Serie B

Etruschi Livorno, la rivoluzione dei genitori

Scritto da Manuel Zobbio

Rivoluzionata l’intera dirigenza degli Etruschi Livorno, sotto la spinta dei genitori dei ragazzi del settore giovanile, che hanno portato alla presidenza Massimiliano Isola, autotrasportatore appassionato unicamente di calcio fino a che figlio (under 16) e figlia (under 10) non gli hanno fatto scoprire la palla ovale. Genitori di atleti anche i due nuovi vicepresidenti: il vicario Marco Lomi, portuale, con un figlio nella squadra senior e l’altro in under 20, e Piero Ferrini, edile, nonché padre di due giocatrici della squadra senior femminile. Confermato invece come terzo vice-presidente Luca Sardelli, guarda caso anche lui genitore di un atleta dell’Under 8, ma di genitori di giovani atleti è pieno lo stesso consiglio direttivo: Laura Angelillo, Alessandro Lari, Paolo Locarmi, Claudio Mannucci, Stefano Marinai, Stefano Mason, Giulio Moretti, Mara Muriccioli, Gianluca Pelosi, Simona Sardelli e Patrizia Lastrucci; uniche mosche bianche i pochi atleti seniores come il capitano Massimiliano Buonaccorsi, Luca Buscarino, Marco Casilli e Marinella Specchia della femminile. Ancora in società con la carica di tesoriere Gino Galletti, il fondatore degli Etruschi, è stato poi nominato direttore sportivo il presidente uscente Carlo Ghiozzi.

Si prosegue dunque nel segno della continuità. «Siamo una delle maggiori realtà rugbistiche livornesi – ha spiegato il neo-presidente Isola –. Lo scorso campionato abbiamo messo in campo il maggior numero di formazioni dall’under 6 all’under 18, due squadre senior maschili, una in CI arrivata quinta e una in C2 arrivata seconda, senza dimenticarsi della femminile, fiore all’occhiello degli Etruschi, che si è piazzata al sesto posto nel campionato di serie A. Rivestire questa importante carica è per una me una grande sfida. Dal punto di vista tecnico vogliamo migliorare sul campo riuscendo a portare la nostra formazione maschile in serie B ed ottenere il podio in serie A con la femminile. Una sfida difficile, ma che grazie ai numerosi atleti e tecnici in avvicinamento alla nostra realtà, oggi sembra una meta raggiungibile». Unico problema, anche qui, le strutture. «Non siamo messi al meglio, giacché siamo l’unica società a non avere un campo comunale nonostante la nostra mole di tesserati. Il lavoro portato avanti da miei predecessori, Galletti e Ghiozzi, non può andare perduto. Cercherò insieme al mio staff di confermare tutte le categorie e nei limiti del possibile, accrescerle nel risultato ma soprattutto nella voglia di stare insieme così come il rugby ci ha insegnato».

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi