Eccellenza Italia

L'AQUILA: RISOLTA LA QUESTIONE DEI LODI ARBITRALI

Con il comunicato che segue il club nero-verde rende noto che le controversie relative ai lodi arbitrali sono state risolte con il deposito degli assegni in favore dei giocatori. Ora si è in attesa di conoscere la risposta della società all’offerta formulata dalla famiglia Navarra.

L’Aquila Rugby 1936 comunica che la questione dei lodi arbitrali è positivamente conclusa.
“Finalmente gli ostacoli che allontanavano i nostri colori dal campionato di Eccellenza sono superati” – ha affermato il Presidente Romano Marinelli, riferendosi al regolamento federale che vieta ad un club di Eccellenza di iscriversi al campionato di Super 10 qualora esistano lodi arbitrali irrisolti.
Proprio questa mattina infatti i rappresentanti della società aquilana si sono recati presso la sede dell’Associazione Italiana Rugbisti depositando gli assegni a fronte dei lodi arbitrali ancora sospesi.
Come anticipato nel precedente comunicato stampa “adesso dobbiamo occuparci del pagamento dell’ultimo stipendio ai giocatori e allo staff societario e, naturalmente, della questione relativa alla cessione della società che, con il pagamento dei lodi da parte dell’attuale compagine societaria, è ormai vicina alla conclusione” – ha aggiunto il Presidente Marinelli, soddisfatto dell’importante meta messa a segno, ma ancora in campo per chiudere al meglio la partita.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi