Inghilterra Premiership

Eleggibilità dei giocatori in Nazionale. La RFU rilancia: ‘5 anni di residenza per essere convocato’

Scritto da Andrea Nalio

In principio, la Francia. Oggi, l’Inghilterra. La federazione francese, solo qualche settimana fa, aveva dichiarato l’intenzione di cambiare i criteri di eleggibilità dei giocatori, limitando le convocazioni in Nazionale ai soli atleti in possesso di passaporto francese. Oggi è la federazione inglese a rilanciare. Secondo i canali di stampa britannici, la RFU sarebbe pronta ad alzare a 5 gli anni di residenza in Inghilterra per diventare eleggibile per la Nazionale. Attualmente sono sufficienti 3 anni di residenza nel paese per essere considerato eleggibile (lo scorso autunno hanno ottenuto la prima convocazione Nathan Hughes e Semesa Rokoduguni). World Rugby sarebbe sul punto di aumentare a 4 gli anni di residenza (uno in più dell’attuale), periodo minimo e necessario per diventare eleggibile. A tal proposito è intervenuto il chief executive della RFT, Ian Ritchie che ha sostenuto come ‘in un mondo ideale tutte le regole dovrebbero essere uniformate. Per diventare eleggibile, World Rugby dovrebbe aumentare a 5 gli anni di residenza di un giocatore’.

Biografia

Andrea Nalio

Polesano, giornalista pubblicista dal 2008, lavora come free lance a Londra e rappresenta l'anima operativa di RugbyMercato.it. Nel recente passato ha collaborato con i quotidiani Il Resto del Carlino e La Voce di Rovigo e condotto la trasmissione "Linea di Meta" per Radio Kolbe.
Ha pubblicato anche un libro: «Pepenadores. Insieme ai cacciatori di rifiuti»: Reportage sulla dignità dei riciclatori informali della discarica di Oaxaca (Messico).

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi