Zebre

Aironi sconfitti dai Glasgow Warriors

Scritto da Manuel Zobbio

Agli Aironi non riesce la doppietta scozzese. Dopo aver battuto Edimburgo, i nero-argento vengono sconfitti allo Zaffanella dai Glasgow Warriors nell’ottavo turno di RaboDirect PRO12. A decidere la gara sono i calci di Duncan Weir. La ventenne apertura scozzese mette tra i pali 5 punizioni e un drop firmando tutti i 18 punti dei Warriors e confermandosi così in vetta alla classifica dei marcatori stagionali. Pioggia e vento hanno reso difficile per entrambe le squadre giocare alla mano. Ne è uscita una partita tattica, in cui il gioco al piede di Glasgow alla lunga ha avuto la meglio su quello degli Aironi, imprecisi in alcune occasioni con Trevisan e Olivier. L’apertura sudafricana ha sbagliato anche i due calci che nella prima parte del secondo tempo avrebbero potuto riportare gli Aironi in parità sfruttando la superiorità numerica per il giallo a Beattie. Al contrario, nell’ultimo quarto di gara Glasgow ha controllato il ritmo e, pur senza mai avere vere occasioni in attacco, ha saputo colpire ancora dalla piazzola con Weir per portare il punteggio fino al 18-6 finale che mantiene i Warriors a ridosso della zona play-off e costringe invece gli Aironi – pur alla seconda gara consecutiva senza concedere mete all’avversario – alla prima gara casalinga della stagione senza punti guadagnati in classifica.

PRIMO TEMPO
Calcio d’inizio per Glasgow, che recupera immediatamente il pallone e conquista una punizione per un fallo degli Aironi sul punto d’incontro. Weir centra subito i pali portando in vantaggio gli ospiti e diventando il primo giocatore in stagione a superare i 100 punti realizzati in RaboDirect PRO12. Ci pensa comunque Naas Olivier già al 4’ a riportare il risultato in parità punendo un fuorigioco della linea scozzese: 3-3. Un pareggio che non ferma gli Aironi. I nero-argento recuperano il possesso sulla linea di centrocampo e un lungo calcetto a seguire di Masi costringe Glasgow a concedere una mischia ai 5 metri a favore di Bortolami e compagni. Il pacchetto degli Aironi costringe la mischia scozzese a un paio di falli, poi quando il gioco viene aperto, l’arbitro Phillips punisce nuovamente un intervento in ruck degli ospiti. Olivier va per i pali e porta in vantaggio gli Aironi 6-3 all’11’. Al quarto d’ora, però il piede di Weir ristabilisce di nuovo la parità a quota 6. Ancora Olivier prova a concretizzare il gioco degli Aironi con un drop dalla lunghissima distanza che però non centra i pali. Il rimbalzo dell’ovale sull’up n’ under di Seymour dice invece male agli Aironi e regala un nuovo calcio di punizione a Glasgow che Weir ovviamente trasforma per 9-6 scozzese al 22’. Il piede dell’apertura dei Warriors non è invece preciso al 25’ quando prova il drop da posizione non impossibile mandando l’ovale a lato dell’acca. Il vento e il terreno bagnato non rendono semplice la vita alle due squadre e anche i calciatori cominciano ad andare in difficoltà. Olivier per gli Aironi sbaglia un paio di calci di spostamento, Weir alla mezz’ora macchia invece la sua percentuale con un tentativo di trasformazione da dimenticare. L’ultima azione del primo tempo dice però bene a Glasgow, che risale il campo grazie a due falli degli Aironi e poi trova tre punti fortunati con il drop di Weir che prima colpisce il palo e poi entra fissando il parziale del primo tempo sul 12-6 a favore degli ospiti.

SECONDO TEMPO
Molto gioco tattico al piede anche in apertura di secondo tempo. Sono due giocate individuali di Sinoti e Masi a riportare in avanti gli Aironi, ma da una touche dentro i 22 i nero-argento non riescono a costruire una buona manovra. All’8’ una possibile svolta della partita. Già avvertito in precedenza dall’arbitro, Beattie si fa pescare nuovamente in fallo in ruck e viene punito col cartellino giallo. La punizione di Olivier viene frenata dal vento e quindi non cambia il risultato, ma gli Aironi restano in attacco in superiorità numerica. Altra opportunità per accorciare le distanze al 15’ grazie alla punizione conquistata dalla mischia ordinata. Da posizione defilata, però, Olivier non trova il bersaglio. Perse le opportunità di accorciare, gli Aironi si ritrovano a meno 9 al 22’ quando Weir centra ancora i pali da posizione agevole nella prima vera sortita della ripresa di Glasgow nella metà campo italiana: 6-15. Gli Aironi sostituiscono Toniolatti con Pizarro, spostando Masi estremo e Trevisan all’ala. A muovere il punteggio sono però ancora i Warriors, ancora una volta grazie al piede di Weir. L’apertura centra i pali da oltre 40 metri punendo un fallo della mischia ordinata degli Aironi: 6-18 al 31’. Situazione che si ripete poco dopo, con Weir che però sbaglia il suo secondo calcio. Il punteggio non cambia più fino alla fine, con Glasgow che così guadagna la sua quarta vittoria consecutiva e gli Aironi che invece per la prima volta in stagione non prendono punti in casa.

AIRONI – GLASGOW WARRIORS 6-18

Aironi: Trevisan; Toniolatti (s.t. 22’ Pizarro), Masi, Pratichetti, Sinoti; Olivier (s.t. 31’ Orquera), Tebaldi (s.t. 31’ Keats); Williams, Favaro, Cattina (s.t. 28’ Sole); Bortolami, Geldenhuys; Staibano (s.t. 36’ Redolfini), Ongaro, Aguero (s.t. 27’ Perugini). All. Phillips.

Glasgow Warriors: Murchie; Aramburu, Dunbar (s.t. 16’ Morrison), Nathan, Seymour (s.t. 12’ Hogg); Weir, Cusiter (s.t. 31’ Pyrgos); Beattie (s.t. 18’ Wilson), Barclay, Eddie; Kellock (s.t. 22’ Verbakel), Gray; Kalman (s.t. 18’ Reid), Hall (s.t. 31’ Gillies), Grant (s.t. 31’ Cusack). All.: Lineen.

Marcatori: P.t. 1’ c.p. Weir (0-3), 4’ c.p. Olivier (3-3), 11’ c.p. Olivier (6-3), 15’ c.p. Weir (6-6), 22’ c.p. Weir (6-9), 40’ drop Weir (6-12); S.t. 22’ c.p. Weir (6-15), 31’ c.p. Weir (6-18).

Arbitro: Phillips (Irlanda).

Note – P.t.: 6-12. Gialli: S.t. 8’ Beattie. Calci: Olivier 2/5 (drop 0/1, 6 punti), Weir 6/9 (drop 1/2, 18 punti). Spettatori: 2200. RaboDirect Man of the Match: Weir (Glasgow). Punti in classifica: Aironi 0, Glasgow Warriors 4.

Dall’Ufficio Stampa degli Aironi

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi