione 2009-2010 (conclusa al secondo posto e a un passo dalla finalissima). Attualmente alla Benetton, il futuro del tecnico trevigiano potrebbe colorarsi nuovamente di rossoblu. Almeno stando ai rumors della stampa rodigina. Casellato ha mantenuto ottimi rapporti in città ed è stato rimpianto da molti tifosi, soprattutto dopo aver condotto il Mogliano al tricolore. Un suo ritorno a Rovigo potrebbe portare nuovamente il sereno nell’ambiente rodigino, attualmente in balia di una tempesta che fatica a calmarsi dopo le due finali scudetto perse in favore di Calvisano.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it, ha collaborato con il mensile Rugby! il settimanale lameta e sul web MondoRugby.com e il portale italiano della ERC (European Rugby Cup). Esperto di marketing e comunicazione, collabora dal 2008 con PiazzaRugby.it e con l'agenzia internazionale di sport management Global Sports Futures

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi