Inghilterra

Eddie Jones: 'Non vedevo l'ora di cominciare con gli Stormers, poi però…'

Scritto da Manuel Zobbio

‘Non ho divorziato dall’Australia. E’ l’Australia che non ha voluto continuare con me’. Non ha usato giri di parole Eddie Jones quando gli è stato ricordato l’incrocio in programma il prossimo anno tra l’Inghilterra e la sua ex Nazionale. Un commento che la stampa britannica ha definito ‘senza scrupoli’, ricordando la fine del rapporto con i Wallabies, avvenuto nel 2003 dopo la sconfitta in finale della coppa del Mondo proprio per mano dell’Inghilterra. Un addio, al tempo, voluto dalla federazione. Ma oggi la sua realtà si chiama Inghilterra, una sfida che Jones ha accettato e costellata di critiche, almeno in questi primi giorni da coach. ‘Non c’è nulla di personale nella mia scelta. Né una vendetta nei confronti di nessuno – così Jones -. Non vedevo l’ora di cominciare a lavorare con gli Stormers, poi Lancaster ha lasciato e mi è arrivata un chiamata. Mi hanno detto che la RFU voleva parlarmi…’. Una chiacchierata che alla federazione è costata 200.000 Pounds – per liberarlo dagli Stormers -, oltre a un salario che sfiora il milione di Sterline. Jones poi ha spostato lo sguardo sugli impegni futuri della Nazionale e sulla squadra che
sta nascendo. ‘Abbiamo una squadra giovane. Molti dei giocatori che hanno vinto due delle ultime tre coppe del Mondo under 20 saranno eleggibili per la squadra senior anche per il prossimo Mondiale’. 

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it, ha collaborato con il mensile Rugby! il settimanale lameta e sul web MondoRugby.com e il portale italiano della ERC (European Rugby Cup). Esperto di marketing e comunicazione, collabora dal 2008 con PiazzaRugby.it e con l'agenzia internazionale di sport management Global Sports Futures

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi