Benetton Treviso Zebre

IL TREVISO VINCE ANCHE IL SECONDO DERBY CELTICO

Doppia vittoria nei due derby celtici per il Benetton Treviso che riesce in una grande rimonta a Viadana contro gli Aironi per molto tempo sembrati in controllo della partita.
Inizia in attacco il Benetton, con una buona azione sull’asse Brendan Williams-Alberto Sgarbi che porta i biancoverdi a rendersi subito pericolosi.
L’azione sfuma, tuttavia, con un tenuto che consente agli Aironi di riportarsi in attacco. Dalla rimessa laterale successiva, il crollo del maul ravvisato dall’arbitro Gauzere viene punito e porta per la prima volta Tebaldi in piazzola.
Il mediano di mischia dei padroni di casa fallisce, però, l’occasione calciando di poco fuori e lasciando così il risultato invariato.
La partita vive per i dieci minuti successivi molto sul piano tattico e nervoso, ma il risultato non fa segnare ancora nessuna modifica.
Il pallino del gioco sembra in mano ai padroni di casa, intenzionati come da pronostico della vigilia, a fare la partita.
La difesa dei Leoni, comunque, si dimostra solida in diverse occasioni e consente ai trequarti di ripartire all’attacco.
Da una iniziativa di Tommaso Benvenuti nasce la prima occasione del Benetton per andare a segnare, ma Tobias Botes fallisce clamorosamente un facile calcio di punizione.
Gli Aironi reagiscono e trovano al 22′ i primi punti dell’incontro con un facile piazzato centrale da circa dieci metri di Tebaldi, concesso per un fallo di Brendan Williams, ammonito anche nell’occasione.
Il Benetton ritorna in parità numerica poco dopo per un cartellino giallo comminato a Toniolatti per placcaggio pericoloso su Botes.
Attacca bene la formazione ospite che gioca nei 22 mantovani ma non trova la meta. Riesce comunque a trovare i tre punti del pareggio con un calcio di Botes.
Al 31′ dopo un bel break di Nitoglia, gli Aironi fermano l’azione e ripartono. Laharrague fa il vuoto e serve Krause con un sospetto passaggio in avanti. Il terza linea ricicla molto bene per Sole che vola in meta, portando i suoi sull’8-3.
Passa solo un minuto e il XV della Marca può addirittura sfruttare una doppia superiorità numerica per il cartellino giallo a Bortolami, ma il maul successivo non frutta alcun risultato.
All’ultimo minuto, un calcio di Botes, scivolato durante l’escuzione, porta il Benetton a -2, con la prima frazione di gioco che si conclude così sull’8-6.
La ripresa inizia con un Benetton pimpante che prova a giocare con Brendan Williams che crea lo spazio per Tommaso Benvenuti, il quale placcato ricicla all’interno per Ludovico Nitoglia.
L’ala riesce a fare un po’ di strada, ma viene placcato a dieci metri dalla meta avversaria e l’azione sfuma per un tenuto.
Gli Aironi replicano solo un minuto più tardi con una bella azione di tutti i trequarti con Marshall che serve Penney, placcato a pochi metri dalla linea biancoverde.
Per sette minuti, poi, si gioca solo in mischia nei cinque metri difensivi dei Leoni che subiscono il colpo della prima linea bianconera.
Gli avanti sono costretti a cedere dopo quattro ripetizioni con chiare difficoltà sul lato sinistro e l’arbitro Gauzere concede una meta di penalità per il 15-6.
Pavanello e compagni provano a reagire, riportandosi subito in attacco, con una bella penetrazione di Vosawai che crea lo spazio al largo, ma il passaggio di Kris Burton non viene ben recepito da Paul Derbyshire.
I biancoverdi sono determinati a rientrare in partita e sfruttano tutta la forza degli avanti per creare un varco a Botes che ricicla all’interno per Van Zyl, bravo a resistere e ad arrivare oltre la linea di meta.
Il sorpasso si completa al 28′ con un calcio piazzato centrale di Burton concesso per fuorigioco di Tebaldi e che porta i Leoni sul 15-16.
A tre minuti dalla fine sembra concretizzarsi l’incubo del Treviso. Brendan Williams incappa nel terzo in avanti consecutivo, ma questa volta con conseguenze negative.
Un suo compagno raccoglie infatti il pallone in posizione di fuorigioco, consentendo a Tebaldi di provare il controsorpasso. L’ovale calciato dal nocetano termina di poco a lato e il risultato non cambia.
All’ultimo secondo, l’estremo tentativo di Laharrague in drop si spegne fuori e non riesce ai padroni di casa il miracolo visto in Heineken Cup contro Biarritz.
Il Benetton si aggiudica così con una grande rimonta una partita molto tesa con il risultato finale di 15-16.

MONTEPASCHI AIRONI – BENETTON TREVISO 15 – 16 (p.t. 8-6)

Aironi: Laharrague; Toniolatti, Penney, Pizarro (st 21′ Pavan), Pratichetti; Marshall, Tebaldi; N. Williams (st 24′ Favaro), Krause, Sole; Geldenhuys, Bortolami (st 23′ Del Fava); Staibano (st 28′ Redolfini), Ongaro (st 31′ Santamaria), Aguero (st 15′ Perugini).
A disp.: Canavosio, Buso.
All. Phillips.

Treviso: B. Williams; Nitoglia (st 34′ De Jager), Sgarbi, Garcia, Benvenuti; Burton, Botes (st 20′ Semenzato); Vosawai (st 21′ Filippucci), Zanni, Derbyshire; Van Zyl, A. Pavanello; Di Santo (st 3′ Cittadini), Ghiraldini (st 20′ Sbaraglini), Fernandez Rouyet (st 3′ Allori).
A disp.: Bernabò, De Waal.
All. Smith.

Marcatori: pt 22′ Tebaldi p.; 27′ Botes p.; 31′ Sole meta; 40′ Botes p.; st 11′ meta tecnica Aironi tr. Tebaldi; 19′ Van Zyl meta tr. Botes; 28′ Burton p..

Arbitro: Gauzere della Federazione Francese.

Cartellini: giallo a B. Williams (21′ pt), Toniolatti (24′ pt), Bortolami (32′ pt);
Man of the match: Ludovico Nitoglia (Benetton Treviso);
Calci: Aironi (Tebaldi 2/5), Benetton Treviso (Botes 3/4, Burton 1/1);
Punti in classifica: Aironi 1, Benetton Treviso 4;
Spettatori: 3500 circa.

Articolo tratto dal sito web del Benetton Treviso.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi