Eccellenza Italia

Meno soldi ai club (Calvisano a parte?) e zero retrocessioni. E’ questo il futuro dell’Eccellenza?

Scritto da Andrea Nalio

Polesinerugby, blog legato agli sviluppi del rugby polesano e nazionale, offre in questi minuti uno scenario tutt’altro che roseo per il futuro dell’Eccellenza.

Vi proponiamo di seguito un estratto dell’articolo offerto dall’organo di informazione polesano in seguito a una riunione che si sarebbe tenuta oggi a Bologna tra i club di Eccellenza.

‘… Sembra che la consuetudine di elargire circa 400.000 € (si dice 370.000) alle prime quattro classificate della regular season non sarà più tale.

Già nel mese di aprile si era parlato di ridurre i contributi all’eccellenza, dirottandoli alle Accademie, con patrocinio morale anche del tecnico della Nazionale maggiore Conor O’Shea.

Detto e fatto. Ecco spuntare l’ipotesi, ma sono sicuro che non sarà solo una ipotesi, di ridurre la cifra a tutte le partecipante al campionato, con, udite-udite, una maggiorazione pari a 60.000 € per il Calvisano campione d’Italia, ed una non ancora precisata in più per Mogliano che ha avuto il grande merito di partecipare alla Gavazzi Cup, e pure al San Donà, forse per lenire la rabbia per l’ingiusta penalizzazione, costata il passaggio ai play off.

…ci risulta che da Viadana, e non solo, siano pronti a far sentire le proprie ragioni, con anche la possibilità di una azione di forza come la mancata iscrizione al campionato 2017/18.

…per chiudere poi sembra che si stia progettando un paio di stagioni senza retrocessioni, per arrivare ad un campionato a 12 squadre’.

Biografia

Andrea Nalio

Polesano, giornalista pubblicista dal 2008, lavora come free lance a Londra e rappresenta l'anima operativa di RugbyMercato.it. Nel recente passato ha collaborato con i quotidiani Il Resto del Carlino e La Voce di Rovigo e condotto la trasmissione "Linea di Meta" per Radio Kolbe.
Ha pubblicato anche un libro: «Pepenadores. Insieme ai cacciatori di rifiuti»: Reportage sulla dignità dei riciclatori informali della discarica di Oaxaca (Messico).

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi