Rugby Economy

Stadio Brianteo, dalle polemiche al tribunale?

Scritto da Manuel Zobbio

La questione stadio Brianteo di Monza potrebbe risolversi in tribunale: in occasione della seconda gara di Heineken Cup (avversario l’Ulster) si era scatenata infatti la polemica, mezzo stampa e tramite dichiarazioni al vetriolo, con il l’Ac Monza Brianza. Al centro della contesa l’utilizzo degli impianti e la possibile concomitanza con Monza-Bevevento, che aveva messo a rischio l’organizzazione dell’evento, per l’impossibilità di seguire i regolamenti ERC. Polemica che non si è certo placata, vista l’ultima mossa del Calcio Monza: «Per evitare le problematiche sorte in occasione delle partite degli Aironi Rugby disputatesi allo Stadio Brianteo gli scorsi novembre e dicembre – recita il comunicato diramato il 22 dicembre scorso – l’Ac Monza Brianza ha rifiutato l’anticipo della partita Monza-Reggiana (anche il posticipo al lunedi, richiesto, non è stato accordato), che quindi si disputerà regolarmente domenica 15 gennaio, il giorno dopo l’incontro di Heineken Cup che coinvolge gli Aironi».

«Questo avviene a testimonianza della assoluta buona volontà della Società bianco-rossa di dimostrare con i fatti il desiderio di contribuire a limitare eventuali disagi relativi all’organizzazione dell’evento rugby-stico e dimostra rispetto nei confronti del territorio, degli appassionati della palla ovale e della tifoseria biancorossa». Il testo continua poi con una precisa accusa nei confronti della società rugbistica: «Tutto ciò avviene nonostante la società Aironi Viadana non abbia ancora adempiuto, secondo quanto previsto da contratto, al pagamento dell’affitto dello Stadio per la scorsa partita di dicembre».

Non si è così fatta attendere la spiegazione degli Aironi: per le possibili sanzioni in arrivo per non aver messo a disposizione il campo nei tempi previsti dal regolamento (c’è tempo fino a fine gennaio per l’Ere), «gli Aironi Rugby non ha versato il canone relativo alla seconda partita e non intende versare il canone relativo alla prossima partita fino a quando non avrà la certezza di non aver subito alcun pregiudizio».

Polemiche, ma anche minacce di azioni legali: «Come già anticipato più volte, Aironi Rugby si riserva la possibilità di adire vie legali nei confronti di Ac Monza per la riparazione dell’intero pregiudizio». Vi sarebbero infatti più di un aspetto contrattuale non rispettato dalla società di calcio: «Il protocollo prevede che la pulizia dell’impianto al termine delle partite degli Aironi è a carico del Comune di Monza, non di Aironi Rugby – e anche la questione parcheggi – la gratuità dei parcheggi è prevista dall’articolo 10 del contratto di concessione dello stadio Brianteo (estratto in allegato) che affida la gestione dei parcheggi all’Ac Monza solo durante le proprie partite di campionato o durante attività organizzate sotto la gestione diretta di Ac Monza».

Aspetti non da poco, che rendono la questione realmente spinosa. Tra i buoni propositi per il nuovo anno, c’è sicuramente una questione non da poco da risolvere.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi