Eccellenza Italia Serie A Serie B Serie C

Rugby Mirano: ufficiali Canova e Chinchio

Scritto da Andrea Nalio

Dall’ufficio stampa del Rugby Mirano.

‘Mostra già i primi frutti il lavoro del nuovo Staff Tecnico miranese, con l’inserimento nella rosa bianconera di due giovani piloni pronti a rafforzare la prima linea, affidati all’occhio attento del Responsabile degli avanti Andrea Tonellotto che assieme al Direttore Sportivo Sebastiano Chizzali si è occupato anche del loro reclutamento.

Si tratta di Giovanni Canova e Sacha Chinchio, due giovani promesse  provenienti da vicine realtà che lo staff tecnico di Mirano non si è lasciato sfuggire. Andiamo a conoscerli nel dettaglio.

Giovanni Canova:
nato a Dolo il 18 gennaio 1992, risiede a Vigonovo.
Ha conseguito la maturità scientifica a Padova e si è da poco laureato in architettura avendo alle spalle un periodo di scambi culturali a Vilnius ed a San Pietroburgo, lavora come architetto in uno studio di Piove di Sacco.
Alto 1,80 metri e dal peso di 108 kg, ha iniziato a giocare a rugby a 9 anni al CUS Padova dove ha conquistato una promozione in Serie A. Pilone destro e tallonatore all’occorrenza, dal CUS è passato al Roccia Rubano disputando due stagioni in Serie A. Al suo attivo vanta sei mesi con i Gelezinis Vilkas di Vilnius (Lituania) e due titoli italiani di beach rugby con il Padova Beach.
È appassionato di montagna, fotografia, musica, teatro, letteratura inglese, filosofia tedesca e del suo pastore tedesco. Segue il rugby in tutte le sue sfumature ed arriva a Mirano grazie a Tonellotto, per iniziare con entusiasmo una nuova esperienza in un gruppo che è già una grande famiglia, per crescere rugbysticamente “grazie all’esperienza di uno staff tecnico ben preparato”.
“So di essere entrato in un ambiente molto carico ed entusiasta” – confida Giovanni – “in cui il buon lavoro di Alberto e dello Staff può portare a buonissimi risultati e grandi soddisfazioni. Confido nel lavoro di noi giocatori che dovremo aver la forza ed il coraggio di osare.“

“Canova è con noi già da un mese e di lui posso dire che è un pilone destro molto mobile, fisicamente molto ben strutturato” – dice di lui Tonellotto – “ottimo ragazzo, si è già inserito alla grande nel gruppo e sono convinto che potrà fare grandi cose qui a Mirano”.

Sacha Chinchio:
padovano DOC, è nato l’8 agosto 1993 a Padova e vive ad Altichiero.
Di formazione tecnica, ha studiato termoidraulica, lavora come camionista e visto che la sua stazza glielo consente (è alto 1,77 metri e pesa 105 kg), nel periodo estivo non disdegna l’attività di buttafuori.
Rugbysta sin da piccolo, ha giocato per 13 anni nel Valsugana Rugby Padova ricoprendo il ruolo di pilone sinistro e tallonatore, vanta al suo attivo due stagioni in Serie A sotto la guida di Battistin (già ex giocatore miranese), Faggin e Boccalon.
Nel tempo libero coltiva la sua grande passione per la montagna ed anche lui approda a Mirano per conoscenza diretta del “Tone”, attratto dall’idea di entrare a far parte di una squadra ricca di giovani e da un progetto di crescita societario.
“Mi piace l’idea di acquisire nuova esperienza in un club il cui obiettivo, seppur non dichiarato, è la conquista della Serie A” – ha dichiarato Sacha – “e mi piacerebbe poter dire io c’ero, quando questo succederà”.

“Questioni lavorative hanno permesso a Chinchio di scendere in campo con noi soltanto da giovedì scorso” – questo il commento del “Tone” – “ma per esperienza diretta avendolo avuto come avversario, posso dire che è un buon pilone sinistro in mischia chiusa ed è molto prestante fisicamente. Ragazzo un po‘ schivo, si è già fatto apprezzare per l’impegno profuso per poter indossare la maglia bianconera ed avere la possibilità di dimostrare tutto il suo valore.”’

Biografia

Andrea Nalio

Polesano, giornalista pubblicista dal 2008, lavora come free lance a Londra e rappresenta l'anima operativa di RugbyMercato.it. Nel recente passato ha collaborato con i quotidiani Il Resto del Carlino e La Voce di Rovigo e condotto la trasmissione "Linea di Meta" per Radio Kolbe.
Ha pubblicato anche un libro: «Pepenadores. Insieme ai cacciatori di rifiuti»: Reportage sulla dignità dei riciclatori informali della discarica di Oaxaca (Messico).

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi