Italia Serie A

Pedrazzi-Badia, addio al veleno

Scritto da Manuel Zobbio

‘Non lavorerò più con il Badia, anche se il progetto andrà avanti’. E’ uno sfogo amaro quello di Roberto Pedrazzi (foto Roberto Giannese) e raccontato dalla stampa veneta. L’allenatore del Badia, in lotta per non retrocedere, dopo la vittoria contro il Vicenza ha sfogato tutta la sua delusione. ‘Tanti ci davano per spacciati già tanto tempo fa e molti sperano che perdiamo –ha tuonato l’ex utility back di Viadana, Rovigo e Nazionale -. Tra questi, per primi ci sono i dirigenti della società del Badia. Lo dicono apertamente che vogliono fare la Serie C, hanno lavorato al risparmio per tutta la stagione, non hanno allestito una squadra competitiva, non hanno sostituito atleti che ci hanno abbandonato durante la stagione. È stato un anno difficile – ha poi proseguito – e non ci hanno aiutato per fare il campionato, basti pensare, ad esempio, che hanno organizzato un torneo giovanile e ci hanno spostato a giocare al Battaglini. Più palese di questo?’. Pedrazzi è da due stagioni alla guida del team polesano. Nello scorso campionato aveva sbaragliato tutti e dominato il campionato (per il Badia promozione negata a causa delle mancanze a livello giovanile), mentre quest’anno il cammino è stato più difficoltoso, con imprevisti lungo il percorso (addio di Leader e Maccan a campionato iniziato) e tanti problemi da gestire.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi