PiazzaRugby

Rabodirect Pro12, ko Benetton e Zebre

Scritto da Manuel Zobbio

E’ il quarto tentativo quello buono per gli Scarlets, per cogliere la prima vittoria a Monigo contro Treviso e pareggiare, così, il conto degli scontri diretti celtici.
La partita si apre male per i Leoni che vanno sotto nel punteggio con un calcio piazzato di Thomas, nonostante una buona fase di possesso ed attacco.
Lo stesso mediano di apertura ospite sbaglia qualche minuto dopo quello che sembrava quasi un calcio di rigore.
E allora Treviso può rialzare la testa e guadagnare con la mischia il calcio del pareggio, realizzato da Mat Berquist.
La squadra gallese si dimostra all’inizio più rodata di quella italiana e al 24′ trova la meta con maul avanzante che porta oltre il tallonatore Myhill.
Mat Berquist sfrutta il piede preciso per portare a -2 i suoi successivamente, ma nemmeno il tempo di esultare che gli Scarlets trovano la seconda meta di giornata.
Azione al largo a sfruttare la superiorità numerica, con Climo che schiaccia in bandierina.
Nel finale della frazione di gioco, Mat Berquist porta le due compagini al riposo sul 9-13.
Si apre nel peggiore dei modi, però, la ripresa per Valerio Bernabò e compagni. Un fuorigioco non visto da il la all’azione di Climo che intercetta un passaggio di Andrea Pratichetti e vola al centro dei pali.
Reazione biancoverde affidata ancora una volta al piede del neozelandese e risultato che al 5′ è sul 12-20.
Gli Scarlets trovano, tuttavia, nel giro di pochi secondi, addirittura la meta del bonus. Buono spunto di Kristian Phillips che trova un varco, sfruttando anche quella che sembra un’evidente ostruzione.
Nessuno riesce a recuperare l’ala gallese che fissa Ludovico Nitoglia e serve Gareth Davies, già autore di una doppietta personale all’andata a Llanelli.
Al 16′ l’azione più pericolosa del Benetton, con un buono spunto di Andrea Pratichetti ed il sostegno di Brendan Williams, ma comunque l’attacco non sortisce l’effetto sperato.
Il Benetton vuole recuperare e inizia nell’ultimo quarto di gara, con un drive che avanza e porta in meta Robert Barbieri per il 19-27.
Una disattenzione difensiva, però, costa l’ennesima marcatura pesante ai padroni di casa e chiude di fatto la partita a 15′ dalla fine con Owen che trova il varco tra Corniel Van Zyl e Mat Berquist e serve Kristian Phillips che deve praticamente solo schiacciare al centro dei pali.
Alcuni cambi da parte di Marius Goosen portano forza nuova nel Benetton e proprio da uno dei tre permit player, il seconda-terza linea del Mogliano, Meyer Swanepoel arriva la seconda meta biancoverde che accorcia a – 8 la distanza tra le squadre sul 26-34.
Ed è destinata ad essere ulteriormente ridotta, con una bella azione al largo di Brendan Williams, che serve poi Ludovico Nitoglia. Meta alla bandierina e solo un punto tra le due squadre.
Un’illusione purtroppo che dura poco, con Jordan Williams che segna ancora e si guadagna il titolo di RaboDirect Man of the Match e fissa lo score finale sul 33-41.

MARCATORI: pt 9′ Thomas p.; 18′ Berquist p.; 24′ Myhill meta; 31′ Berquist p.; 37′ Climo meta; 40′ Berquist p.; st 2′ Climo meta tr. Thomas; 5′ Berquist p.; 7′ G. Davies meta tr. Thomas; 20′ Barbieri meta tr. Berquist; 24′ K. Phillips tr. Thomas; 29′ Swanepoel meta tr. Berquist; 34′ Nitoglia meta tr. Berquist; 38′ J. Williams meta tr. Thomas.
BENETTON TREVISO: Berquist; Nitoglia (st 35′ Bacchin), Pratichetti, Sgarbi, B. Williams; Di Bernardo (st 3′ Barbieri), Semenzato (st 34′ Ambrosini); Filippucci, Derbyshire, Loamanu; Van Zyl (st 25′ Swanepoel), Bernabò; Fernandez-Rouyet, Sbaraglini (st 34′ Ceccato), Muccignat (st 21′ Di Santo). A disp.: Acosta, Maistri. All. Goosen.
SCARLETS: J. Williams; K. Phillips, Maule (st 1′ Owen), Warren, Climo; Thomas, G. Davies (st 34′ A. Davies); McCusker, Barclay, Turnbull; Kelly (st 15′ Snyman), Earle; Adriaanse (st 1′ Lee, st 39′ Adriaanse), Myhill, John (st 25′ Evans). A disp.: E. Phillips, Rawlins, Lewis. All. Easterby.
ARBITRO: Linton della Federazione Scozzese.
NOTE: pt 9-13; spettatori: 2918; RaboDirect Man of the Match: Jordan Williams (Scarlets); calciatori: Benetton Treviso 7/7 (Berquist 7/7), Scarlets 5/8 (Thomas 5/8); punti in classifica: Benetton Treviso 0, Scarlets 5.

Forfait dell’ultimo minuto di Leonard: è Chillon a far coppia col debuttante Haimona subito protagonista in attacco al sesto minuto con un break centrale che per poco non manda in meta Quartaroli. Il Leinster spinge ma s’infrange per tre volte contro la difesa di casa sulla linea dei 22 bianconeri che invece sbloccano il tabellino sempre dopo un buon break. Questa volta è Vunisa a rompere la linea ospite riciclando per Biagi. L’azione si sposta sull’out sinistro dove è Van Schalkwyk a concludere l’azione dopo diversi raccogli e vai degli avanti bianconeri. Dura pochi minuti il vantaggio del XV del Nord-Ovest punito dagli irlandesi dopo una mischia giocata ai 5 metri con veloce mediano Cooney, premiato poi come migliore in campo. Sale la pressione del pack ospite alla mezz’ora -appena prima che Ferrarini lasci il campo zoppicante per Cristiano- ma è alla mano che la formazione di O’Connor sembra giocare meglio e guadagnare territorio, entrando spesso nei 22 italiani ma scontrandosi contro una buona difesa. Tanto possesso per i dubliners ma Aguero e compagni concedono solo un piazzato a pochi secondi dall’intervallo che il neozelandese Gopperth spedisce in mezzo ai pali. La seconda frazione parte subito col Leinster vicino alla meta: è il nuovo entrato McGrath a mantenere alto il ritmo dell’attacco della franchigia di Dublino che al cinquantesimo sbaglia il piazzato per portarsi oltre al break. Aguero suona la carica per i suoi appena prima che Reid sfrutti un veloce contrattacco per segnare la seconda meta ospite. Ricuce subito Haimona dalla piazzola a segnare i primi punti del secondo tempo delle Zebre ma è ancora il Leinster a segnare: la terza meta ospite è opera dell’estremo Kirchner che sorprende la linea delle Zebre dopo essere stata impegnata duramente in diversi pick & go vicino alla linea. Le Zebre vanno vicine alla seconda meta a dieci dal termine ma l’azione si spegne con un tenuto vicino all’obiettivo: stessa situazione dalla parte opposta. Gli irlandesi spingono alla ricerca della meta del bonus per le ambizioni di alta classifica. Tiene la difesa delle Zebre in diversi assalti ma capitola poi a due minuti dal termine per la quarta volta concedendo il punto addizionale a Cullen e compagni.

L’analisi dell’head coach dei bianconeri Andrea Cavinato :”Le Zebre sono mancate rispetto alle ultime prestazioni  nella capacità di salire con più veemenza e velocità in difesa per mettere al giusta pressione quando si placcava. Loro sono stati molto abili negli offload a tenere attivo il pallone: noi poco reattivi, assolutamente. Non si possono imputare solo ai giocatori le colpe di questa sconfitta: la squadra sembrava più pesante del solito in campo; dovremo rivedere questo aspetto. Ringrazio ufficialmente i permit players: hanno dimostrato in campo che la scelta nostra nei loro confronti è stata corretta. Hanno mostrato la volontà di essere a questo livello ed essere giocatori di qualità: ciò ci fa ben sperare per il futuro”.

Zebre Vs Leinster 8-31 (p.t. 5-10)
Marcatori: p.t. 15‘ m Van Schalkwyk (5-0); 22‘ m Cooney tr Gopperth (5-7); 40‘ cp Gopperth (5-10) s.t. 15’ m Reid tr Gopperth (5-17); 18‘ cp Haimona (8-17); 26‘ m Kirchner tr Madigan (8-24); 38‘ m Hudson tr Madigan (8-31)
Zebre: Trevisan, Toniolatti, Quartaroli, Ratuvou, Odiete (15’ s.t. Berryman), Haimona (29’ s.t. Bisegni), Chillon; Vunisa, Van Schalkwyk (23‘ s.t. Bernini) , Ferrarini (31’ Cristiano), Biagi, Caffini (5‘ s.t. Van Vuren, Chistolini (12’ s.t. Ryan), D’Apice (26‘ s.t. Giovanchelli), Aguero (cap) (26‘ s.t. De Marchi) All.Cavinato
Leinster: Kirchner, Fanning, Macken, Reid, Coghlan-Murray (32’ s.t. Hudson), Gopperth (23’ s.t. Madigan), Cooney (1’ s.t. McGrath); Murphy, Jennings, McLaughlin (16’ s.t. Ryan), McCarthy (29’ s.t. Denton), Cullen (cap), Furlong (16’ s.t. Bent), Dundon (26’ s.t. Tracy), Bent (1’ s.t. O’Connell, 38’ s.t. Byrne) All.O’Connor
Arbitro: Neil Hennessy (Wales Rugby Union).
Assistenti: Filippo Bertelli e Francesco Russo (Entrambi Federazione Italiana Rugby)
TMO: Carlo Damasco (Federazione Italiana Rugby)
Calciatori: Haimona (Zebre) 1/2 , Gopperth (Leinster) 3/4, Madigan (Leinster) 2/2
Note: Serata con cielo sereno. Temperatura 8° .Terreno in buone condizioni. Spettatori 1450. Esordio in bianconero in RaboDirect PRO12 per i permit players Haimona, Bernini, Giovanchelli e Bisegni.
RaboDirect PRO12 man of the match: Cooney (Leinster)
Punti in classifica: Zebre 0, Leinster 5

Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma martedì 11 Febbraio 2014 per preparare la sfida del quattordicesimo turno della RaboDirect PRO12 di sabato 15 Febbraio in Irlanda contro il Munster. Calcio d’inizio al Musgrave Park di Cork alle ore 19.45  italiane.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi