Eccellenza Italia

TEMPI STRETTI PER L'AQUILA RUGBY

Tommaso Cantalini, sulle pagine de Il Centro, Quotidiano dell’Abruzzo, fa il punto sulle ultime novità in casa L’Aquila:

Ancora una settimana di attesa prima di conoscere il futuro dell’Aquila rugby 1936. È rimasto in corsa per l’acquisto della società il solo gruppo Navarra. La nuova proposta d’acquisto, presentata alla fine di maggio, prevede infatti la conclusione della trattativa entro il 13 giugno prossimo, con gli acquirenti pronti a ripianare i debiti accumulati in questi ultimi anni, fino all’ammontare di un milione di euro.
Gli attuali proprietari, oltre a valutare la nuova offerta, sono impegnati nel contattare gli avvocati degli ex atleti, che vantano spettanze arretrate. La stessa proposta formulata da Walter Navarra prevede, come condizione per i soci cedenti, l’impegno a sanare i lodi arbitrali prima della cessione delle quote. Il tempo stringe ed occorre fornire le relative liberatorie, al fine di evitare il rinvio a giudizio da parte del procuratore federale che, in virtù dei primi pagamenti effettuati, ha ulteriormente posticipato la convocazione della società aquilana.
Ad oggi, a fronte dei tre lodi pagati a Gert Peens, Martin Daniel Roccuzzo e Rik Dolcetto, devono essere ancora risolti quelli definiti con Gerard Fraser, Gaston Llanos, Ludovico Nitoglia, Federico Angeloni, Lorenzo Bocchini, Emanuele Leonardi e Lucke Myring. La lista potrebbe allungarsi ulteriormente mercoledì, quando saranno discussi altri lodi, proposti da atleti della passata stagione. Decisamente più lieve la situazione stipendi dell’ultima gestione con una mensilità mancante all’appello, ma con il presidente Romano Marinelli che, con un comunicato, ha tranquillizzato sull’imminente pagamento.
Preoccupa il presente, anche in funzione del futuro, tutto ancora da scrivere. Un grido d’allarme arriva da Pino Alleva, team manager neroverde, che ha avuto modo di accertare come le altre società dell’eccellenza abbiano già iniziato a programmare la nuova stagione: «Voglio fare un appello all’attuale proprietà, alla Carispaq e al gruppo intenzionato ad acquistare L’Aquila rugby. Non c’è più tempo da perdere. Dai contatti informali che ho avuto in questi ultimi giorni, ho potuto constatare che gli atleti migliori, hanno già definito la loro posizione. Allo stato attuale noi disponiamo solo di due ragazzi sotto contratto, capitan Maurizio Zaffiri ed il giovane pilone Nicola Breglia. Tutti gli altri, compreso lo staff tecnico, aspettano di essere contattati per capire se rientrano nei programmi societari. Si rischia di perdere qualche componente importante della squadra, che quest’anno si è salvata con merito e in anticipo».
Tra i pezzi pregiati della rosa il trequarti Stefano Paolucci. Considerevoli i suoi numeri stagionali con 18 presenze, 177 punti e 5 mete realizzate in campionato. Nonostante la situazione incerta, è forte la sua voglia di giocare ancora per la maglia della sua città: «Il mio desiderio è quello di rimanere all’Aquila per migliorare le mie prestazioni. So che devo lavorare ancora molto e in questi giorni, insieme ad altri compagni come Marco Di Massimo, sto seguendo un dettagliato programma di allenamento. Il mio desiderio è crescere di livello e crescere in tutte le fasi di gioco».

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi