Italia News

L’Amatori Parma si regala l’esperienza di Fabio Staibano

Scritto da Andrea Nalio

Fabio Staibano riparte da Parma. L’ex pilone della Nazionale ha firmato un accordo con Arca Gualerzi Amatori e si metterà subito a disposizione di coach Viappiani. Ecco la nota ufficiale della società.

‘Rinforzo di peso per la prima linea dell’Arca Gualerzi Amatori con l’allenatore Roberto Viappiani che da oggi può contare sull’importante contributo dell’esperto pilone ed ex Nazionale azzurro Fabio Staibano, ritornato al rugby giocato dopo alcuni mesi di stop. Tra i pochi giocatori italiani ad aver giocato nei tre maggiori campionati europei, Top14 francese, Premiership Inglese e in Celtic League, Staibano arriva a rinforzare il reparto più deficitario dei blucelesti dove con le assenze di Visentin, Albiero, Coraci e Musi, conta solo 6 uomini di prima linea disponibili.

Parma è una città bellissima che mi ha dato tanto e soprattutto la possibilità di essere il giocatore che sono diventato, – le prime parole di Staibano – il rugby è anche divertimento ed io a 35 anni ho ancora voglia di divertirmi, per questo torno a Parma che è la mia seconda casa. Ho incontrato il presidente Ragone davanti ad un caffè e mi ha colpito la sua sincerità e il programma della società”.

Non solo un rinforzo in campo ma anche un prezioso aiuto per i giovani continua la prima linea, “Lavoro permettendo darò una mano non solo in campo ma anche fuori portando la mia esperienza ai miei compagni di squadra e i ragazzi del settore giovanile in allenamento soprattutto in mischia, far capire loro i segreti del proprio ruolo e andare così in campo divertendosi di più, speriamo in futuro di portare anche risultati ma intanto iniziamo poi si vedrà”.

Un nuovo inserimento per coprire un ruolo come la prima linea dove abbiamo qualche problema – spiega il presidente Daniele Ragone – ma un investimento sul futuro per una squadra giovane come l’Amatori con Fabio che con la scelta di vita del ritorno a Parma per lavoro, con la sua esperienza potrà darci una mano a valorizzare i numerosi giovani di talento che abbiamo come dimostrano le numerose convocazioni nelle varie selezioni giovanili”.

Originario di Eboli, Staibano ha iniziato a giocare nel Battipaglia prima di passare al Rugby Sannio dove nella stagione 2001/02 raggiunge la finale scudetto del campionato under 21 contro il Benetton Treviso. La stagione successiva il primo arrivo a Parma sponda Overmach dove esordisce nel Super 10 guadagnandosi nel 2006, dopo aver percorso tutta la trafila delle selezioni giovanili azzurre, la chiamata in nazionale maggiore dove ha collezionato 11 presenze tra test match e Sei Nazioni. Dopo 6 stagioni a Parma, Fabio tenta l’avventura francese con il Castres dove rimane due stagioni per poi far ritorno in Italia ingaggiato dalla franchigia degli Aironi per disputare la Celtic League. Con la revoca della licenza celtica agli Aironi, il pilone azzurro tenta la seconda avventura straniera questa volta in Inghilterra nei London Wasp ma la stagione successiva rientra definitivamente in Italia ingaggiato dal Petrarca Padova. Con i tuttineri rimane una sola stagione seguita da due anni a Piacenza sponda Lyons dove nel 2015 conquista la promozione in Eccellenza battendo in finale il Pro Recco. L’ultima esperienza la scorsa stagione in serie B con il Capoterra e ora l’arrivo nell’Amatori Parma’.

Biografia

Andrea Nalio

Polesano, giornalista dal 2008, lavora come free lance a Londra e rappresenta l'anima operativa di RugbyMercato.it. Nel recente passato ha collaborato con i quotidiani Il Resto del Carlino e La Voce di Rovigo e condotto la trasmissione "Linea di Meta" per Radio Kolbe.
Ha pubblicato anche un libro: «Pepenadores. Insieme ai cacciatori di rifiuti»: Reportage sulla dignità dei riciclatori informali della discarica di Oaxaca (Messico).

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi