Italia Serie B

Casale guarda a Mogliano per puntare alla A

Scritto da Manuel Zobbio
Dopo la sconfitta ai playoff contro il Romagna nel maggio del 2011 ed il terzo posto in classifica nella stagione appena conclusa, il Rugby Casale prova per la terza volta consecutiva la scalata verso la Serie A. Un progetto tutto nuovo, affidato al neo tecnico Toppan, proveniente dal direttivo delle giovanili della Benetton, (all’esordio assoluto sulla panchina di una prima squadra) e all’esperto preparatore federale Cossu, che si occuperà del pacchetto di mischia. Confermati il preparatore atletico Codato, i dirigenti Schiavinato e Lazzarini, quest’ultimo, nella duplice veste di dirigente e giocatore, sarà incaricato anche di svolgere il ruolo di video analyst.
Per quanto concerne i giocatori, dovrebbe partire l’estremo Torresan, attirato da un’esperienza nella massima serie italiana col Mogliano. Sul mercato in uscita, anche Federico Gerotto, intenzionato a giocare a livelli più alti. Confermati il mediano di mischia Zappalorto, le terze linee Michieletto e Chiarato e il pilone Baldo. Vicina la riconferma anche del pilone destro Ruffert, cercato dal Paese.
Per quanto riguarda i nuovi arrivi, il ds Vettorello sta lavorando a stretto contatto con Toppan e Lazzarini, per trovare dei giocatori in grado di garantire alla squadra quello spessore tecnico, necessario ad una società con le ambizioni di Serie A. Tanto nomi circolano nell’aria, più o meno improbabili: dai mediani di mischia Jacopo Gobbo (Udine) e Alberto Lucchese (Mogliano), ai tre quarti D’Aloja (Mogliano), Elia Biasuzzi (Udine). Si parla anche di ritorni: il numero 8 Bocchi (San Donà), il flanker Francescutti (Udine). Il ruolo però, più ricercato attualmente è quello di prima linea. Ci sarebbero in questo senso stati dei contatti per Dusan Berisa (Paese) e Ceneda (Mogliano).

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

12 Commenti

  • Bomba di mercato, lucchese conteso oltre dal casale, il paese e montebelluna stanno facendo un grande pressing per avere l?ex promessa della benetton

  • Col ritorno di zappalorto a mogliano lucchese non troverebbe più tanto spazio…giusto andare in una società ambiziosa dove sicuramente potrai giocare di più. Bravo avo buona scelta!!!!

  • ma lucchese xeo queo del bar in centro? dighe che el vae a far spriss va che tanto el xoga na partia all’anno

  • Non è uscito nell’articolo l’autore: Tomas Benetton, a cui va dato il merito di aver scatenato la discussione. Le nostre fonti però lo danno confermato al Mogliano, con Umberto Casellato ancora convinto che lui ed Endrizzi rappresentano due mediani da nazionale, che non cambierebbe per nulla al mondo. Che ne pensate?

  • Con Toppan Casale fa la scelta giusta anche a livello mediatico, il primo tecnico di rugby gay non è da tutti

  • Sono io che ho scritto l’articolo in verità, e francamente non capisco il motivo di questo “rumore”. era un articoletto stimolante e fantasioso anche un pò scherzoso se volete, ma non ha mancato di rispetto a nesusno mi sembra, e non è stato scritto per questo motivo. tant’è che si è usato il condizionale e si parla di “voci” non di verità. ad ogni modo chiedo scusa se qualcuno si è sentito offeso da ciò!

    Luca P

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi