News Rugby Internazionale

Sport e concussion: domani a Dublino importante riunione tra gli sport di contatto

Scritto da Andrea Nalio

‘La concussion è un problema primario per ogni sporti e il rugby sta continuando a collaborare con altre discipline ed esperti per assicurare i migliori programmi di protezione degli atleti a tutti i livelli’. A parlare è il numero uno di World Rugby, Bill Beaumont che domani si riunirà a Dublino insieme ai rappresentanti di Rugby League, Football Americano, Hockey e Football Australiano per discutere dei progressi e delle nuove misure da attuare in ottica concussion. Un problema, quest’ultimo, che sta coinvolgendo i giocatori in maniera sempre più capillare e nei confronti del quale i leader dei maggiori sport di contatto al mondo vogliono trovare un rimedio. World Rugby ha inasprito le sanzioni in merito al placcaggi alti, la Uefa ha iniziato un’analisi per capire le connessioni tra la demenza e i colpi ricevuti in campo dai calciatori mentre nella NRL tre club hanno rotto i protocolli di concussion. Nel 2016 poi, 5000 giocatori di football americano hanno citato in giudizio la NFL (causa da 1 Miliardo di Dollari) colpevole di aver nascosto volontariamente le conseguenze derivate dai colpi ricevuti in campo dagli atleti.

Biografia

Andrea Nalio

Polesano, giornalista pubblicista dal 2008, lavora come free lance a Londra e rappresenta l'anima operativa di RugbyMercato.it. Nel recente passato ha collaborato con i quotidiani Il Resto del Carlino e La Voce di Rovigo e condotto la trasmissione "Linea di Meta" per Radio Kolbe.
Ha pubblicato anche un libro: «Pepenadores. Insieme ai cacciatori di rifiuti»: Reportage sulla dignità dei riciclatori informali della discarica di Oaxaca (Messico).

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi