Inghilterra Rugby Internazionale

Mr. Milione: Jones, l'Inghilterra e il risarcimento agli Stormers. La complicata storia del nuovo coach dell'Inghilterra

Scritto da Manuel Zobbio

700.000 Pounds. Poco meno di 1.000.000 di Euro. E’ questa la cifra in ballo per aver strappato Eddie Jones agli Stormers. Jones che, nel frattempo, ha firmato un accordo biennale ufficializzato proprio questa mattina (comincerà ufficialmente in dicembre). Lui che in Sud Africa aveva siglato un accordo da 235.000 Pounds a stagione (330.000 Euro) ora è pronto a sedersi in quella che, giorno dopo giorno, è diventata una panchina sempre più rovente. Jones infatti non era la prima scelta per la federazione inglese, che prima di scegliere l’artefice del miracolo Giappone aveva contattato altri colleghi (Cheika su tutti), che poi hanno preferito destinazioni diverse. Non sarà comunque un principio di avventura semplice per l’ex iridato con il Sud Africa nel 2007. Nel colloquio intercorso con la federazione, Jones ha avanzato una richiesta specifica: la possibilità cioè di utilizzare anche in Inghilterra la formula del contratto centralizzato, per un maggior controllo sui giocatori. Richiesta bocciata in partenza. Ma non è l’unica grana a cui la federazione dovrà far fronte in queste settimane, oltre alle pesanti critiche dei tabloid, con alcuni organi di stampa che indicano come ‘imbarazzante’ la possibilità di affidare l’Inghilterra a un allenatore straniero. Jones infatti si porterà nello staff anche Steven Borthwick, già allenatore degli avanti del Giappone e che ricoprirà lo stesso ruolo per la Nazionale. L’ex giocatore dei Saracens tuttavia aveva già siglato un accordo con il Bristol, società che adesso pare intenzionata a chiedere un risarcimento per il suo mancato arrivo. Una situazione complicata, come quella stanno vivendo agli Stormers, che hanno già scelto il sostituto di Jones – sarà il neozelandese John Mitchell -, ma ancora  non si vogliono sbilanciare. ‘Siamo a conoscenza della situazione, ma non commenteremo fino a che non sarà tutto chiarito’, ha dichiarato il director of rugby Gert Smal, ex numero otto del Rovigo. Un quadro pertanto complicato si affaccia sull’ambiente ovale inglese che ha faticato – e non poco – a trovare (non scegliere) il sostituto di Lancaster. L’unico allenatore uscito pubblicamente allo scoperto, dichiarandosi disponibile ad accettare la sfida è stato Jake White, che proprio insieme a Jones ha vinto nel 2007 la coppa del Mondo con gli Springbok. Non è da escludere che possano riunirsi proprio nello staff inglese, anche se molto dipenderà dalle richieste economiche. E in questi giorni di denari (=risarcimenti) e polemiche, ci sarà anche da risolvere la faccenda Robshaw. Jones non lo vede nella posizione attuale. Dicono. Ne parlerà con il giocatore. Scrivono. Ma intanto, come romanzano i giornalisti inglesi, l’australiano tiene in mano un delicato calice avvelenato.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it, ha collaborato con il mensile Rugby! il settimanale lameta e sul web MondoRugby.com e il portale italiano della ERC (European Rugby Cup). Esperto di marketing e comunicazione, collabora dal 2008 con PiazzaRugby.it e con l'agenzia internazionale di sport management Global Sports Futures

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi