Altro Rugby Internazionale

UNDER 20: SCONFITTA ANCHE CONTRO IL GALLES

Mezzora, poi il buio. L’Italia U20 esce sconfitta per 6-56 dal Monigo di Treviso, sconfitta dal Galles nel terzo ed ultimo turno della fase a gironi dei Mondiali di categoria, ed adesso dovrà disputare i play-out dal 9° al 12° posto per evitare l’ultima piazza e garantirsi la permanenza nell’elite internazionale.

A Treviso gli Azzurrini di Andrea Cavinato concedono una meta dopo appena nove minuti ai gallesi, che allungano subito sullo 0-8 grazie ad un piazzato messo a segno in apertura, ma almeno inizialmente danno l’impressione di poter reggere il passo dei giovani dragoni: emblematici i dieci minuti spesi sui cinque metri avversari nella parte centrale del primo tempo, con la mischia gallese costretta a ricorrere al fallo sistematico per non soccombere. Potrebbe anche starci la meta tecnica, ma il neozelandese White lascia correre.

L’Italia è tutta o quasi lì: il drop del baby Campagnaro al ventottesimo illude il pubblico del Monigo (oltre tremila spettatori), poi inizia il monologo del Galles con l’estremo Rhodri Jones che alla mezzora, su un pallone di recupero, taglia tutto il campo e vola in mezzo ai pali.

Gennari dalla piazzola prova a metterci una pezza pochi minuti dopo, accorciando sul 6-18, ma saranno gli ultimi punti dell’Italia: le due mete che il Galles confeziona nei minuti finali del primo tempo mandano le squadre a riposo sul 6-28.

Nel secondo tempo, i gallesi tengono la partita in pugno, concedono poco o nulla ad un’Italia frustrata, incapace di reagire, che finisce per concedere agli ospiti altre quattro mete uscendo dal campo – applaudita dal pubblico trevigiano – sconfitta per 6-56.

Adesso gli Azzurrini, ultimi nel girone A, devono aspettare la conclusione degli altri match della terza giornata per conoscere il nome della squadra che affronteranno mercoledì a Rovigo nella semifinali dei play-out.

Aggiornamenti su Federugby.it e sul sito ufficiale dei Mondiali U20, www.irb.com/jwc

Treviso, Stadio Monigo – sabato 18 giugno

Junior World Championship, I fase, III giornata

Italia v Galles 6-56

Marcatori: p.t. 7’ cp. Morgan (0-3); 9’ m. Young (0-8); 28’ drop Campagnaro (3-8); 30’ cp. Morgan (3-11); 31’ m. Jones Ro. tr. Morgan (3-18); 35’ cp. Gennari (6-18); 38’ m. Hamilton (6-23); 45’ m. Walker (6-28); s.t. 6’ m. Evans tr. Morgan (6-35); 13’ m. James tr. Morgan (6-42); 37’ m. Jones Rh. tr. Morgan (6-49); 43’ m. Siggery tr. Morgan (6-56)

Italia: Gennari; Calabrese, Alberghini, Castello, Morsellino (17’ st. Menon); Campagnaro, Palazzani; Bocchi, Ruffolo, Ghiraldini E. (36’ pt. Riccioli, 19’ st. Callori di Vignale); Gerosa (28’ st. Bruni), Balsemin (25’ st. Mammana); Leso (cap, 7’ st. Cagna), Maistri (7’ st. Lupetti), Quaglio (35’ st. Maistri)
all. Cavinato

Galles: Jones Ro., Williams L. (19’ st. Shingler), Williams O. (15’ st. Evans I.), James, Walker; Morgan, Evans J. (27’ st. Evans J.); Thomas (25’ st. Siggery), Young, Hamilton; Hill (29’ st. Sheppeard), Cook (cap); Taylor, Myhill (17’ st. Sollis), Smout (4’ st. Jones Rh.)
all. Webster

arb. White (Nuova Zelanda)

 

Le dichiarazioni del dopo partita:

Andrea Cavinato è scuro in volto dopo la pesante sconfitta per 6-56 subita questa sera dalla sua Italia 20 contro il Galles al Monigo di Treviso. Un risultato che condanna Leso e compagni ai play-out per il nono-dodicesimo posto, a lottare sino in fondo per la salvezza: mercoledì sera alle 20.10, a Rovigo, l’Italia troverà nuovamente l’Argentina come avversaria nella lotta per la salvezza e dovrà cercare di fare meglio rispetto a martedì scorso, quando i Pumitas hanno battuto per 27-3 gli Azzurrini.
“Non rimprovero nulla alla squadra per la partita di questa sera con il Galles, i ragazzi si sono battuti con orgoglio e cuore, cercando di andare oltre i propri limiti. Abbiamo affrontato questo Mondiale con l’obiettivo di confermarci nell’elite, è un obiettivo ancora possibile e faremi di tutto per raggiungerlo, cominciando dalla partita di semifinale di mercoledì a Rovigo (contro l’Argentina). Giocare ogni quattro giorni è molto faticoso per questa squadra, la maggior parte dei giocatori milita nel campionato U20 dove il ritmo di gioco e la fisicità sono molto più bassi, purtroppo la formula di questo Mondiale non ci agevola ma la conoscevamo. Oggi il Galles ha dimostrato di essere più forte, l’Italia ha dato tutto quello che poteva dare ma alla fine è crollata fisicamente” ha detto il tecnico degli Azzurrini”.

“Davanti abbiamo provato a metterli in difficoltà ed a tratti ci siamo anche riusciti – ha detto il capitano Piermaria Leso – ma il Galles ha giocato veramente una grande partita, con la Nuova Zelanda si erano nascosti, il 92-0 non è un risultato reale per il valore di questo XV gallese”.

Jacopo Bocchi, numero otto della Benetton Treviso, tra i migliori del pack italiano questa sera: “Nella fase centrale del primo tempo abbiamo avuto un ottimo momento, messo sotto pressione sui loro cinque metri i gallesi: eravamo vicini nel punteggio, poteva starci la meta tecnica ma l’arbitro non è stato di questa opinione. Peccato, perché sicuramente quella marcatura non avrebbe cambiato le sorti finali dell’incontro ma avrebbe potuto darci maggiore fiducia per il resto della partita”.

Biografia

Manuel Zobbio

Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha collaborato con Rugby! magazine, il settimanale lameta, MondoRugby e l'European Rugby Cup. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi