Italia Serie B

Lecco conferma Insaurralde

Dopo le dimissioni presentate dal presidente Roberto Colli e da alcuni dirigenti all’indomani della chiusura di un campionato che ha visto il Rugby Lecco conquistare il quinto posto (miglior risultato di sempre), in settimana è stato definito il nuovo consiglio direttivo bluceleste. Alla guida del club è stato nominato l’avvocato Stefano Gheza, 43 anni, ex giocatore ed attuale allenatore della squadra femminile, già direttore sportivo del club e vice di Colli negli ultimi mesi.
Vice presidente è stato eletto Carlo Redaelli, mentre nel consiglio entrano anche Alberto Pozzi, Luigi Gnecchi, Antonio Rocca e Fabio Dadati, attuale assessore provinciale al Lavoro e Turismo che ritorna al rugby dopo aver giocato a livello giovanile a Piacenza. Rinnovato anche il consiglio del Valsassina Junior Lecco, dove entrano Giuseppe Tosi, Samuele Castagna, Luigi Zigliotto e Felice Dentoni, con Redaelli alla presidenza e lo stesso Gheza suo vice.

«Sono onorato e felice di intraprendere questa nuova avventura con il Rugby Lecco – ha raccontato Gheza al quotidiano La Provincia che considero una seconda famiglia dopo 30 anni trascorsi insieme, avevo 13 anni quando ho vestito per la prima volta questa maglia. La sfida è importante, vogliamo continuare sulla strada tracciata da chi mi ha preceduto e se possibile fare ancora meglio».

«La società, la prima squadra e le giovanili devono fare un ulteriore salto di qualità. I numeri sono importanti, abbiamo 300 tesserati, tantissimi giovani che stanno crescendo e un settore giovanile che ci invidiano in tanti. Dobbiamo unire le forze e cercare di migliorarci ancora conservando lo spirito originario del nostro sport, di svago, di divertimento, ma soprattutto di crescita e di formazione morale».

«Valorizzeremo sicuramente i nostri talenti, poi vedremo se sarà possibile far rientrare chi dei nostri è andato a provare le categorie maggiori e se ci sarà qualche occasione la valuteremo. Ma ci vorrà ancora un mese per capire queste cose, prima risolviamo i problemi burocratici del passaggio, poi ci buttiamo nella progettazione dell’immediato futuro sportivo».

Conferma in vista per lo staff tecnico. «Nel prossimo consiglio direttivo decideremo, comunque quello attuale ha dimostrato di saper lavorare molto bene e non vedo perché non dargli ancora fiducia». Una dichiarazione che si è trasformata in una vera e propria riconferma per l’argentino Insaurralde leggendo quanto dichiarato dallo stesso Stefano Gheza su Il Giorno: «Il nostro programma è quello di allargare gli orizzonti, quindi consolidare le posizioni nei campionati nei quali siamo presenti e proseguire nella crescita del nostro vivaio. Manterremo una dozzina di squadre, guidate dalle formazioni di B e C, l’attenzione al femminile e al settore propaganda. Avremo sempre oltre duecento persone che ruoteranno attorno alla nostra società tra grandi e piccoli. Manterremo l’attuale staff tecnico, con Daniel Insaurralde e Vinicio Pellegrino che rimangono alla guida delle rispettive squadre».

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi