Benetton Treviso Guinness PRO14 Zebre

Il Treviso si aggiudica il derby di ritorno

Scritto da Manuel Zobbio

Riesce questa volta la vendetta al Benetton Treviso, che nel derby con gli Aironi chiude l’anno nel migliore dei modi con una vittoria, per 37-14, ed il punto di bonus in classifica.
Non parte come una settimana fa il mediano di apertura ospite Orquera, che al 5′ ha la prima occasione di marcare con un piazzato dalla distanza che però centra il palo destro.
Passa solo un minuto e Pizarro crea un break interessante. Dall’azione successiva, palla rapida al largo e fuorigioco della difesa biancoverde. Orquera stavolta non fallisce.
La reazione biancoverde è affidata ad un’azione sull’asse Williams-Padrò con calcio di Burton nello spazio. I Leoni costringono gli Aironi al fallo e arriva il pareggio di Kristopher Burton.
Ancora poco e altra ingenuità della difesa trevigiana che, con un “tenuto”, concede nuovamente un’occasione ad Orquera. Il n. 10 azzurro non fallisce e si va sul 3-6.
Tre minuti ed è Cattina a non rotolare via, dando a Burton l’occasione di pareggiare nuovamente. Calcio preciso, nonostante la distanza, ed è 6-6.
Il Benetton sembra entrare finalmente nel match al 18′ con una bella azione di McLean prima e di Benvenuti poi che porta il XV della Marca vicino alla linea di meta.
Dalla ruck, Tobias Botes finta il passaggio, facendo così salire Tebaldi ed aprendosi un piccolo spazio da esplorare. Il mediano di mischia scivola, ma riesce comunque ad allungarsi oltre la linea per la prima meta di giornata. 13-6 con la trasformazione di Burton.
Al 27′ mischia biancoverde nei ventidue ospiti, bella giocata tra Botes, Burton e Williams che cerca di riciclare all’interno, ma Quartaroli chiude e si va in rimessa laterale. Lancio di Franco Sbaraglini e presa sicura di Alessandro Zanni che non viene placcato e ha così la possibilità di girarsi e arrivare in meta.
Al 32′ calcio piazzato di Orquera per il 20-9 e due minuti più tardi, Treviso resta anche con un uomo in meno per un cartellino giallo comminato a Tommaso Benvenuti. Al 39′ punizione anche per Kris Burton che realizza il 23-9, risultato con cui si conclude la prima frazione di gioco.
Burton avrebbe l’occasione di allungare anche ad inizio ripresa, ma il suo calcio al 4′ è laterale e arriva così il primo errore dell’italoaustraliano. Al 7′ splendida conquista in rimessa di Corniel Van Zyl e bella giocata per Alberto Sgarbi che riesce a riciclare per Williams. Il folletto australiano viene placcato alto a pochi passi dalla meta. Punizione per il Benetton che sceglie la mischia. Mischia che viene ripetuta più volte per falli degli Aironi e alla fine porta ad una giocata tra Padrò, Botes e Sgarbi che incrocia ed impatta a pochi centimetri dalla linea. Dalla ruck, parte palla in mano Franco Sbaraglini che resiste al placcaggio avversario e sembra andare in meta. Mauro Dordolo, Tmo di giornata, conferma. Burton trasforma per il 30-9. Pochi minuti dopo, scintille in campo tra Burton e Masi che reagisce in maniera veemente e rimedia un cartellino giallo.
Non ci mette molto il Benetton a sfruttare la superiorità numerica, insistendo con la mischia avanzante fino a costringere prima linea avversaria e Mauro Bergamasco al fallo che vale la meta tecnica. Quarta marcatura pesante dei Leoni e punto aggiuntivo incassato.
Tanto gioco ed intensità anche nei minuti successivi con Franco Sbaraglini che si guadagna il premio di RaboDirect Man of the match, ma il risultato cambia solo in pieno recupero.
Palla rubata e Pizarro trova il varco giusto, praticamente senza difesa, per la meta della bandiera e per il definitivo 37-14.

BENETTON TREVISO – AIRONI 37-14

Benetton Treviso: McLean; Nitoglia (st 24′ Gori), Benvenuti, Sgarbi, Williams; Burton (st 34′ Di Bernardo), Botes; Barbieri (st 24′ Vosawai), Zanni, Padrò; Van Zyl (st 24′ Bernabò), A. Pavanello (st 34′ Picone); Cittadini (st 24′ Di Santo), Sbaraglini (st 24′ Vidal), Rizzo (st 24′ Fernandez Rouyet). All. Smith.

Aironi: Masi (st 26′ Benettin); Sinoti, Quartaroli, Pizarro, Venditti; Orquera (st 24′ Olivier), Tebaldi (st 29′ Bronzini); Sole, Favaro (st 17′ Bergamasco), Cattina (st 38′ Ferrarini); Bortolami, Geldenhuys; Staibano (st 1′ Redolfini), Santamaria (st 6′ D’Apice), Al. De Marchi (st 38′ An. De Marchi). All. Phillips.

Marcatori: pt 8′ Orquera p.; 11′ Burton p.; 12′ Orquera p.; 15′ Burton p.; 19′ Botes meta tr. Burton; 28′ Zanni meta tr. Burton; 32′ Orquera p.; 39′ Burton p.; st 12′ Sbaraglini meta tr. Burton; 23′ meta tecnica Benetton Treviso tr. Burton; 42′ Pizarro meta.

Arbitro: Pennè della Federazione Italiana.

Note: pt 23-9; cartellino giallo a: Benvenuti (pt 34′), Masi (st 16′), McLean (st 32′); spettatori: 4200 circa; RaboDirect Man of the Match: Franco Sbaraglini (Benetton Treviso); calciatori: Benetton Treviso (Burton 7/6), Aironi (Orquera 3/4; Olivier 0/1); punti in classifica: Benetton Treviso 5, Aironi 0.

Dall’Ufficio Stampa del Treviso

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi