Francia Rugby Internazionale Top 14

Guai in vista per Clermont: Cudmore deciso a portare il club in tribunale

Scritto da Manuel Zobbio

Guai in vista per il Clermont. Secondo quanto riporta Rugbyrama l’ex seconda linea del club Jamie Cudmore ( classe ’78) sarebbe pronta a portare in tribunale la società gialloblu a causa del trattamento ricevuto in campo dai medici del team durante la fase finale della Champions Cup 2014/2015. I fatti risalgono alla semifinale con i Saracens (poi vinta 13 a 9), durante la quale il giocatore subisce un violento colpo alla testa e, nonostante l’intervento in campo dei sanitari, riceve l’ok per continuare il match. Situazione identica si verifica in finale contro Tolone (partita poi persa dal Clermont per 24 a 18). Nei giorni successivi Cudmore inizierà a soffrire di insonnia e problemi di udito. Ed ora, a distanza di anno e dopo aver detto addio al Clermont (oggi infatti il canadese gioca all’Oyonnax) ecco la decisione di intraprendere le vie legali e citare il suo vecchio club. ‘Mi preoccupo per il mio futuro – ha dichiarato il giocatore -. Non voglio arrivare a 65 anni e non ricordarmi più nulla…’.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi