Italia

Rovigo e l'Accademia che se ne va. Passo falso Fir?

Scritto da Manuel Zobbio

E’ sempre un tema controverso quello delle Accademie in Italia. Una strada intrapresa alcuni anni fa dalla Federazione e dalla direzione, ancora oggi, poco chiara. Scarsa utilità, poveri risultati (soprattutto in tema di formazione dei giocatori) e obiettivi che faticano a vedersi, sia nel breve che nel lungo periodo. Così, nel calderone delle polemiche e delle discussioni spesso alimentato da questo sistema formativo, spunta il caso dell’Accademia di Rovigo la quale, stando ai rumors che circolano in queste settimane nel capoluogo polesano, dalla prossima stagione dovrebbe abbandonare la città più ovale d’Italia. L’accordo triennale con la Federazione, infatti,  scadrà al termine di questa stagione sportiva e in molti assicurano che non verrà rinnovato, scommettendo già su uno spostamento a Padova. Nulla di strano, sin qui, anche se le indiscrezioni che filtrano dal Polesine raccontano che, alla base del mancato rinnovo, pare ci siano delle divergenze tecniche tra la Monti Rugby Rovigo Junior e la Federazione. Contrasti che sembra pertanto abbiano portato alla decisione di interrompere il rapporto – ufficialmente l’accordo non dovrebbe essere rinnovato – e scegliere altrove un’altra sede per l’Accademia. Una scelta che, battibecchi a parte, lascia perplessi. Rovigo infatti è l’unica Accademia italiana ad essere sovvenzionata dalla Federazione solo per una quota parte (non interamente come avviene per le atre strutture in giro per l’Italia), la quale riguarda principalmente lo staff tecnico. Il resto (vitto e alloggio degli atleti) è invece a carico della Monti Rugby Rovigo. Infatti, nel sito della società rossoblu, alla voce Accademia, si legge:  L’aggettivo “sperimentale” deriva dalla sua peculiare composizione, che la rende un caso unico per ora in Italia: è infatti composta da atleti che vivono in famiglia perché residenti in città o in zone limitrofe, e da altri provenienti da aree più lontane, che studiano e soggiornano a Rovigo… La Monti Rugby Rovigo Junior considera quest’Accademia come una sfida nel senso che vuole, con tutte le sue forze, che essa dia risultati molto brillanti e possa servire come “campione”, al fine di vedere replicata questa soluzione in tante altre città, nelle quali il rugby è sport importante e sviluppato”. Parole che rispecchiano la volontà di mantenere in vita e alimentare il progetto in una realtà legata alla palla ovale e che fa del rugby una sua caratteristica peculiare. Secondo gli sviluppi delle ultime settimane però, questo progetto traslocherà altrove. Vien da chiedersi, a questo punto (se i rumors diventeranno poi reali) quanto importi veramente alla Federazione la crescita di un progetto in piena fase di sviluppo e quanto invece pesino fattori e/o rapporti non legati strettamente al campo – ma che in vicende così, sembrano diventare preminenti. Negli anni il progetto Accademie ha destato tante e ragionevoli perplessità. Se le indiscrezioni che arrivano da Rovigo si riveleranno fondate, l’epilogo di questa vicenda non farà altro che alimentarle.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it, ha collaborato con il mensile Rugby! il settimanale lameta e sul web MondoRugby.com e il portale italiano della ERC (European Rugby Cup). Esperto di marketing e comunicazione, collabora dal 2008 con PiazzaRugby.it e con l'agenzia internazionale di sport management Global Sports Futures

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi