Altro

LEINSTER CAMPIONE D'EUROPA

Il Leinster torna sul trono d’Europa, due anni dopo: gli irlandesi ripetono l’impresa del 2009, quando ebbero la meglio per 19-16 sul Leicester. Questa volta, al Millennium Stadium di Cardiff cade un’altra formazione inglese, quella dei Saints di Northampton, padrona del campo nel primo tempo ma totalmente dominata, psicologicamente e territorialmente nel secondo. Finisce 33-22 (con 28 punti di Sexton, complimenti!) per il Leinster, la festa in Irlanda è già cominciata.

I Saints non concedono al Leinster nemmeno il tempo di respirare: dopo 7′ gli inglesi sono già in vantaggio. La mischia chiusa fa la differenza, Dowson ha vita troppo facile per schiacciare in meta il primo vantaggio della partita. La reazione irlandese c’è, per carità, ma è troppo flebile: Sexton dal piede fa 7-3, ma sul campo c’è praticamente una sola squadra. Northampton aggredisce gli avversari, anche troppo visto che al 26′ Mujati si becca un cartellino giallo, lasciando i suoi in 14: uomo in meno? Non c’è problema, basta aumentare i giri: e allora ecco anche la seconda meta del match, con Ben Foden al 31′. Il Millenium Stadium è una bolgia, Hartley al 37′ mette a segno anche il terzo sigillo per il Northampton, che chiude avanti il primo tempo con un impressionante 22-6.

Giochi finiti? Troppo presto per affermarlo, perché il Leinster al rientro in campo è una furia. La formazione irlandese ha orgoglio da vendere e lo dimostra, proprio grazie all’apporto dei suoi uomini migliori. O’Driscoll ed Heaslip sfondano, Sexton (non solo più solo una bella promessa) mette a segno la meta della speranza. La partita è incredibilmente rovesciata: i Saints da leoni si trasformano in pecorelle, e gli irlandesi prendono il coltello dalla parte del manico. D’Arcy si vede annullare (giustamente) una meta dal TMO, ma quella successiva del solito Sexton, davvero indemoniato, è buona. Al 53′ il risultato è di 22-20 per gli inglesi, che però sono assolutamente allo sbando.

La partita ora è saldamente in mano alla squadra in maglia blu, è solo questione di tempo per vedere il sorpasso: al 57′ eccolo lì, con Sexton a mettere a segno il punto numero 23 suo e, fatalmente, della sua squadra. Gli inglesi sono in panne: al 60′ Dowson si vede sventolare davanti un giallo più che meritato, Leinster allunga sul 26-22. Calcia Sexton, inutile dirlo. Gli irlandesi sono un rullo compressore: al 65′ la meta che di fatto mette la parola fine al match, la segna Hines. Con il solito numero 10 a sigillare il 33-22. Ashton ha un grande guizzo al minuto 70, ma la difesa azzurra fa un gran lavoro in fase di copertura. E’ l’ultimo sussulto di un match il cui risultato è scritto. 33-22, il Leinster si riprende il titolo lasciato solamente per un anno al Tolosa con 12 dei protagonisti del titolo del 2009. Dimostrando di essere la squadra più forte d’Europa.

LEINSTER – NORTHAMPTON SAINTS 33 – 22 (p.t. 6-22)

Leinster: 15 Isa Nacewa, 14 Shane Horgan, 13 Brian O’Driscoll, 12 Gordon D’Arcy (67′ Fergus McFadden), 11 Luke Fitzgerald, 10 Jonathan Sexton, 9 Eoin Reddan, 8 Jamie Heaslip, 7 Sean O’Brien, 6 Kevin McLaughlin (41′ Shane Jennings), 5 Nathan Hines, 4 Leo Cullen, 3 Mike Ross, 2 Richardt Strauss, 1 Cian Healy. 

Northampton: 15 Ben Foden, 14 Chris Ashton, 13 Jon Clarke, 12 James Downey (66′ Joe Ansbro), 11 Paul Diggin, 10 Stephen Myler (66′ Shane Geraghty), 9 Lee Dickson, 8 Roger Wilson (62′ Mark Easter), 7 Phil Dowson, 6 Calum Clark (28′ Tom Mercey 38′ Calum Clark), 5 Christian Day, 4 Courtney Lawes, 3 Brian Mujati (66′ Tom Mercey ), 2 Dylan Hartley (69′ Brett Sharman), 1 Soane Tonga’uiha (66′ Alex Waller).

Marcatori: 7 m. Dowson tr. Myler; 14’ c.p. Sexton; 21’ c.p. Myler; 31’ m. Foden tr. Myler; 37’ c.p. Sexton; 39’ m. Hartley n.t.;  44’ m. Sexton tr. Sexton; 53’ m. Sexton tr. Sexton;  57’ c.p. Sexton; 61’ c.p. Sexton; 65’ m. Hines tr. Sexton.

Arbitro: Romain Poite (Francia).
Cartellini gialli: 26’ Mujati; 60’ Dowson.

Articolo di Davide Bighiani – Eurosport

 

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi