Italia Rugby Internazionale

L'Italia si trasferisce a Dunedin

Dopo oltre tre settimane, l’Italrugby ha lasciato il quartier generale di Nelson all’indomani della vittoria sugli Stati Uniti e gli Azzurri sono arrivati in mattinata a Dunedin dove, domenica sera, sfideranno l’Irlanda nel match che deciderà le sorti della Pool C.

Nessun problema fisico tra i trenta uomini a disposizione del CT Mallett, tutti in lizza per un posto nella lista dei ventidue convocati per domenica sera nel nuovissimo Otago Stadium per la sfida al XV di Declan Kidney. Un ottavo di finale a tutti gli effetti: chi vince passa il turno – per l’Italia si tratterebbe della prima volta nei quarti – chi perde torna a casa.

Oggi gli Azzurri hanno svolto una seduta defatigante in piscina con il preparatore atletico Alex Marco subito dopo l’arrivo a Dunedin, poi tanto riposo in hotel prima della ripresa degli allenamenti fissata per domani. Venerdì, nella notte italiana, il CT annuncerà la formazione per la sfida agli irlandesi che, al momento, guidano il girone con tredici punti inseguiti da Australia ed Italia a dieci.

Ad incontrare la stampa, oggi a Dunedin, è stato il tallonatore e vice-capitano Leonardo Ghiraldini che ha analizzato brevemente la gara di ieri sera con gli USA ma è apparso già pienamente focalizzato sulla sfida all’Irlanda: “Siamo soddisfatti perché abbiamo fatto quello che dovevamo fare, conquistando vittoria e punto bonus: era importante per arrivare con grande confidenza alla gara con l’Irlanda. Sappiamo che sarà veramente dura, ma abbiamo dimostrato di avere tutte le carte in regola per centrare l’obiettivo. Sono quattro anni che aspettiamo di giocare questa partita” ha detto il ventisettenne numero due dell’Italia.

“Forse un paio di giorni di riposo in più non ci sarebbero dispiaciuti ma siamo pronti fisicamente, dobbiamo solo preparare il piano di gioco, affinare gli ultimi dettagli ed andare in campo con grande serietà. Sarà una partita molto diversa da quella di febbraio, ma sono sicuro che se ci troveremo in una situazione analoga a quella di sette mesi fa sapremo farci trovare pronti” ha aggiunto Ghiraldini.

“Con gli USA abbiamo fatto vedere un buon rugby, ci siamo espressi bene in mischia e sappiamo di poter contare sia sul nostro pack che sui nostri trequarti. Dovremo essere concentrati e convinti del nostro piano di gioco, giocare con tranquillità e senza frenesia come, invece, è successo a tratti contro la Russia” ha concluso il vice-capitano dell’Italia.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi