Italia Italia Top 12

Divorzio tra Regan Sue e Viadana

Scritto da Manuel Zobbio

La notizia era nell’aria da tempo: il neozelandese Regan Sue non sarà più l’allenatore del Viadana. A darne l’annuncio lo stesso club giallonero con un comunicato ufficiale

La società Rugby Viadana 1970 s.r.l. s.s.d., al termine dell’annata sportiva 2014-2015,  esprime vivo ringraziamento e sincera gratitudine a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione degli impegni sportivi, in particolare giocatori e staff, in un anno di transizione e, in un certo senso, di rifondazione.
Un particolare apprezzamento va al lavoro svolto dall’allenatore capo Regan Sue,  che ha operato, per quest’anno, secondo un progetto comune e condiviso che mirava, soprattutto, a favorire la maturazione dei giovani e a gettare le basi per impostare gli sviluppi futuri.
In questa direzione si può senz’altro dire che gli scopi prefissati sono stati raggiunti, nonostante la mancata qualificazione ai play off.
Ora la società Rugby Viadana 1970 s.r.l .s.s.d., essendo il contratto giunto alla sua naturale conclusione, ritiene di dover considerare nuove opportunità, in base ai mutati obbiettivi prefissati per il prossimo biennio,  e pertanto che questo imponga di cercare una figura da porre a capo dello staff tecnico che condivida appieno il nuovo progetto.
Si coglie l’occasione per formulare a Regan Sue i più sentiti auguri per un futuro di successi, personali e professionali, che possano confermare le sue qualità di allenatore ma soprattutto di uomo di sport a tutto tondo.

«Dobbiamo dire grazie a Regan – ha quindi aggiunto il dg Fausto Parmigiani parlando con i cronisti – perché ha fatto un buon lavoro e non era facile ripartire aggregando così bene il gruppo. Adesso dobbiamo fare un passo in più, continuando a far crescere i nostri giovani ma anche con l’obiettivo di colmare 0 gap con le prime tre squadre della stagione regolare».

In settimana dovrebbe esserci novità per quanto riguarda il sostituto. Non fa nomi il direttore generale ammettendo solo che ci sono «due o tre ipotesi che matureranno nel giro di una settimana o dieci giorni». Il favorito era Roland De Marigny, ma l’ipotesi sarebbe sfumata in dirittura d’arrivo.

Regan Sue dal canto suo ha invece spiegato:  «Abbiamo qualche idea diversa, ma la discussione che abbiamo avuto nel congedarci è stata amichevole. Ecco, è stata una separazione amichevole. È stata un’ottima esperienza a livello personale e professionale, con un bel gruppo con il quale mi sono divertito molto. Un bilancio? Mi hanno chiesto una stagione tranquilla e abbiamo sfiorato i playoff nonostante fossi alla prima esperienza in Eccellenza. Un paio di società mi hanno chiamato ma potrei anche tornare in Nuova Zelanda dopo 4 anni in Italia». 

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi