Eccellenza Italia

L’Eccellenza che verrà: 2 retrocessioni e un barrage con la Serie A?

Scritto da Andrea Nalio

Con il Petrarca in festa ad urlare al cielo il suo 13° sigillo si è chiuso il primo capitolo del campionato di Eccellenza a 10 squadre nato dalle ceneri del vecchio Super Ten. Dal prossimo anno infatti le squadre partecipanti al massimo campionato nazionale saranno 12, numero raggiunto grazie alle promozioni di Verona e Valsugana e al blocco delle retrocessioni di quest’anno.

Dal prossimo campionato tuttavia si tornerà alla normalità, con le prime della classe a giocarsi i play off e le ultime in graduatoria a lottare per non retrocedere. Saranno infatti due le retrocessioni dalla massima serie, altrettante promozioni in Eccellenza e una novità; secondo le indiscrezioni confermate in questi giorni a Rugbymercato.it, la formula della retrocessione potrebbe prevedere una discesa diretta in Serie A per l’ultima in graduatoria mentre, l’undicesima classificata in Eccellenza, potrebbe giocare uno spareggio contro il team di Serie A pretendente all’ultimo posto utile per la salita in Eccellenza. Una sorta di barrage pensato per mantenere vivo l’interesse nella corsa promozione al massimo campionato.

Per conoscere la prima squadra promossa nella massima serie invece, si seguirà il naturale corso dei play off propri della Serie A.

Biografia

Andrea Nalio

Polesano, giornalista dal 2008, lavora come free lance a Londra e rappresenta l'anima operativa di RugbyMercato.it. Nel recente passato ha collaborato con i quotidiani Il Resto del Carlino e La Voce di Rovigo e condotto la trasmissione "Linea di Meta" per Radio Kolbe.
Ha pubblicato anche un libro: «Pepenadores. Insieme ai cacciatori di rifiuti»: Reportage sulla dignità dei riciclatori informali della discarica di Oaxaca (Messico).

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi