Zebre

ESORDIO AMARO PER GLI AIRONI

Un ottimo primo tempo, soprattutto in fase difensiva, non basta ai Montepaschi Aironi per agguantare almeno un punto dalla trasferta di Belfast. Anzi, è l’Ulster che inizia proprio come sognava, ovvero con una vittoria con bonus, il cammino nel girone di Heineken Cup. Che sarebbe stata una partita diversa da quella di un mese fa a Viadana era risaputo, ma per un tempo la gara ha vissuto su un sostanziale equilibrio. Merito di un’attenta difesa degli Aironi, che sui punti d’incontro hanno creato non pochi problemi all’Ulster, recuperando diversi palloni. La pecca, ancora una volta, è stata quella di non sfruttare in attacco questi possessi conquistati con tanto lavoro in difesa. Ancora una volta, infatti, gli Aironi si sono dovuti “accontentare” di due calci di Mercier, che al 18’ aveva addirittura portato avanti i suoi. Nel secondo tempo è uscito l’Ulster, complice una meta beffarda in avvio segnata da Humpreys che ha indirizzato definitivamente la gara da parte irlandese, e la voglia di raggiungere il punto di bonus. Nessuna meta segnata, però, così come accaduto in altre quattro occasioni finora.

PRIMO TEMPO
Il calcio d’inizio di Mercier mette in difficoltà l’Ulster, anche per via del vento che soffia alle spalle degli Aironi. I padroni di casa riescono però ad uscire dai propri 22 difensivi grazie ad un’accelerazione di Paddy Wallace, poi continuano a macinare metri e trovano il calcio di punizione in mezzo ai pali trasformato da Pienaar al 2’. Tre minuti dopo ci vuole tutta la velocità di Demas per andare a recuperare il calcetto di Cave e ricacciare l’Ulster nella propria metà campo. Gli Aironi in questa occasione salgono bene e si conquistano anche una punizione da posizione defilata che Mercier manda in mezzo ai pali per il 3-3. Un pareggio meritato anche per quello che Del Fava e compagni fanno vedere nei minuti successivi, con una difesa attenta nei punti d’incontro che permette di recuperare un paio di palloni e una touche convincente che all’11’ si guadagna una nuova punizione dalla lunga distanza. Questa volta l’ovale calciato da Mercier esce però di poco a lato dei pali. Il calcio del vantaggio lo avrebbe anche Pienaar al 13’ per il fuorigioco fischiato da Chris White a Del Fava, ma il mediano di mischia sudafricano centra incredibilmente il palo da posizione favorevole. E’ un’altra maul degli Aironi a fruttare un nuovo piazzato, sempre sul lato sinistro d’attacco: questa volta Mercier non sbaglia e porta in vantaggio i suoi. Passato in svantaggio, l’Ulster torna a farsi pericoloso e al 21’ Trimble è fermato solo da un in avanti. Dalla mischia che ne segue, però, gli Aironi vengono spinti indietro, i padroni di casa recuperano palla ed è proprio Trimble a finalizzare il lavoro del proprio pacchetto. Pienaar non trasforma, ma l’Ulster è comunque avanti 8-6. Con la partita che corre su un sostanziale equilibrio, poco prima della mezz’ora arriva però il giallo a Bortolami. L’Ulster si piazza subito negli ultimi 5 metri di campo ma la difesa dei Montepaschi Aironi riesce a resistere fino all’ultimo secondo di inferiorità numerica, quando un fuorigioco della linea dà a Pienaar il facile calcio dell’11-6 su cui viene ristabilita la parità di uomini in campo.

SECONDO TEMPO
A inizio ripresa gli Aironi si ripresentano con Canavosio al posto di Tebaldi in regia. L’avvio è promettente, ma al 5’ arriva una meta beffa. Sul rinvio dai 22 di Mercier, Humpries raccoglie e calcia rasoterra verso la bandierina; Nick Williams controlla che la palla entri in area di meta prima di raccoglierla ma sull’ultimo rimbalzo è lo stesso Humpries ad arrivare per primo sull’ovale e schiacciarlo a terra. Sulla spinta della meta l’Ulster si getta in avanti ma gli Aironi dimostrano di avere assorbito immediatamente il colpo recuperando il pallone. Al 18’ Demas si invola e riporta gli Aironi nella metà campo dell’Ulster con il sostegno di Penney; il fuorigioco di Henry vale una punizione che Bocchino (da poco dentro al posto di Mercier) calcia in touche. La rimessa laterale, fin lì molto positiva, si inceppa e permette ai padroni di casa di recuperare l’ovale e di ribaltare il campo. Dopo varie fasi il pallone arriva al largo (ma con un vistoso in avanti) a Danielli che schiaccia nonostante il disperato tentativo di Toniolatti. La quarta meta del bonus sarebbe potuta arrivare poco dopo se Henry non si fosse fatto sfuggire il pallone quando ormai doveva solo schiacciarlo. Il bonus per l’Ulster arriva comunque al 28’. Merito ancora una volta della mischia ordinata nordirlandese che, come in occasione della prima meta, ruba l’introduzione agli Aironi a dieci metri dalla linea di meta; in seconda fase Pienaar parte da solo dalla base della ruck e arriva fino in fondo. Nonostante i 24 punti di distacco, i Montepaschi Aironi hanno il merito di continuare a giocare e di provare ad attaccare fino all’ultimo. Prima Demas viene fermato per un in avanti (passaggio di Bocchino) quando ormai è lanciato uno contro uno, poi allo scadere una lunga serie di pick and go nei pressi della linea di mete viene vanificata da un fallo in ruck.

ULSTER-MONTEPASCHI AIRONI 30-6

Ulster: Smith (st 24’ McIlwane); Trimble, Cave (st 6’ I. Whitten), Wallace (st 35’ Brady), Danielli; Humpreys, Pienaar (st 33’ Marshall); Diack, Henry, Wannenburg (st 26’ Faloon); Barker (st 12’ Tuohy), Muller; Court (st 31’ A. Whitten), Best, Young (st 22’ McAllister). (All. McLoughlin)

Montepaschi Aironi: Demas; Toniolatti, Penney, Pavan (st 24’ Pizarro), Venditti; Mercier (st 12’ Bocchino), Tebaldi (st 1’ Canavosio); Williams, Birchall (st 16’ Cattina), Benatti; Bortolami, Del Fava (st 29’ Liebenberg); Redolfini (st 18’ Perugini), Santamaria (st 22’ Ferraro), Al. De Marchi (st 26’ An. De Marchi). (All. Bernini).

Marcatori: pt 2’ cp Pienaar (3-0), 6’ cp Mercier (3-3), 18’ cp Mercier (3-6), 22’ m Trimble (8-6), 40’ cp Pienaar (11-6); st 5’ m Humpries (16-6), 21’ m Danielli tr Humpreys (23-6), 28’ m Pienaar tr Humpreys (30-6).

Arbitro: White (Ing)
Note – p.t. 11-6.
Gialli: pt 29’ Bortolami.
Calci: Pienaar 2/5 (6 punti), Humpryes 2/2 (4 punti), Mercier 2/3 (6 punti).
Spettatori: 7777.
Man of the match: Diack.
Punti in classifica: Ulster 5, Montepaschi Aironi 0.

Articolo tratto dal sito web degli aironi.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

1 Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi