PiazzaRugby

Europa, il Viadana di Pelizzari sfiora l'impresa

Scritto da Manuel Zobbio

Marco Pelizzari n.8 in touche • 11 gennaio 2013 Amlin Challenge Cup • Viadana vs Grenoble 19-19Italiane male in Heineken Cup, con il Benetton che perde contro il Leicester 19-34 e le Zebre che perdono in trasferta contro il Connacht per 20-3. Altrettanto male sarebbe andata in Amlin Challenge Cup, se non fosse stato per Viadana, a cui è riuscita l’impresa di fermare i francesi del Grenoble. Se lo sentiva Marco Pelizzari: «Domani con  Grenoble voglio vincere», aveva detto, non senza peccare apparentemente di presunzione, il numero 8 giallo-nero, che i francesi li conosce bene per averli affrontati anche l’anno scorso, con I Cavalieri Prato.

Ma ecco allo Zaffanella che il “miracolo” si è quasi compiuto, con i padroni di casa capaci di sfoderare una prestazione impressionante pareggiando 19-19 con la corazzata transalpina, 3 pari il conto delle mete. La partita si apre con due fiammate dei giallo-neri che segnano prima con Kaine Robertson su un calcio a seguire di Khyam Apperley e poi con Gianmarco Amadasi, stavolta su invito al piede di Robertson. Grenoble accorcia le distanze sul finire del primo tempo con una segnatura al largo dell’estremo Nicolas, non trasformata. Primo tempo che si chiude sul 12 a 5. Secondo tempo, nei primi 30 minuti Viadana arranca sotto il ritmo degli ospiti, 2 infatti le mete transalpine: la prima al 58esimo con l’apertura Michillet che trova un varco e segna in mezzo ai pali, al 66esimo è l’estremo Nicolas a trovare la seconda meta personale su suggerimento del mediano di mischia Loree vicino al punto d’incontro a 5 metri dalla meta. Negli ultimi 10 minuti cambia la musica, il pack giallonero domina in lungo e in largo, conquista 3 calci di punizione consecutivi, i 3 quarti spostano il pallone al largo mantenendo il possesso e obbligando gli ospiti al fallo. Touches decisiva a 5 metri: tutti dentro, palla portata giu a due mani, Grenoble fa crollare, si riparte attraverso una serie infinita di pick and go e finalmente è Mirko Monfrino a portare la palla oltre la linea. 19 a 17, tutto lo stadio in piedi ad applaudire il coraggio dei giallo neri ed allo stesso tempo in apprensione per l’ultima trasformazione, decisiva, angolata, parte Keanu Apperley e la spedisce al centro dei pali nel tripudio generale dello stadio.

VIADANA – GRENOBLE 19 – 19 (p.t. 12-5)
Marcatori: 3’ Meta Robertson, 8’ meta Amadasi Tr. Sanchez, 36’ Meta Nicolas, 58’ Meta Michallet Tr. Michallet. 66’ Meta Nicolas Tr. Michallet, 80 Meta Monfrino Trasf. Apperley Keanu.
RUGBY VIADANA: Robertson (71’ Pavan R.); Sintich, Yakopo, G. Pavan; G. Amadasi, Sanchez (53’ Keanu Apperley), Kh. Apperley (61’Bronzini); Pelizzari, And. Denti (56’Moreschi), Moreschi (47’ Monfrino); Van Jaarsveld (47’Padrò), Minari (CAP)(68’Van Jaarsveld); Cagna (41’ Cenedese), Bigi (61’ Denti Antonio), Ryan (79’Greco)
A disposizione: Antonio Denti, Cenedese, Greco, Padrò, Monfrino, Bronzini, Keanu Apperley, Riccardo Pavan
GRENOBLE: Nicolas; Kilioni, Jaouher (capt), Barkley (36’ O’Leary (44’ Caminati), Ninard 63’ Bezy), Michallet, Loree, Faure (57’Alexandre), Vanderglas, Bernard, Hulme (47’Chaplain), Rey, Choirat(57’Goze), Bouchet, Fabro (Dardet) .
A Disposizione: Mutapcic, Dardet, Goze, Chaplain, O’Leary, Caminati, Bezy, Alexandre
Ammonizioni: 37’ Moreschi, 41’ O’Leary
Man Of the Match: Kaine Robertson

Troppo tardiva invece la reazione del Cammi Calvisano, contro i Bucarest Wolves. Subito in vantaggio i bresciani si sono fatti rimontare già nel primo tempo, mentre non è bastato un secondo tempo arrembante per ribaltare il risultato. 11-23 il finale dell’incontro, che ha visto la conferma dall’inizio di Alessio Zdrilich, costretto però ad uscire anzitempo per un brutto colpo ad un fianco, che lo costringerà ad almeno un paio di settimane di stop. I primi esami hanno escluso fratture, ma il colpo è stato molto duro e bisognerà attendere l’ecografia e il riassorbimento del versamento, per un accertamento delle condizioni. Peccato, perché il terza linea bresciano stava disputando un’ottima prova, contro avversari esperti e agguerriti come il n.8 romeno Stelian Burcea.

CAMMI RUGBY CALVISANO v BUCHAREST WOLVES 11-23 (11-23)
Marcatori: 6′ cp Griffen (3-0), 10′ M De Jager (8-0), 17′ cp Vlaicu (8-3), 21′ M Van Herdeen tr Vlaicu (8-10), 24′ cp Vlaicu (8-13), 27′ cp Griffen (11-13), 38′ M Lucaci tr Vlaicu (11-20), 41′ cp Vlaicu (11-23)
CAMMI RUGBY CALVISANO: De Jager, Canavosio (64′ Bergamo), Vilk, Castello (64′ Chiesa), Visentin, Griffen (c), Violi M, Lovotti (73′ Panico), Ferraro (52′ Gavazzi), Romano (52′ Scarsini), Andreotti (41′ Cavalieri), Hehea, Belardo (60′ Beccaris), Zdrilich (25′ Scanferla), Steyn. All. Guidi.
BUCHAREST WOLVES: Fercu, Ionita, Kinikinilau, Gal, Dumitru I., Vlaicu (75′ Wirigi), Surugiu (78′ Caplescu), Pristavita (79′ Badalicescu), Bardasu (57′ Capatana), Tarus (43′ Dumitru), Popirlan, Van Heerden, Lucaci (61′ Lazar), Mitu (77′ Ianus), Burcea (c). A disp. Conache. All. Howells.
Arbitro: Carley (eng), gln: Forley (eng), Copsey (eng)
Cartellini: 45’giallo Cavalieri, 66′ giallo Burcea
Man of the match: Van Heerden (Bucharest)
Note: cielo nuvoloso, campo in buone condizioni

I Cavalieri hanno invece perso per 37-3 contro uno Stade Français fuori portata, facendo comunque meglio di Mogliano, travolto addirittura per 64-7 a Bordeaux di un vecchio amico di PiazzaRugby, l’ex head coach della Leonessa Vincent Etcheto.

STADE FRANCAIS – ESTRA I CAVALIERI PRATO 31-3 (17-0)
Marcatori: p.t. 2’ cp Porical. (3-0); 26’ m Camara tr Porical (10-0), 30‘ m Frou tr Porical (17-0) ; s.t. 54’ cp Falsaperla (17-3), 70’ m Kingi tr Porical (24-3), 76’ m VanZyl tr Porical (31-3)
ESTRA I CAVALIERI: Falsaperla, Tempestini (73’ Lunardi), Manganiello, Von Grumbkow, Souare (70’ Ferrini), Browne (73’ Vezzosi), Patelli, Bernini, Delnevo, Cicchinelli, Nifo (60’ Saccardo), Gerosa (70’ Devodier), Garfagnoli (27’ Coria Marchetti), Lupetti (27’ Giovanchelli), Lombardi (59’ Lombardi). All. Pratichetti
STADE FRANCAIS: Porical, Cocagi (54’ Kingi), Arias, Bosman (62’ Mallet), Camara, Lydon, Daguin, Lyons, Garrault, Lavalla, Wegner (51’ Mostert), van Zyl, Attoub (58’ Taulafo), Van Vuuren, Frou (47’ Zhvania)
Cartellini: Giacomo Bernini giallo al 74’ (Prato)
Calciatori: Browne (Prato) 0/2, Falsaperla (Prato) 1/1, Porical 3/3 (Stade Français)
Note: Serata fredda, 5°, terreno in discrete condizioni, 3000 spettatori ca.
Punti conquistati in classifica: Estra I Cavalieri , Stade Français

BORDEAUX BEGLES vs MARCHIOL MOGLIANO 64 – 7 (21 – 0)
Marcatori: pt. 4′ meta tenica tr. Serin, 9′ meta Lacroix tr. Serin, 15 meta Tauligne tr. Serin. St. 42′ meta Lacroix tr. Serin, 44′ meta Gibouin, 48′ meta Toetu tr. Serin, 55′ meta Lilomaiava, 58′ meta Brousse tr. Saubusse, 67′ meta Tuculet tr. Saubusse, 70′ meta Bacchin tr. Cornwell, 80′ meta Tuculet
BORDEAUX-BEGLES: 15. Joaquim Tuculet, 14. Rafael Carballo, 13. Charles Brousse, 12. Thibault Lacroix, 11. Robert Lilomaiava, 10. Romain Lonca, 9. Baptiste Serin, 8. Marco Tauleigne, 7. Poutasi Luafutu, 6. Gauthier Gibouin, 5. Adam Jaulhac, 4. Cameron Treloar, 3. Patrick Toetu, 2. Benat Auzqui, 1. Jefferson Poirot
a disp.: 16. Jean-Charles Fidinde, 17. Laurent DelBoulbes, 18. Zaza Navrozashvili, 19. Matthew Graham, 20. Louis Madaule, 21. Manu Saubusse, 22. Gilem Queheille, 23. Jean-Baptiste Lamotte. All.: Etcheto
MARCHIOL MOGLIANO: 15 Fadalti, 14 Gazzola, 13 Benvenuti, 12 Boni, 11 Guarducci, 10 Cornwell, 9 Padovani, 8 Swanepoel, 7 Lazzaroni, 6 Ceccato Andrea (Cap.), 5 Maso, 4 Pavanello, 3 Ferrari, 2 Gianesini, 1 Meggetto
a disp.: 16 Ceglie, 17 Appiah, 18 Ravalle, 19 Gega, 20 Halvorsen, 21 Trotta, 22 Bacchin, 23 Galon. All.: Mazzariol, Properzi
arb.: Ian Tempest (England)
gdl: Andrew Small (England), Paul Dix (England)
Cartellini: giallo a Lilomaiava (Bordeaux)
Note: serata non fredda, terreno in perfette condizioni, spettatori 2200 circa
Punti conquistati: Bordeaux-Bègles 5, Mogliano 0

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi