Guinness PRO14 Italia Zebre

Benvenuti, Ellis e gli altri: il mercato delle Zebre secondo il ds Manghi

Scritto da Manuel Zobbio

Tommaso Benvenuti

Zebre, lavori in corso. Di nomi se ne sentono tanti, ma per le ufficialità occorrerà aspettare ancora. Se per molti volti nuovi non c’è che il segreto di Pulcinella, è probabile che alla lunga la franchigia federale riservi qualche sorpresa di mercato. Roberto Manghi cerca di non sbottonarsi troppo ma conferma trattative importanti, come quella che vorrebbe Tommaso Benvenuti in bianconero. <<Ma dipenderà molto dalla qualificazione del Perpignan in Heineken Cup>> dice il direttore sportivo delle Zebre a Rugbymercato.it. Poi svela il mancato arrivo di un All Black. <<Seguivamo Andy Ellis, ma ha rinnovato coi Crusaders>>. In queste righe, Manghi traccia i lineamenti della prossima avventura celtica della compagine parmense.

 

Roberto Manghi, a che punto è il mercato delle Zebre?

<<Stiamo lavorando intensamente. Gli impegni sono tanti, così come le trattative>>.

 

Numericamente che scelte avete fatto? Resterete in 40 o scenderete a 38 giocatori come la Benetton?

<<Vorremmo essere in 38, ma sfortunatamente partiremo con dei giocatori infortunati come nel caso di Paolo Buso. E’ possibile che ci sia qualche giocatore in più>>.

 

Quanto influisce il ct Jacques Brunel nelle scelte di mercato?

<<Brunel dice la sua, dà delle indicazioni. Le Zebre sono nate per dare una possibilità di crescita ai giocatori italiani. Noi l’anno scorso siamo partiti con quindici giocatori provenienti dall’Eccellenza e abbiamo proposto alla ribalta internazionale già 3 o 4 elementi che non erano mai arrivati prima a questo livello. Adesso starà allo staff tecnico mettere in pratica ciò che vuole Brunel>>.

 

Si fanno molti nomi di possibili acquisti sui giornali. Si parla insistentemente di Chistolini, Biagi, Vunisa, Palazzani, Iannone, Toniolatti. Li può confermare?

<<Sì, sono tutti nomi giusti. Chistolini rafforzerà la prima linea, dove andrà via Tripodi che era arrivato l’anno scorso vista la carenza in quel ruolo. Biagi prenderà il posto di Sole. Palazzani è un mediano che viene fuori bene dall’Eccellenza, mentre con Iannone si cercherà di riportarlo al ruolo che ricopriva nelle giovanili azzurre, all’apertura>>.

 

Si sa già che andranno via Halangahu, Sinoti, Sole, Tripodi, Tebaldi. Chi altro c’è in partenza? Martinelli ad esempio?

<<Stiamo valutando la sua situazione, visto che lui aveva solo un anno di contratto con noi e fa parte delle Fiamme Oro. Dobbiamo capire col club se per lui è meglio giocare in Eccellenza, visto che non l’ha mai fatta>>.

 

E Chiesa invece?

<<Chiesa è un ragazzo cui sono legato perché si impegna sempre tanto in allenamento, è un professionista. Solo che bisogna capire dove farlo giocare. Qualcuno l’anno scorso aveva ipotizzato potesse fare l’apertura, ma in Pro12 ha faticato in quel ruolo, non ha l’esperienza giusta. Come primo centro a questo livello non può competere perché ci sono giocatori nello stesso ruolo che pesano molto di più. A secondo centro non può andare perché non ha la velocità per farlo>>.

 

Quartaroli sarà ancora una Zebra?

<<Sì, il suo problema sono gli infortuni. Speriamo riesca a giocare l’anno prossimo>>. (Il centro aquilano ha ancora un anno di contratto coi federali, ndr).

 

Quanto c’è di vero nella trattativa con Tommaso Benvenuti?

<<Sapevamo che non sarebbe rimasto a Treviso e l’abbiamo contattato, anche perché per noi gli italiani sono la prima scelta. Il suo futuro dipende molto dalla finale di Challenge Cup (in programma stasera, 17 maggio, fra Stade Français e Leinster). Se dovessero vincere i parigini, il Perpignan sarebbe fuori dall’Heineken Cup e noi potremmo avere buone possibilità di ingaggiarlo. Se invece il Perpignan, con la sconfitta dello Stade Français, ottenesse l’accesso alla Heineken, penso proprio che Benvenuti firmerà per i catalani. La sua prima scelta rimane quella di andare in Francia>>.

 

Con Mirco Bergamasco invece ci sono stati contatti?

<<Sì, ma niente di più. Dobbiamo rispettare un certo budget>>.

 

Capitolo stranieri: quale mercato state scandagliando?

<<Guardiamo soprattutto a sudafricani e neozelandesi. Cerchiamo gente di alto livello, ci servono due pedine. Chiaramente non posso fare nomi, ma posso dire che eravamo vicini a Andy Ellis, mediano di mischia neozelandese che ha appena rinnovato coi Crusaders>>.

 

Quindi arriverà un mediano?

<<Non lo so. Ellis sarebbe stato ottimo perché ha esperienza e avrebbe aiutato la crescita di Chillon e Palazzani. Sfumato lui, ci orienteremo su centri, estremi e ali>>. (Stefano Di Leonardo)

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi