Francia Top 14

Fusione Stade-Racing. Una certezza (i coach). E una zona d’ombra che coinvolge 90 giocatori

Scritto da Andrea Nalio

Ci sono ancora molte zone d’ombra in merito all’annunciata fusione tra Racing Metro e Stade Francais. Accanto allo stupore generale e al complicato stato d’animo dei tifosi, i dirigenti dei due club dovranno gestire nelle prossime settimane diverse situazioni delicate. L’unica certezza al momento è che lo staff tecnico sarà guidato dalla coppia oggi al timone del Racing LabitTravers, considerato che Quesada (coach dello Stade) avrebbe comunque lasciato Parigi alla fine della stagione. L’unione dei due club avrà conseguenze anche nelle retrovie del Top 14, in quanto diminuirebbe di un’unità il numero di squadre destinate alla retrocessione in questa stagione (Bayonne e Grenoble se la giocheranno per rimanere nella categoria, seguite dallo Stade Francais, terz’ultimo).

Da valutare poi la situazione contratti. I media francesi sostengono che i giocatori in scadenza non verranno trattenuti dalle due realtà, ma rimangono ancora una novantina di atleti con contratti in essere e pluriennali con le due realtà parigine…

Biografia

Andrea Nalio

Polesano, giornalista pubblicista dal 2008, lavora come free lance a Londra e rappresenta l'anima operativa di RugbyMercato.it. Nel recente passato ha collaborato con i quotidiani Il Resto del Carlino e La Voce di Rovigo e condotto la trasmissione "Linea di Meta" per Radio Kolbe.
Ha pubblicato anche un libro: «Pepenadores. Insieme ai cacciatori di rifiuti»: Reportage sulla dignità dei riciclatori informali della discarica di Oaxaca (Messico).

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi