PiazzaRugby

L'Aquila blocca le Fiamme Oro, ma dura solo un tempo

Scritto da Manuel Zobbio

Miglioramenti per L’Aquila Rugby Club a Roma, sul campo delle Fiamme Oro: al “Gelsomini” di Ponte Galeria i neroverdi giocano bene per tutta la prima frazione di gioco, ma nella ripresa soffrono la forza della mischia cremisi.

Sotto la pioggia battente che ha caratterizzato tutta la prima frazione di gioco, il XV della Polizia di Stato soffre per quaranta minuti in cui i neroverdi di De Marco riescono a fronteggiare i Cremisi costringendoli ad andare negli spogliatoi con un punteggio da rugby di altri tempi, ma nella ripresa il cuore e il coraggio aquilano nulla possono contro la supremazia delle Fiamme che, al fischio finale, chiudono sul 34 a 3.

Non è stato un match spettacolare, complici soprattutto le condizioni atmosferiche avverse, ma la squadra di coach Presutti ha mostrato alla distanza una superiorità tecnica innegabile, emersa soprattutto in mischia chiusa nei trenta minuti finali, quando Alessio Cocchiaro e compagni di reparto hanno lasciato spazio a forze più fresche, ma forse ancora acerbe per la categoria. Palese a quel punto la differenza in mischia, che ha permesso ai Cremisi di andare per ben quattro volte in meta con la rolling maul.

«Abbiamo riscattato la prova opaca di domenica scorsa con la Lazio che, per come è maturata, ci ha lasciato l’amaro in bocca – ha dichiarato il Direttore sportivo delle Fiamme, Claudio Gaudiello – Oggi ho visto la voglia di questa squadra di far sentire la propria voce in campionato, lasciandosi alle spalle gli incidenti di percorso. Siamo in crescita e il turno di riposo ci permetterà di preparare al meglio la difficile trasferta di San Donà».

Parte bene L’Aquila che si porta in attacco, il punteggio, sotto la pioggia battente di Roma, si sblocca solo al 13′, con un piazzato di Canna. Il match per tutto il primo tempo risente della pioggia battente che non favorisce il gioco alla mano e appesantisce il campo. Per vedere cambiare il punteggio sul tabellone bisogna aspettare quasi la fine dei primi quaranta minuti quando, al 37’, Giulio Forte dalla piazzola risponde ai primi tre punti delle Fiamme, facendo 3 a 3, risultato che chiude il tempo.

Nella ripresa emergono gli avanti delle Fiamme Oro, che nei primi venti minuti – complice l’inferiorità numerica dell’Aquila – realizzano tre mete, tutte in mischia. Viceré, Amenta e ancora Viceré (eletto man of the match) chiudono la partita. Benetti non sbaglia un colpo e il gap diventa fin troppo pesante per i neroverdi di Massimo Di Marco. A tre minuti dalla fine, l’ultima meta (tecnica) procura il punto di bonus alla squadra della polizia di Stato, che vince 34-3.

«Abbiamo giocato un buon primo tempo – dichiara negli spogliatoi l’head coach abruzzese Massimo Di Marco – per noi può essere un punto di partenza positivo. Quello che mi rammarica è che sotto l’aspetto disciplinare, regaliamo le partite agli avversari, giocando in 14. Buoni spunti arrivano da mischia e touche, anche se dobbiamo ovviamente migliorare».

Prima dell’inizio dell’incontro, L’Aquila Rugby è scesa in campo con una t-shirt neroverde sul quale era scritto “06/04/2009 – Il fatto non sussiste”, in riferimento alla sentenza della Corte di Appello dell’Aquila nel processo alla Commissione Grandi Rischi.

Una decisione della società che ha inteso, così, manifestare vicinanza e partecipazione al dolore dei familiari delle vittime del terremoto e di una città intera, ferita e attonita per la decisione del collegio giudicante della Corte d’Appello che ha ribaltato la sentenza di condanna, in primo grado, dei sette membri della Commissione Grandi rischi, riunita a L’Aquila il 31 marzo 2009.

FIAMME ORO – L’AQUILA RUGBY CLUB 34-3 (3-3)

Marcatori. 13′ cp Canna; 37′ cp Forte; 46′ cp Canna; 50′ m Viceré tr Benetti; 53′ m Amenta tr Benetti; 60′ m Viceré tr Benetti; 77′ m tecnica tr Benetti.

FIAMME ORO: Barion, De Gaspari, Di Massimo, Massaro, Bacchetti, Canna, Calabrese (47′ Benetti), Amenta, Vedrani, Favaro, Sutto, Cazzola F., Pettinari (42′ Ceglie), Viceré, Gentili (44′ Cocivera). A disp.: Cerqua, Cazzola A., Marazzi, Forcucci, Thomsen. All.: Presutti.

L’AQUILA RUGBY CLUB: Palmisano, Bonifazi, Erbolini (70′ Ferrini), Forte, Crotti (70′ Panetti), Matzeu, Leone (64′ Speranza), Catelan (64′ Ceccarelli), Lofrese, Gorla, Fiore (70′ Boccardo), Caila, Subrizi (64′ Iovenitti), Cocchiaro (52′ Rettagliata), Milani (52′ Di Roberto). All.: Di Marco

Arb: Schipani (Benevento)

Cartellini: 4′ st giallo Gorla (L’Aquila); 73′ giallo Di Roberto (Fiamme Oro).

Man of the match: Viceré (Fiamme Oro)

Calciatori: Forte (1 /2); Canna (2/3); Benetti (4/4).

Note: Pioggia battente; terreno pesante; spettatori 300 ca.

Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro 5; L’Aquila Rugby Club 0.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi