Francia

Guai in vista per Kelleher

Scritto da Manuel Zobbio

Ha preferito non commentare Byron Kelleher, mediano di mischia neozelandese accusato di aver violato le norme della FFR facendo “il procuratore” senza averne però la licenza. L’ex internazionale del Tolosa avrebbe infatti contattato con alcuni All Blacks nel tentativo di portarli nella sua futura squadra, il Bayonne. «Farò un commento più avanti – ha dichiarato martedì ai margini di un allenamento – per il momento la cosa più importante per me è il ritorno alle competizioni e preferisco concentrarmi sul lavoro sul campo». Fuori dallo scorso 4 dicembre per un problema agli adduttori, dovrebbe rientrare infatti sabato, proprio contro Bayonne.

L’Aviron bayonnais nel frattempo si trova al centro della tempesta: le sorti finanziarie del club sono infatti in dubbio dopo che Bernard Laporte e il finanziatore Alain Afflelou hanno deciso di abbandonare il club, in seguito al rifiuto del patron Francis Salagoïty di lasciare a loro le redini della società. Lo stesso Laporte, che non ha escluso un suo possibile ritorno a Bayonne in futuro, ha preso le difese del giocatore, sostenendo che si è solo mosso nell’interesse del club al fine di sondare la disponibilità ad accasarsi in Francia degli ex compagni. La FFR ha aperto però  un’inchiesta nei confronti di Kelleher, il cui arrivo doveva rappresentare un primo passo per il rilancio dei baschi, con una chiara impronta kiwi, dato l’ingaggio di Sione Lauaki e l’interessamento per giocatori come Neemia Tialata e Sitiveni Sivivatu.

Il suo operato è stato però interpretato come un’inaccettabile ingerenza da parte dei rappresentanti degli agenti, secondo cui il giocatore avrebbe cercato di trarre profitto dall’arrivo degli ex compagni. In particolare il terza linea dei Chiefs Colin Burke si sarebbe sentito consigliare di lasciar perdere i propri agenti, al fine di mandare avanti in solitaria la trattativa. Lo stesso agente francese di Tialata e Sivivatu, Nicolas Pironneau, ha spiegato a Midi-Olympique di aver congelato l’operazione di trasferimento, sostenendo che né lui né i suoi assistiti sono intenzionati a lavorare con Bayonne al momento. Il tutto mentre un’inchiesta potrebbe presto avviarsi anche da parte della NZRU.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi