Benetton Treviso

La formazione del Treviso che affronterà gli Ospreys

Scritto da Manuel Zobbio

Dopo tre incontri consecutivi di RaboDirect PRO12, il Benetton Treviso torna ad immergersi in pieno nello spirito della massima competizione continentale per club di rugby: l’Heineken Cup.
Se restano esigue le speranze di una possibile qualificazione alla fase successiva di Coppa Europa o di Amlin Challenge Cup, non manca nei ragazzi di Franco Smith la motivazione per affrontare nel migliore dei modi l’impegno.
La trasferta a Swansea, contro gli Ospreys, si preannuncia come proibitiva, ma mai come quest’anno Antonio Pavanello e compagni sono arrivati ad un passo dallo storico successo ai danni del team gallese.
La franchigia che gioca al Liberty Stadium è, infatti, tra le poche a non essere ancora stata sconfitta dai Leoni nel biennio celtico.
I biancoverdi, però, hanno fatto tremare il team britannico per due volte a Monigo. Prima in RaboDirect PRO12, con una sconfitta di soli 4 punti e poi con il pareggio alla seconda giornata di Heineken Cup.
Un risultato, a dire il vero, addirittura stretto per il XV della Marca, in vantaggio sino all’ultimo minuto e costretto ad abbandonare le speranze di vittoria dal calcio ben calibrato del giovane Morgan.
Per il return match, il tecnico sudafricano ha deciso di mischiare le carte, ma anche di fare di necessità virtù, viste le diverse defezioni dettate da infortuni, influenze e squalifiche.
Brendan Williams ritorna come estremo, con Ludovico Nitoglia ala assieme a Tommaso Iannone sull’altro lato.
Ai centri spazio ancora una volta alla coppia Alberto Sgarbi-Andrea Pratichetti, mentre assieme a Kris Burton in mediana ci sarà Edoardo Gori.
Terza linea formata da Alessandro Zanni, Paul Derbyshire, costretto a rinunciare all’ultimo alla trasferta di Limerick per un attacco febbrile, e Marco Filippucci.
In seconda mancherà capitan Antonio Pavanello, mentre Corniel Van Zyl si accomoda in panchina, con anche Benjamin Vermaak.
La coppia di saltatori sarà così costituita da Valerio Bernabò e Gonzalo Padrò.
Consolidata, invece, la prima linea che ritrova Lorenzo Cittadini assieme a Franco Sbaraglini e Michele Rizzo, chiamato ancora una volta ad assumersi i gradi di capitano.
Un’incombenza che comunque non sembra assolutamente spaventare, ma anzi inorgoglire il metaman di coppa dei trevigiani.
In panchina, i cambi in prima linea saranno Enrico Ceccato, Ignacio Fernandez Rouyet ed Augusto Allori.
Partita particolare per quest’ultimo che, in caso di ingresso in campo, potrebbe festeggiare le 100 presenze con la maglia del Benetton Treviso.
Terzetto di mediani di mischia originali, ma adattabili in diversi ruoli, per i trequarti, invece, con Tobias Botes, Fabio Semenzato e Simon Picone, che vorrà anche riscattare il cartellino rosso, senza tuttavia squalifica, rimediato contro il Munster.
L’incontro sarà diretto dal signor Doyle della Federazione Inglese e verrà trasmesso dall’emittente Sky Sport Italia sul canale Sky Sport 3 – 203 oppure potrà essere seguito live sulle frequenze di Radio VenetoUno – 97.5.

Questa la formazione scelta:

15 Brendan Williams, 14 Ludovico Nitoglia, 13 Alberto Sgarbi, 12 Andrea Pratichetti, 11 Tommaso Iannone, 10 Kristopher Burton, 9 Edoardo Gori, 8 Marco Filippucci, 7 Alessandro Zanni, 6 Paul Derbyshire, 5 Valerio Bernabò, 4 Gonzalo Padrò, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Franco Sbaraglini, 1 Michele Rizzo (capitano).
A disposizione: 16 Enrico Ceccato, 17 Augusto Allori, 18 Ignacio Fernandez Rouyet, 19 Corniel Van Zyl, 20 Benjamin Vermaak, 21 Simon Picone, 22 Fabio Semenzato, 23 Tobias Botes
Head Coach: Franco Smith.

IL XV GALLESE

Un record di vittorie e di imbattibilità da mantenere contro le formazioni italiane e ancora le poche speranze di passaggio del turno, ridotte al lumicino, da tenere vive. Questi sono gli obiettivi della formazione gallese degli Ospreys, che per la terza volta in stagione affronterà il Benetton Treviso, prima di ritrovarsi nuovamente in RaboDirect PRO12 a fine marzo. Inoltre, per il XV britannico anche la necessità di tornare a costruire la fortezza del Liberty Stadium, violato nell’ultimo incontro di Heineken Cup per 13-16 dai Saracens. Da evitare anche lo smacco provato nell’ultima stagione di essere rimasti fuori dai quarti e quindi dalla fase finale della kermesse.

Questa la formazione scelta:

15 Barry Davies, 14 Tommy Bowe, 13 Andrew Bishop, 12 Ashley Beck, 11 Shane Williams, 10 Dan Biggar, 9 Rhys Webb, 8 Joe Bearman, 7 Justin Tipuric (capitano), 6 Tom Smith, 5 Ian Evans, 4 Ian Gough, 3 Adam Jones, 2 Richard Hibbard, 1 Paul James.
A disposizione: 16 Huw Bennett, 17 Ryan Bevington, 18 Aaron Jarvis, 19 Jonathan Thomas/James Goode, 20 George Stowers/Chauncey O’Toole, 21 Kahn Fotuali’i, 22 Matthew Morgan, 23 Tom Isaacs.
Head Coach: Sean Holley.

Dall’Ufficio Stampa del Treviso

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi