PiazzaRugby

Reggio chiude in bellezza, in meta Bergonzini

Scritto da Manuel Zobbio

Chiudono con una vittoria i Lyons, 5 punti che non fanno altro che consolidare il secondo posto alle spalle di Recco, travolto dall’Accademia FIR, ma in campo c’era una sorta di seconda squadra, con i titolari lasciati quasi tutti a riposo in vista della sfida play-off col CUS Verona.
Chiude invece la stagione con una bella prestazione il Rugby Reggio, i Diavoli onorano fino in fondo una stagione vissuta al di sotto delle attese e riscattano il 26-17 dell’andata. In meta Tomaso Bergonizini, tallonassero/n.8 di 187 cm per 113 kg, sempre più leader nel pack rossonero.
Serie A – Pool Promozione I: Pro Recco 38, Lyons 36, Accademia FIR 27, Reggio 26, Gran Sasso 21, Prato Sesto 2


U.R. PRATO SESTO – Sitav RUGBY LYONS 25–33

I Lyons chiudono la poule promozione con la vittoria sul campo del Prato Sesto al termine di un incontro non particolarmente brillante, ma denso di emozioni. I bianconeri erano partiti subito a razzo marcando dopo meno di un minuto con il capitano Mirko Benelli. Nei primi venti minuti sono poi arrivate anche le mete di Amadasi e Soffientini che facevano pensare ad una semplice gestione dell’incontro da parte dei leoni piacentini. In realtà i ragazzi di Rolleston si sono dovuti confrontare con la rimonta da parte dei toscani che prima della conclusione del primo tempo sono riusciti a rimettere in piedi la partita grazie a due mete ottenute dagli avanti e da un drop di un ispirato Rima Wakarua. La prima frazione di gioco si è dunque conclusa sul 17 a 19 in favore dei Lyons, ma con i giochi ancora più che aperti. La ripresa ha visto il gioco stazionare a lungo senza che nessuna delle due formazioni trovasse la via della marcatura che è arrivata grazie a Subacchi al 25’. Il Prato però non si è perso d’animo: è rimasto attaccato al risultato e a meno di dieci minuti dalla fine ha avuto l’occasione di passare in vantaggio per la prima volta dall’inizio del match. Natali infatti ha mancato la trasformazione dopo la meta. Il risultato era allora diventato di 26 a 25 per i bianconeri che a tempo ormai scaduto hanno chiuso i conti con la seconda meta personale di Subacchi.

Marcatori: 1′ mt Benelli tr Cammi (0-7), 11′ mt Amadasi tr Cammi (0-14), 18′ mt Soffientini (0-19), 25′ mt Prato tr Wakarua (7-19), 30′ mt Prato tr Wakarua (14-19), 39′ drop Wakarua (17-19), 65′ mt Subacchi tr Cammi (17-26), 68′ cp Natali (20-26), 73′ mt Prato (25-26), 80′ mt Subacchi tr Cammi (25-33).
U.R. PRATO SESTO: Torri, Turchi, Nannini A., Natali F., Randelli, Wakarua, Natali M., Basso, Martelli, Boscolo, Gianassi, Fabbri, Bessi, Perissa, Nannini F.
A disp.: Ruotolo, Malpezzi, Ciolli, Calamai, Noviro, Tassi, Ciardi, Banchini
Sitav RUGBY LYONS: Amadasi (66′ Albertin), Boreri, Subacchi, Gherardi, Bellassi, Cammi, Colpani, Bance, Larsen, Tarantini, Soffientini (62′ Campioni), Zilocchi, Paoletti (40′ Greco), Benelli (40′ Prette), Singh.
A disp.: Vitiello, Fornari, Rivetti, Zucconi,


ACCADEMIA NAZIONALE I. FRANCESCATO – PRO RECCO 67-7 (41-7)

Con già in tasca la certezza matematica del primo posto nella poule, la Pro Recco sabato ha schierato a Colorno contro l’Accademia una formazione del tutto inedita, composta da atleti della squadra Cadetta e dell’U18. Nel bell’impianto emiliano, un nutrito gruppo di tifosi e la prima Squadra quasi al completo hanno sostenuto con calore i ragazzi in campo, che hanno onorato giocando con impegno e determinazione quello che per quasi tutti è stato il primo cap della vita in serie A. Il risultato finale di 67-7 non lascia dubbi sulla superiorità degli accademici federali.

Marcatori: 5 Mt Lombardo; 9 Mt Giammarioli; 11 Mt paletta tr Azzolini; 221 Mt tecnica Recco tr Gaggero; 24 Mt Lombardo; 26 Mt Agbasse; 30 Mt Ferrari M. tr Azzolini; 35 Mt Luus tr Azzolini; II° tempo: 2 Mt Agbasse; 24 Mt Agbasse tr Azzolini; 26 Mt mantelli tr Azzolini; 28 Mt Amendola tr Azzolini.
ACCADEMIA F.I.R.: Masato, Agbasse, Paletta, Gabbianelli (40 Musso), Lombardo (40 Minozzi), Azzolini, Ferrari Matteo (50 Mantelli), Giammarioli (46 Cissè), Ciotoli, Bergamin, Ortis, Chiappini (46 Fragnito), Pavesi (42 Amendola), Luus (40 Ferro Marco), Dalla Valle (50 Barducci). All.: De Marigny Roland
RECCO: Gaggero, Correoso, Cinquemani, Tagliavini J., Mitri, Tagliavini L. (49 Gatti), Di Tota (49 Bertagnon), Torchio, Ferrari F., Barisone, Mina (3 Cavallo), Maggi (29 canoppia) (65 Bedocchi), Massone (55 Rapone), Conca (44 Ferro T.), Torres. Allenatore: Villagra-Ceppolino.
Arbitro. Damasco.
Note: Cartellino giallo al 62 per Ferrari F.


REGGIO RUGBY – GRAN SASSO RUGBY 24–10

L’inizio è a favore del Gran Sasso che nei primi otto minuti segna due mete non trasformate di Parisse e Santavicca, ma i Diavoli sanno reagire subito con Caminati che all’11’ in velocità schiaccia la palla in meta seguito da Fiume, che va in meta dopo un’azione concertata con Tognolli e Dell’Acqua, e da Bergonzini che va in meta su run in maul. A trasformarle tutte e tre ci pensa Fontanesi che poi si ripropone al 31’ con un calcio piazzato che chiude il primo tempo sul 24-10. Il secondo tempo è privo di punti e ricco di cambi con Mandelli che fa entrare tutti i suoi che si rendono protagonisti di qualche bella azione ma senza finalizzare. Ciò che non è mancato invece è il sostegno del pubblico che ha salutato i suoi Diavoli e la stagione con un lungo applauso.

Marcatori: p.t. 6’ meta Parisse (Gran Sasso) (0–5), 8’ meta Santavicca (Gran Sasso). (0–10), 11’ meta Caminati (Reggio) tr. Fontanesi (7–10) , 14’ meta Fiume (Reggio) tr. Fontanesi (14–10), 21’ meta Bergonzini (Reggio) tr. Fontanesi (21–10), 31’ cp. Fontanesi (Reggio) (24–10)

REGGIO RUGBY: Bricoli (48’ Garulli), Daupi (53’ Canali), Masini, Carbone, Caminati; Fontanesi, Cazenave; Mannato (72’ Vaki), Rimpelli (65’ Chiesi), Dell’Acqua; Maccagnani (65’ Poli), Caselli; Fiume (70’ Rizzelli), Bergonzini (52’ Gatti), Tognolli (53’ Lanzano).
A disposizione: Gatti, Tognolli, Rizzelli, Vaki, Chiesi, Canali, Garulli, Poli. All. Roberto Mandelli
GRAN SASSO RUGBY: Fattore (41’ Pallotta), Anibaldi (55’ Servadio), Guardiano, Feneziani (51’ Caione), Santavicca (79’ Chiarizia); Lorenzetti, Brandizzi; Parisse, Pattuglia, Giammaria (53’ Di Febo); Guerriero (48’ Giampietri), Vaggi; Colaiuda (55’ Paolucci), Iezzi, Mandolini (55’ Cacchione).
A disposizione: Cacchione, Chiarizia, Di Febo, Giampietri, Pallotta, Caione, Servadio, Paolucci. All. Pierpaolo Rotilio
Arbitro: Russo (Milano)
G.d.l: Borraccetti (Forlì), Poggipollini (Bologna)
Cartellini: 68’ giallo Cazenave (Reggio) e Paolucci (Gran Sasso)
Calciatori: Fontanesi (Reggio) tr. 3/3, cp. 1/1, Lorenzetti (Gran Sasso) tr. 0/2

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi