Rugby Internazionale

L'ITALIA SI ARRENDE AI BABY BLACKS

L’Italia U20 di Andrea Cavinato esce battuta per 7-64 ai Baby Blacks campioni del mondo di categoria in carica nella prima giornata del Junior World Championship “Italy 2011” ma esce a testa alta tra gli applausi del pubblico del Monigo di Treviso, gremito in ogni ordine di posto per il debutto iridato di Leso e compagni.

Gli Azzurrini effettuano oltre duecento placcaggi nel corso degli ottanta minuti, ma devono comunque arrendersi di fronte ad una squadra imbattuta da tre anni a livello giovanile: sostenuti dal pubblico delle grandi occasioni, gli uomini di Cavinato offrono una prestazione fatta di coraggio ed aggressività, ma è chiaro già dal primo quarto d’ora che sarà durissima.

Nei primi quindici minuti, infatti, i Baby Blacks varcano due volte la linea di meta italiana con il loro gioco velocissimo e fisico al tempo stesso, ma l’Italia non rinuncia alla lotta e combatte su ogni pallone: i trequarti neozelandesi producono un incredibile volume di gioco, gli Azzurrini si sacrificano su ogni palla – il numero otto Bocchi, toccato duro, esce prima della mezzora – ma vanno a riposo in svantaggio 0-36.

Il primo quarto d’ora della ripresa, tra l’entusiasmo del pubblico, è però tutto o quasi di marca italiana, con la mischia guidata da capitan Leso che mette in crisi in più di un’occasione il pack neozelandese. Il coraggio italiano viene premiato all’undicesimo del secondo tempo, con Palazzani prima e Cosulich poi che trovano il varco giusto nella difesa avversaria prima di servire l’enfant du pays Michele Visentin che schiaccia in meta facendo diventare il Monigo una bolgia.

Poi la Nuova Zelanda torna a macinare gioco, l’Italia cede ma non si sfalda – quattro le mete tuttenere nella ripresa – e a fine gara, nonostante il passivo di cinquantasette punti, può raccogliere l’applauso e l’abbraccio degli oltre cinquemila sostenitori accorsi allo stadio di Treviso.

Martedì 14, al “Battaglini” di Rovigo (ore 20.10), gli Azzurrini torneranno in campo nel secondo turno del mondiale italiano sfidando l’Argentina, fermata oggi a Padova per 34-8 dal Galles.

Treviso, Stadio Monigo – venerdì 10 giugno 2011

Junior World Championship, I fase, I giornata

Italia v Nuova Zelanda 7-64

Marcatori: p.t. 3’ m. Piutau (0-5); 12’ cp. Anscombe G. (0-8); 14’ m. Scott tr. Anscombe (0-15); 20’ m. Piutau tr. Anscombe (0-22); 30’ m. Luatua tr. Anscombe (0-29); 38’ m. Saili tr. Anscombe G. (0-36); s.t. 11’ m. Visentin tr. Palazzani (7-36); 15’ m. Anscombe G. tr. Anscombe G. (7-43); 22’ m. Sopoaga tr. Anscombe G. (7-50); 29’ m. Perenara tr. Anscombe G. (7-57); 34’ m. Barrett tr. George (7-64)

Italia: Cosulich; Morsellino, Alberghini (21’ st. Calabrese), Menon (26’ st. Gennari), Visentin; Bruni (16’ st. Campagnaro), Palazzani; Bocchi (26’ pt. Riccioli), Ghiraldini E., Brancoli; Mammana, Balsemin (17’-26’ pt., 1’ st. Gerosa); Leso (cap, 26’ st. Cagna), Lupetti (4’ st. Maistri), Quaglio (37’ st. Lupetti)
all. Cavinato

Nuova Zelanda: Piutau (18’ st. Barrett); Scott, Robertson, Sopoaga, Saili; Anscombe G. (31’ st. George), Weber (18’ st. Perenara); Axtens, Cane (31’ st. Bedwell-Curtis), Whitelock (cap); Bird, Luatua (18’ st. Shields); Kainga, Setefano (31’ st. Taylor), Pleasants-Tate (31’ st. Sakalia)
all. Anscombe M.

Cartellini: 3’ st. giallo Pleasants-Tate (Nuova Zelanda)
arb. Hodges (Galles)
Note: terreno in ottime condizioni, serata limpida, 5473 spettatori paganti

Nella conferenza stampa post-partita, nella sala stampa dello Stadio Monigo, il tecnico trevigiano dell’Italia U20 Andrea Cavinato è un fiume in piena e, nonostante la netta sconfitta contro la Nuova Zelanda, non nasconde il proprio orgoglio per la prestazione offerta dagli Azzurrini: “E’ stata una partita molto dura – spiega – dove abbiamo anche provato a giocare e ad impostare nostro gioco. Certo bisogna tenere conto che avevamo contro la Nuova Zelanda che gioca un rugby totale fatto di contrattacchi, recuperi, cambi d’angolo, fisicità. Credo che soprattutto dopo la metà del primo tempo la squadra abbia fatto una grande partita a livello difensivo. Il 36-0 del primo tempo rispetto al finale della partita la dice lunga sulla crescita dei giocatori durante il match e non mi sembra proprio che i neozelandesi abbiano mollato, hanno cambiato molto nel secondo tempo mandando in campo atleti decisi a conquistarsi un posto nel XV titolare e sotto mio punto di vista l’Italia ha fatto un’ottima partita. Certo non sono felice di aver preso sessanta punti, ma dobbiamo renderci conto che oggi la Nuova Zelanda viene da un altro pianeta, noi siamo terrestri. Il pubblico è stato meraviglioso, giocare qui è stato entusiasmante e credo che i ragazzi abbiano vissuto questa cornice in modo intenso ed emotivamente positivo. Hanno risposto andando oltre i propri limiti e aggiungendo qualcosa rispetto a quello che sapevano fare sino a ieri sera”.

Più sintetico capitan Leso: “ Prima della partita c’era di sicuro molta tensione, sapevamo di giocare contro i migliori al mondo, contro la squadra che ha dominato il Mondiale U20 per tre anni consecutivi. Scendere in campo davanti a questo pubblico è stato straordinario. Adesso l’obiettivo rimane la salvezza, ma scenderemo sempre in campo per vincere, per portare a casa ogni risultato”.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

1 Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi