Zebre

Aironi sconfitti nell'anticipo di Cardiff

L’arrivederci all’Heineken Cup e il ritorno al RaboDirect PRO12 non serve agli Aironi per ritrovare una buona prestazione. Al Cardiff City Stadium, infatti, capitan Geldenhuys e compagni giocano un buon primo tempo, anche se non riescono a concretizzare quando si affacciano in attacco e concedono invece quattro piazzati che Dan Parks trasforma nei 12 punti che, di fatto, decidono la partita già nei primi 40 minuti. Nella ripresa gli Aironi si ritrovano subito in inferiorità numerica e subiscono la prima meta di Laulala. Poi, però, reagiscono e restano a lungo nella metà campo offensiva. Olivier sbaglia però i due piazzati che potrebbero riaprire la partita e Cardiff ne approfitta per sfruttare due clamorosi errori della difesa nero-argento e andare a marcare due mete quasi in fotocopia con Hewitt e James. A dare il punto di bonus ai Blues ci ha pensato Breeze a un quarto d’ora dalla fine. Nel finale gli Aironi provano almeno a togliere lo zero dal tabellino senza però riuscire a bucare la difesa di Cardiff e chiudendo così senza punti segnati.

PRIMO TEMPO
E’ Cardiff ad aprire le marcature dopo nemmeno tre minuti grazie al piede di Dan Parks, che trasforma una punizione da posizione centrale. Gli Aironi provano subito a farsi vedere anche in fase offensiva e, con Venditti e Tebaldi, trovano spazio per avanzare. Un passaggio su cui D’Apice non riesce ad arrivare permette però a Cardiff di ribaltare il campo e di mettere altri tre punti ancora con un piazzato di Parks, concesso per un’entrata laterale di Cattina. Al 10’ è 6-0 per i padroni di casa. Poco dopo è il mediano di mischia Rees a provarci con il piede, ma il suo drop è fuori misura. Attorno al 20’ il placcaggio di Cattina su Parks permette agli Aironi di recuperare il possesso e di arrivare fino sulla trequarti d’attacco grazie all’avanzata di Alberto De Marchi. Gli Aironi guadagnano una mischia su cui Staibano si procura una punizione utile per andare in touche vicino all’area di meta. Un’azione che però sfuma sul pallone perso in avanti da Olivier. Dopo diversi falli a favore, al 33’ Colgan fischia contro Staibano in una mischia ordinata a circa 40 metri dai pali. Parks si incarica della trasformazione e anche questa volta non fallisce fissando il risultato sul 9-0. Poco dopo è Venditti ad andare a contestare un pallone in ruck con l’arbitro Colgan che fischia una punizione discutibile a favore di Cardiff. Anche da posizione angolata, Parks non perdona e fa 12-0 al 38’.

SECONDO TEMPO
Parte la ripresa e gli Aironi rimangono subito in inferiorità numerica per il giallo a Sinoti, colpevole di un placcaggio pericoloso. La punizione che nasce dal fallo permette ai Blues di andare in touche ai 5 metri. Dopo alcuni raccogli e vai, Cardiff apre il gioco e trova la superiorità al largo per mandare in meta Laulala, entrato sul finire del primo tempo al posto dell’infortunato Czekaj. Parks sbaglia la trasformazione ma il risultato è comunque 17-0 per i padroni di casa. Il punteggio dei nero-argento non si sblocca nemmeno al 6’ perché la punizione di Olivier termina a lato dei pali. Al 7’ finisce la partita di Ferrarini, autore di una prova positiva al debutto da titolare con una continua presenza in fase difensiva, e al suo posto entra Viljoen. In questa fase gli Aironi continuano a rimanere nella metà campo offensiva e al 9’ il fallo di Filise regala un’altra opportunità dalla piazzola per Olivier, che però sbaglia anche da posizione agevole. Al 15’ il calcio di liberazione di Parks viene stoppato e dà una nuova possibilità agli Aironi, ma nonostante lo scatto Venditti non riesce a tenere in campo l’ovale a pochi metri dalla linea di meta. Per allentare la pressione, Cardiff inizia un lungo gioco tattico al piede che dura fino a quando un contrattacco di James lancia Hewitt, che buca tutta la difesa degli Aironi e può involarsi per metà campo per andare a schiacciare in mezzo ai pali. Ovviamente Parks non sbaglia la trasformazione per il 24-0 al 19’. Prima della ripresa del gioco i nero-argento sostituiscono i due piloni e Olivier con Keats, spostando Tebaldi apertura. Proprio Tebaldi al 23’ prova a lanciare Toniolatti con un calcetto, ma Rees arriva prima di tutti sull’ovale e manda in meta ancora indisturbato James. Parks trasforma e manda Cardiff avanti 31-0. A questo punto i padroni di casa giocano per il punto di bonus, che arriva immediatamente al 26’ quando il neo entrato Breeze raccoglie il pallone dalla base del raggruppamento e si allunga fino in area di meta. Sweeney trasforma il 38-0. Nel finale gli Aironi provano a ributtarsi in avanti per togliere lo zero dal tabellone, ma non basta stazionare a lungo all’interno dei 5 metri per battere la difesa dei Blues.

CARDIFF BLUES – AIRONI 38-0

Cardiff Blues: Czekaj (p.t. 39’ Laulala); Mustoe, Evans, Hewitt, James; Parks (s.t. 26’ Sweeney), Rees (s.t. 28’ Jones); Molitika, Navidi, Paterson (s.t. 27’ Jenkins); Tito (s.t. 27’ Screech), Cook; Filise (s.t 20’ Hobbs), Rhys Thomas (s.t. 24’ Breeze), Yapp (s.t. 15’ Trevett). All.: Burnell e Baber.

Aironi: Trevisan (s.t. 27’ Pratichetti); Toniolatti, Sinoti, Pavan (s.t. 27’ Quartaroli), Venditti; Olivier (s.t. 20’ Keats), Tebaldi; Sole, Ferrarini (s.t. 7’ Viljoen), Cattina; Biagi (s.t. 13’ Furno), Geldenhuys; Staibano (s.t. 20’ Romano), D’Apice (s.t. 15’ Ongaro), Al. De Marchi (s.t. 20’ Perugini). All.: Phillips.

Marcatori: P.t. 3’ c.p. Parks (3-0), 10’ c.p. Parks (6-0), 33’ c.p. Parks (9-0), 38’ c.p. Parks (12-0); S.t. 3’ m. Laulala (17-0), 19’ m. Hewitt tr. Parks (24-0), 23’ m. James tr. Parks (31-0), 26’ m. Breeze tr. Sweeney (38-0).

Arbitro: Colgan (Irlanda).

Note – P.t.: 12-0. Gialli: S.t. 2’ Sinoti. Calci: Parks 6/7 (16 punti), Rees 0/1 drop, Sweeney 1/1 (2 punti), Olivier 0/2, Tebaldi 0/1 drop. RaboDirect Man of the Match: Hewitt. Punti in classifica: Cardiff Blues 5, Aironi 0.

Dall’Ufficio Stampa degli Aironi

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi