Benetton Treviso

IL TREVISO CONQUISTA UN PUNTO A GALWAY

Sfugge di un soffio il risultato storico di una prima vittoria esterna, arriva invece il primo punto di bonus per la formazione trevigiana.
Parte male, come ormai d’abitudine, il Benetton Treviso. Bastano solo due minuti ai trequarti irlandesi per fare il primo break nella difesa biancoverde e spedire il centro Nathan sotto i pali, con facile trasformazione per Keatley.
Il cecchino prossimo all’approdo a Munster, è in serata di grazia e due minuti più tardi lo dimostra con uno splendido calcio che taglia il campo e porta il gioco nei ventidue trevigiani.
Al 7′ inizia lo scontro isolano tra il samoano Ofisa, autore di una bella penetrazione, ed il figiano Manoa Vosawai, che lo placca alto, meritandosi il cartellino giallo e regalando a Keatley un’occasione d’oro per estendere la leadership.
Al 10′ la difesa ospite viene bucata nuovamente dall’estremo Duffy che, però, non trova supporto, ma riesce comunque a garantire una buona rimessa laterale in attacco per la formazione di Galway.
Dal lancio, gli avanti neroverdi giocano ravvicinati e creano una ruck, dalla quale esce velocemente e senza essere contrastato Frank Murphy. Il mediano di mischia ex Leicester Tigers realizza così la seconda meta personale negli ultimi due incontri allo Sportsground.
La posizione angolata non agevola Keatley nella trasformazione, che viene così fallita ed il risultato resta sul 15-0 per il Connacht.
Un minuto dopo, i Leoni finalmente si affacciano nei ventidue avversari, grazie ad un in avanti del centro Ta’auso, ma clamorosamente la mischia guidata dal tallonatore della nazionale del trifoglio, Sean Cronin, rispedisce indietro gli avanti biancoverdi (biancoblu nell’occasione odierna) e provoca il turn-over.
Treviso, comunque, non demorde nei primi venti minuti e si fa notare soprattutto con il dinamismo del ritrovato Joe Maddock, tra i protagonisti anche al Royal Dublin Society contro il Leinster la settimana scorsa.
Al 21′ la prima grande occasione per Antonio Pavanello e compagni per muovere il punteggio, ma Willem De Waal conferma l’andamento negativo visto a Dublino, fallendo un tentativo di calcio piazzato da circa 35 metri.
Passano solo due minuti e la situazione si ripresenta, ma a parti invertite, con la mischia trevigiana che concede un’altra occasione a Keatley che, nonostante la notevole distanza, non fallisce.
Il Benetton vuole comunque reagire e lo fa pochi istanti dopo con l’ala Michele Sepe, che realizza la prima meta dei suoi che, con la trasformazione di Willem De Waal, porta il risultato sul 18-7.
Il XV della Marca diventa allora inarrestabile, trovando un grande break direttamente uscendo palla in mano da una ruck e realizzando la seconda meta con Vosawai, che si fa perdonare il cartellino giallo precedente. De Waal questa volta fallisce la trasformazione e i Leoni restano a – 6.
Keatley, però, è un’autentica macchina da punti e al 36′ piazza da circa 40 metri il suo undicesimo punto della serata. E si migliora solo due minuti più tardi, grazie al mancato rotolamento del placcatore trevigiano, fissando il parziale della prima frazione di gioco sul 24-12.
Ricomincia nel peggiore dei modi anche il secondo tempo, con Nathan che crea, con un pregevole calcetto, e Tuohy che finalizza al centro dei pali, consentendo l’ennesima trasformazione a Keatley.
Al 10′ Duffy prova a creare altri problemi al Benetton, ma la sua iniziativa è fermata ed il tenuto dà l’occasione a Willem De Waal per portare lo score sul 31-15.
Il mediano di apertura sudafricano si ripete poi al 20′, dopo circa dieci minuti senza grosse emozioni.
Treviso non sembra avere la concentrazione delle giornate migliori e due minuti più tardi, prima la palla viene calciata fuori direttamente, riportando il gioco al limite dei ventidue, e poi i saltatori trevigiani contrastano in aria Swift, concedendo un’altra occasione a Keatley.
Il mediano di apertura, tuttavia, sbaglia il secondo tentativo della sua partita ed il risultato resta sul 31-18 per i padroni di casa.
Il risultato non si muove più e pure le occasioni non sembrano voler arrivare, almeno fino a dieci minuti dalla fine dell’incontro.
Il Benetton inizia a sfruttare il pack più forte, ottenendo diversi calci di punizione a ridosso della linea di meta del Connacht e costingendo anche capitan O’Connor ad immolarsi per la sua squadra, con un cartellino giallo.
La spinta e l’uomo in più portano i Leoni ad ottenere la terza meta, grazie alla penalità ravvisata dall’arbitro Knox. De Waal trasforma per mantenere vive nel finale le possibilità ospiti.
I ragazzi di Franco Smith generano il panico nella difesa avversaria e continuano ad attaccare, pur senza avere il miglior handling e concedendo qualche fallo di troppo nel tentativo di rimonta.
Niente da fare con il Connacht che addormenta gli ultimi minuti e alla fine ottiene vittoria per 31-25 e sorpasso in classifica.

CONNACTH – TREVISO 31 – 25 (p.t. 24-12)

Connacth: Duffy; Tuohy, Ta’auso, Nathan, Carr; Keatley, F. Murphy; Ofisa, O’Connor, Browne; McCarthy, Swift; Hagan (st 21′ Ah You), Cronin, Wilkinson. A disp.: Flavin, Loughney, Upton, Nolan, Willis, Nikora, Matthews. All. Elwood.

Treviso: Williams; Sepe, Galon, Pratichetti (st 21′ Garcia), Maddock; De Waal, Nitoglia; Filippucci (st 21′ E. Pavanello), Vosawai (Derbyshire), Vermaak; Van Zyl, A. Pavanello (Padrò); Cittadini (Di Santo), Sbaraglini, Fernandez Rouyet (Rizzo). A disp.: Ceccato, Marcato. All. Smith.

Marcatori: pt 2′ Nathan meta tr. Keatley; 10′ Keatley p.; 11′ F. Murphy meta; 24′ Keatley p.; 28′ Sepe meta tr. De Waal; 33′ Vosawai meta; 36′ e 38′ Keatley p.; st 7′ Tuohy meta tr. Keatley; 10′ e 20′ De Waal p.; 34′ meta tecnica Benetton Treviso tr. De Waal.

Arbitro: Knox della Federazione Scozzese.

Cartellini gialli: Vosawai (pt 7′), O’Connor (st 31′);
Calciatori: Connacht (Keatley 6/8), Benetton Treviso (De Waal 4/6);
Punti in classifica: Connacht 4, Benetton Treviso 1.
Spettatori: 2500 circa.

Dal sito del Treviso.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi