Eccellenza Italia

Sette volti nuovi per le Fiamme Oro

Scritto da Manuel Zobbio

Sono sette i nuovi giocatori che, nella prossima stagione, vestiranno la maglia color cremisi delle Fiamme Oro. Tutti atleti provenienti da squadre dell’Eccellenza chiamati a rinforzare i ranghi del team della Polizia di Stato, sia tra gli avanti che nei trequarti.

Mirko Amenta, siciliano nato nel 1991 (192cm. X 98kg.) è un numero 8/seconda linea di valore assoluto, cresciuto nelle giovanili del Viadana, poi passato al San Gregorio e, nell’ultima stagione, in forza ai Crociati Parma. Forte ball carrier, conta presenze nella Nazionale Seven.

Andrea Bacchetti, rodigino classe 1988 (185X91), trequarti/ala ha giocato fino allo scorso anno con la maglia rossoblu dei Bersaglieri. Dopo aver fatto tutta la trafila delle selezioni Nazionali giovanili e seven, ha esordito nella Nazionale maggiore di Nick Mallet durante il 6 Nazioni 2009 collezionando due caps.

Marco Di Massimo, centro/estremo aquilano nato nel 1987 (182X85), nella stagione conclusasi lo scorso maggio è stato il capitano della squadra abruzzese, con la quale ha conquistato il titolo di MVP dell’Eccellenza 2011-2012.

Vittorio Marazzi, nato a Roma nel 1993 (188X100), va a rinforzare la truppa delle terze linee delle Fiamme (tra le più giovani del campionato), ha giocato l’ultimo torneo di Eccellenza tra le fila dei Crociati Parma. È tra i pochi giocatori a poter vantare presenze in due mondiali Under 20 e in altrettanti 6 Nazioni di categoria.

Laert Naka, di origini albanesi ma di nazionalità italiana, è un pilone sinistro. Nato nel 1989 (182X110) è cresciuto nelle giovanili della Benetton Treviso, ha vinto uno scudetto con il Petrarca Padova ed è campione d’Italia in carica con il Mogliano.

Ivan Perrone, seconda linea bresciana classe 1990 (195X113), proviene dal Rugby Reggio, vanta numerose convocazioni nella nazionale Under 20 (vittoria europeo B) e nella “Emergenti”.

Michele Sepe, nasce a Roma nel 1986 dove inizia la carriera rugbystica passando dalla Lazio alla Capitolina, per poi approdare al Viadana e alla Benetton Treviso. Ala/estremo (184X92), vanta anche 3 caps con la Nazionale maggiore e torna nella sua città, dopo l’ultima esperienza ai Cavalieri Prato, per rilanciarsi ed andarsi ad unire alla linea dei trequarti delle Fiamme che, anche grazie a lui, acquisisce maggior consistenza tecnica.

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

1 Commento

  • vi dirò chi sono: CAVATORTI è un veterinario che non esercita più e che sono anni che fa il manager (causa mancanza di gente capace) solo perchè è amico di DONDI- DE MARIGNY è alle prime esperienze da tecnico ma sempre sponda PARMA DONDI così come PRESTERA TUTTI DONDIANI-GAETANIELLO figlio del GAETANIELLO dirigente del coni a tirrenia ed ex giocatore di rugby roma, parma etc etc nonchè uno dei primi veri professionisti anni 70/80 in italia……odiato dai suoi stessi ex compagni di squadra-ZAGHINI è il preparatore atletico che forse è l’unico che si guadagna il pane lavorando con coscienza con un passato da ex portiere di calcio e preparatore atletico con il VIADANA campione d’italia e ex PARMA di CAVINATO, i risultati sono dalla sua parte. CRIALESI non so chi sia ma conoscendo il modo di fare della FIR può essere solo uno di basso profilo perchè per fare il medico in una accademia devi avere tempo e un vero professionista medico non può avere tempo da perdere tutti i giorni dietro a una struttura come questa….a TIRRENIA il medico era un pensionato. GAVAZZI non centra nulla con calvisano e credo che sia originario di ROMA o ABRUZZO m NON è FISIOTERAPISTA MA UN SEMPLICE MASSAGGIATORE CHE ERA DISPONIBILE A STARE A TIRRENIA per due lire……perchè la gente che va in queste strutture non ha un contratto ricco e questo è risaputo. Chi ha un buon contratto sono i CAVINATO, GUIDI, ASCIONE I DUE TROIANI, CHECCHINATO, tutti gli altri sono sotto ricatto, della serie o questo o niente. In tutti i modi è solo un gran carrozzone con i soliti nomi ormai da anni

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi