Il rugby è Italia

Il rugby è…Enrico Ceccato e l’inarrestabile corsa verso il primo scudetto del Mogliano

Scritto da Andrea Nalio

E’ il 25 maggio 2013. Finale del campionato Nazionale d’Eccellenza. La cornice, lo stadio Chersoni di Prato che, a dispetto del calendario, è avvolto da una temperatura autunnale. La pioggia accompagna l’ultimo atto del torneo, meritato dal Prato padrone di casa e dal sorprendente Mogliano di Umberto Casellato che, in semifinale, ha sconfitto Viadana.

In questa istantanea di Alfio Guarise un simbolo del rugby biancoblu, bandiera del Mogliano dentro e fuori dal campo: Enrico Ceccato.

Alle spalle del formidabile tre quarti il pilone dei Cavalieri, Borsi mentre, in sostegno, il compagno di squadra Pavanello. A terra, Majstorovic.

Il momento catturato dall’Ufficio Stampa del Mogliano è tutto nello sguardo di Ceccato, determinato e inarrestabile nella corsa alla conquista del primo e incredibile scudetto della formazione veneta.

Biografia

Andrea Nalio

Polesano, giornalista pubblicista dal 2008, lavora come free lance a Londra e rappresenta l'anima operativa di RugbyMercato.it. Nel recente passato ha collaborato con i quotidiani Il Resto del Carlino e La Voce di Rovigo e condotto la trasmissione "Linea di Meta" per Radio Kolbe.
Ha pubblicato anche un libro: «Pepenadores. Insieme ai cacciatori di rifiuti»: Reportage sulla dignità dei riciclatori informali della discarica di Oaxaca (Messico).

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi