Eccellenza Italia

Il Petrarca che nessuno si aspettava…

Scritto da Manuel Zobbio

Petrarca Rugby. Terz’utimo posto in classifica. Alle spalle solo Prato e L’Aquila. È una stagione di estrema difficoltà a Padova, iniziata con ben altri programmi e per il momento naufragata nell’anonimato di una classifica che racconta tutte le difficoltà incontrate. Mercato sbagliato (per stessa ammissione dei dirigenti), scelte poco efficienti in corso d’opera e, certo, anche un po’ di sfortuna. La classifica, tutt’altro che spezzata, legittima ancora speranze di play off, a patto che la truppa patavina ritrovi a stretto giro di posta la strada maestra. A nostro avviso, grossa responsabilità grava sulle spalle dello staff tecnico, protagonista tanto quanto i giocatori dell’avvio a rilento. Se Moretti e Salvan sapranno riprendere saldamente il timone i tuttineri potranno riassestare una stagione altrimenti fortemente negativa. Il tempo non manca.

I migliori.
Luca Bigi. L’ex Reggio e Viadana si conferma un tallonatore con ottime prospettive di crescita, la scuola Moretti almeno in questo sembra dare dei risultati.
Federico Conforti. A 22 anni può già essere considerato un veterano del pacchetto. Giocatore cresciuto in casa che in silenzio offre sempre prestazioni di sostanza; si vede poco in campo, ma il suo apporto è sempre fondamentale.
Jeremy Su’a. Ha portato imprevedibilità attorno al pacchetto di mischia, confermandosi uno degli acquisti migliori per il Petrarca. Per invertire la tendenza delle ultime e problematiche giornate i tuttineri avranno bisogno di tutte le sue doti sportive. Più lo conoscono, più gli avversari saranno in grado di disinnescarlo: un rischio che il Petrarca non può permettersi.
Niccolò Fadalti. L’ingaggio più azzeccato. Un cecchino dalla piazzola, una spina nel fianco delle difese avversarie palla in mano. Dopo l’epilogo di stagione tutt’altro che sereno a Mogliano, Fadalti ha riproposto a Padova il rugby che lo aveva fatto salire alla ribalta proprio in terra trevigiana.
Santiago Rocchia. Insieme a Su’a, l’altro straniero ‘azzeccato’ in fase di mercato. Notevole il suo apporto in seconda linea, che diventerebbe ancor più performante se Eru cominciasse a ingranare.

Evergreen.
In una squadra ringiovanita e i cui leader hanno 22/24 anni di vecchie glorie ce ne sono davvero poche e forse qualche “cagnaccio” servirebbe. La nomination va così ad Andrea Marcato. Non ha giocato moltissimo, ma in una squadra dall’età media relativamente bassa i suoi 31 anni offrono al gruppo patavino la giusta dose di esperienza e professionalità. Anche fuori dal campo.

Ma serviva proprio?
Jacob Woodhouse. Estremo, schierato secondo centro, ma più a suo agio all’ala. Tra i mea culpa confessati dalla dirigenza patavina a inizio campionato uno spicchio di rammarico era destinato anche all’australiano. Rispetto a un jolly utilizzabile in più ruoli, sarebbe stato più opportuno concentrarsi su un’alternativa all’apertura.

Il flop?
Shaun Eru. Presentato come guerriero maori, dal curriculum già importante nonostante i 25 anni e dove spicca il Mondiale under 20 vinto con la maglia dei Baby Blacks, non ha sin qui convinto in maglia nera. La difficile situazione della squadra ha coinvolto anche lui che, di contro, non ha ancora saputo vestire i panni di leader del pacchetto, così come ci si poteva aspettare.

Giovani stelle crescono.
Francesco Vento. Il pilone classe ’94 ha destato un’ottima impressione nonostante la giovanissima età e il ruolo tutt’altro che semplice da ricoprire. La scuola Petrarca, in tal senso, contribuirà alla crescita del giocatore, già a suo agio nella nuova realtà d’Eccellenza.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi