Inghilterra Premiership

La (futura) guida tecnica del Bath nelle mani di Stuart Hooper?

Scritto da Andrea Nalio

Per il momento è solo una voce che rimbalza negli ambienti inglesi. Ma il futuro del Bath, per il momento nelle mani del Director of Rugby Todd Blackadder potrebbe sorridere a Stuart Hooper, ex seconda linea – che in carriera ha giocato anche ai Saracens e ai Leeds Carnegie – candidato numero uno a sostituire il neozelandese alla guida del team. Hopper, 36 anni, attualmente Performance and Player Development Director del Bath si è ritirato nell’aprile del 2016 a causa di un infortunio al collo. Il suo ruolo attuale lo mette spesso in relazione con lo staff tecnico della prima squadra. Un team che, nel giro di alcuni mesi, potrebbe addirittura trovarsi a guidare. (foto sito Bath)

Biografia

Andrea Nalio

Polesano, giornalista dal 2008, lavora come free lance a Londra e rappresenta l'anima operativa di RugbyMercato.it. Nel recente passato ha collaborato con i quotidiani Il Resto del Carlino e La Voce di Rovigo e condotto la trasmissione "Linea di Meta" per Radio Kolbe.
Ha pubblicato anche un libro: «Pepenadores. Insieme ai cacciatori di rifiuti»: Reportage sulla dignità dei riciclatori informali della discarica di Oaxaca (Messico).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi