Benetton Treviso

BATOSTA PER TREVISO A LEICESTER

Niente da fare, come da pronostico, nelle Midlands per il Benetton Treviso, contro i Leicester Tigers, chiamati ad una vittoria fondamentale per il passaggio del turno, condita anche da bonus mete ipotecato già nella prima frazione di gioco.
L’incontro si apre nel migliore dei modi per Ghiraldini e compagni, con Burton che si conferma uomo dei drop e realizza al 1′ il vantaggio ospite.
La reazione delle “tigri” di Welford Road è, tuttavia, immediata e produce il calcio piazzato di Flood al 9′ per il pareggio.
I biancoverdi soffrono il peso degli avanti inglesi nei primi quindici minuti e concedono ben cinque calci di punizione consecutivi.
L’ultimo da maul avanzante dei Tigers, costa il cartellino giallo a Lorenzo Cittadini. Pedro Di Santo entra per Ludovico Nitoglia per consentire la mischia successiva, ma il pack non si assesta e Leicester continua ad avanzare, consentendo a Crane di schiacciare all’angolino.
I Campioni d’Inghilterra concedono il bis con una splendida iniziativa personale di Hamilton al 25′. Flood incrocia all’interno per Crane che, placcato, riesce a riciclare per l’estremo ex All Blacks.
Il giocatore, rientrato da poco dal matrimonio in Nuova Zelanda, si invola verso la meta, evitando il placcaggio di Kris Burton.
Le difficoltà dei Leoni si vedono tutte cinque minuti più tardi. Youngs inventa un guizzo dei suoi e sfugge a Ludovico Nitoglia sull’out sinistro, riuscendo poi a servire Crane, che viene placcato in anticipo senza palla da Valerio Bernabò.
Il flanker romano subisce il secondo cartellino giallo dei suoi e il tentativo si rivela inutile, poichè i padroni di casa sfruttano il calcio di punizione con una mischia ai cinque metri che avanza fino a portare nuovamente Crane oltre la linea.
La reazione trevigiana arriva al 35′ con un buono spunto offensivo di Brendan Williams e il tentativo di giocare per fasi, ma senza fortuna perchè la difesa di Deacon e compagni è solida e tiene nel migliore dei modi.
Un minuto dopo è Allen a cercare il break per la quarta meta, ma l’azione sfuma per un successivo “in avanti” di Youngs.
E’ solo un anticipo di quello che dovrà succedere. Ad inventare e a rompere col fisico la linea avversaria è il più giovane dei fratelli Tuilagi, Manu, che serve poi Waldrom, che a sua volta allarga all’ala per Hamilton.
L’estremo viene placcato da Ludovico Nitoglia ma riesce a far vivere comunque l’ovale con un passaggio no look all’interno che trova pronto a raccogliere con una sola mano Alesana Tuilagi.
La stella samoana fa valere tutti i suoi 117 kilogrammi per resistere al disperato tentativo di Kris Burton e arrivare fino in fondo. Punto di bonus conquistato e primo tempo che si conclude sul 29-3 con la trasformazione di Flood.
La ripresa si apre proprio come era finita la prima frazione di gioco per i Leoni, con i Tigers che varcano nuovamente la linea di meta, ancora una volta con lo scatenato Crane.
E la situazione non accenna nemmeno a migliorare. Slater fa il break e imposta la ruck successiva. Youngs fa uscire velocemente il pallone, con Flood che va oltre e, placcato da Nitoglia, fa vedere tutte le sue qualità e le splendide mani trovando il passaggio per Waldrom che vola in meta.
I Leoni reagiscono, però, col giocatore più in evidenza: Brendan Williams. Il folletto australiano raccoglie palla da Fabio Semenzato e si infila tra Alesana Tuilagi e Slater. Il Tmo conferma la meta dell’estremo.
Incredibile, poi, quello che avviene al 20′. Treviso ottiene un calcio di punizione e chiede la mischia all’interno dei 22 del Leicester.
Zanni esce rapido e impegna diversi avversari. La palla viene mossa velocemente e arriva ad un indisturbato Alberto Sgarbi che non controlla bene l’ovale, ma riesce ad arrivare in meta palleggiandolo per tutta la distanza, riuscendo comunque a segnare, come nuovamente ravvisato dal Tmo.
I Tigers non si fermano, tuttavia, e continuano ad attaccare. Al 30′ un’azione offensiva costa il terzo cartellino giallo al Benetton Treviso, proprio per lo stesso Sgarbi.
Youngs batte velocemente il calcio di punizione, fissa Brendan Williams servendo ancora Hamilton per la meta, trasformata in drop da Flood.
La difesa del Benetton ormai non c’è più. Testa e fisico crollano e i Leoni subiscono altre due marcature. La prima di Manu Tuilagi che rompe il placcaggio di Burton e vola in meta, e la seconda del neoentrato Mafi all’angolino, che fissano il risultato finale sul 62-15.

LEICESTER TIGERS – BENETTON TREVISO 62-15 (p.t. 29-3)

LEICESTER TIGERS: Hamilton (st 32′ Staunton); M. Smith, M. Tuilagi, Allen, A. Tuilagi (st 13′ Aguilla); Flood, Youngs (st 34′ Grindal); Crane (st 24′ Mafi), Newby, Waldrom; Skivington, Deacon (st 1′ Slater); Cole (st 34′ Castrogiovanni), Chuter (st 11′ Hawkins), Ayerza (st 19′ Stankovich).
All. Cockerill.

BENETTON TREVISO: Williams; Nitoglia, Galon, Garcia (st 3′ Sgarbi), Maddock; Burton, Semenzato; Derbyshire (st 16′ A. Pavanello), Bernabò, Vermaak; Van Zyl (st 3′ Zanni), E. Pavanello; Cittadini (st 32′ Di Santo), Ghiraldini (st 3′ Sbaraglini), Rizzo (st 3′ Fernandez Rouyet). A disp.: Botes, Benvenuti.
All. F. Smith.

MARCATORI: pt 1′ Burton drop; 9′ Flood p.; 17′ Crane meta; 25′ Hamilton meta tr. Flood; 31′ Crane meta tr. Flood; 38′ A. Tuilagi meta tr. Flood; st 2′ Crane meta tr. Flood; 8′ Waldrom meta tr. Flood; 12′ Williams meta tr. Burton; 20′ Sgarbi meta; 31′ Hamilton meta tr. Flood; 38′ M. Tuilagi meta tr. Flood; 40′ Mafi meta. 

ARBITRO: Poite della Federazione Francese.

NOTE:
Cartellini gialli: Cittadini (pt 14′), Bernabò (pt 30′), Slater (st 14′), Sgarbi (st 31′);
Heineken Man of the Match: Crane (Leicester Tigers);
Calciatori: Leicester Tigers (Flood 8/9), Benetton Treviso (Burton 1/2);
Punti in classifica: Leicester Tigers 5, Benetton Treviso 0;
Spettatori: 18.000 circa.

Articolo tratto dal sito web del Treviso.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi