Inghilterra Premiership Rugby Internazionale

Premiership a 10 mesi, giocatori sul piede di guerra. Vunipola: ‘Disposto a pendere meno soldi per giocare meno’

Scritto da Andrea Nalio

Quella che inizialmente sembrava solo una voce sta diventando giorno dopo giorno un’azione destinata a concretizzarsi: i giocatori della Premiership inglese infatti sarebbero pronti a scioperare nel caso il board del massimo campionato inglese decida di estendere il torneo a 10 mesi.

‘Quello che viene richiesto ai giocatori non è sopportabile nel lungo periodo – ha dichiarato Rob Andrew, director of professional rugby della RFU fino alla stagione scorsa -. Stiamo cercando di caricare troppo i giocatori. Penso che entro i prossimi 18 mesi gli atleti avranno molto da dire riguardo questo tema’.

L’idea, ostracizzata dalla maggior parte dei team inglesi (ma non dagli Exeter Chiefs campioni in carica, il cui boss, Tony Rowe sostiene come l’allungamento della stagione garantirebbe maggiori pause agli atleti) potrebbe portare a un atto clamoroso come quello della rinuncia a giocare.

Il cambio di format – nei piani dei dirigenti inglesi – dovrebbe diventare realtà dalla stagione 2019/2020.

A tal proposito molti protagonisti della Premiership si sono espressi a riguardo, come il numero otto dei Saracens Billy Vunipola, ai box fino all’inizio del 2018. Il Nazionale inglese, alla BBC, ha dichiarato che sarebbe disposto anche a prendere meno soldi pur di giocare meno partite durante l’anno e quindi ridurre il rischio di infortuni.

‘Giocando tanto – così la terza linea – siamo a rischio esaurimento. Non è piacevole per nessuno infortunarsi o subire operazioni chirurgiche. Qualcosa nel sistema deve cambiare’. (foto sito Premiership)

Biografia

Andrea Nalio

Polesano, giornalista pubblicista dal 2008, lavora come free lance a Londra e rappresenta l'anima operativa di RugbyMercato.it. Nel recente passato ha collaborato con i quotidiani Il Resto del Carlino e La Voce di Rovigo e condotto la trasmissione "Linea di Meta" per Radio Kolbe.
Ha pubblicato anche un libro: «Pepenadores. Insieme ai cacciatori di rifiuti»: Reportage sulla dignità dei riciclatori informali della discarica di Oaxaca (Messico).

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi