Australia Emisfero Sud Rugby Internazionale

Dramma in Australia: tallonatore rischia la paralisi

Scritto da Manuel Zobbio

Le cronache parlano di una mischia di ‘routine’.  Gli ultimi minuti di gioco tra Maitland Blacks e Wanderers. Mentre gli occhi del Mondo sono rivolti all’Inghilterra per l’inizio del torneo iridato in Australia si sta giocando l’Hunter Rugby Union. Mancano pochi minuti al fischio finale quando viene assegnata una mischia. Mischia dalla quale, pochi secondi dopo, Dominic Punch non si rialza più. Il tallonatore di Maitland, rimasto a terra, viene subito soccorso dai giocatori in campo e poco dopo dal personale medico. Trasportato al John Hunter Hospital di Newcastle prima e poi trasferito al Royal North Shore Hospital di Sydney, il referto medico non ha lasciato spazio a dubbi: due vertebre del collo lussate. La stampa locale riferisce di come il 27enne, cosciente dopo l’operazione, ancora non senta le proprie gambe. ‘E’ ancora presto per fare previsioni’, si legge nel racconto della stampa che riferisce quanto detto dallo staff medico. Club, amici, giocatori e sostenitori si sono da subito stretti attorno alla famiglia per raccogliere fondi che verranno destinati al periodo di riabilitazione del giocatore, nei confronti del quale ancora nessuno si esprime in maniera certa. ‘E’ un giocatore e un ragazzo eccezionale, non riusciamo a credere a quanto è accaduto’, ha dichiarato il presidente del Maitland Rugby Club Ben Emmett.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it, ha collaborato con il mensile Rugby! il settimanale lameta e sul web MondoRugby.com e il portale italiano della ERC (European Rugby Cup). Esperto di marketing e comunicazione, collabora dal 2008 con PiazzaRugby.it e con l'agenzia internazionale di sport management Global Sports Futures

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi