Italia Rugby Internazionale

L'Italia si arrende all'Irlanda

L’Italia lascia il Mondiale neozelandese battuta con un netto 36-6 dall’Irlanda all’Otago Stadium di Dunedin nella quarta, ultima e decisiva giornata della Pool C.

Dura un tempo il sogno di Parisse e compagni di centrare il primo, storico passaggio ai quarti di finale: Azzurri e verdi d’Irlanda vanno a riposo sul 9-6, dopo una prima frazione di gioco scandita dai calci piazzati di O’Gara da una parte e di Mirco Bergamasco – un palo su punizione a pochi minuti dalla fine del primo tempo nega il pareggio a metà gara – dall’altra.

Poi, nella ripresa, con una mischia italiana orfana di Martin Castrogiovanni uscito dopo mezzora per un problema muscolare, la squadra di Declan Kidney mette in mostra la fisicità del proprio pack, una terza linea sontuosa, la solita prova di forza dei propri trequarti.

La meta di capitan O’Driscoll dopo sette minuti della ripresa, cinque minuti dopo il quarto centro di O’Gara, porta i verdi oltre-break e spegne le speranze dell’Italia di Nick Mallett, alla sua ultima uscita sulla panchina italiana.

Quattro minuti dopo è Earls a toccare in meta al largo, chiudendo definitivamente il match e lanciando l’Irlanda verso il primo posto nel girone e verso il derby celtico contro il Galles nei quarti di finale. Ancora di Earls, nel finale, la meta del 36-6 finale.

Domani mattina l’Italia lascerà Dunedin alla volta di Christchurch per iniziare, dopo un mese agli antipodi, il lungo volo verso casa.

Dunedin, Otago Stadium – domenica 2 ottobre 2011

RWC Pool C – IV giornata

Irlanda v Italia 36-6 (p.t. 9-6)

Marcatori: p.t. 6’ cp. O’Gara (3-0); 10’ cp. Bergamasco Mi. (3-3); 17’ cp. O’Gara (6-3); 20’ cp. Bergamasco (6-6); 34’ cp. O’Gara (9-6); s.t. 2’ cp. O’Gara (12-6); 7’ m. O’Driscoll tr. O’Gara (19-6); 11’ m. Earls tr. O’Gara (26-6); 29’ cp. Sexton (29-6); 39’ m. Earls tr. Sexton (36-6)

Irlanda: Kearney; Bowe, O’Driscoll (cap, 33’ st, Trimble), D’Arcy, Earls; O’Gara (27’ st. Sexton), Murray (33’ st. Reddan); Heaslip, O’Brien, Ferris (33’ st. Leamy); O’Connell (18’ st., Ryan), O’Callaghan; Ross, Best R. (13’ st. Cronin), Healy (33’ st. Court)
all. Kidney

Italia: Masi; Benvenuti T., Canale G., Garcia, Bergamasco Mi.; Orquera (1’ st. Bocchino), Semenzato (16’ st. Gori); Parisse (cap, 37’ st. McLean), Bergamasco Ma. (9’ st. Derbyshire), Zanni; Van Zyl (20’ st. Bortolami), Geldenhuys; Castrogiovanni (34’ pt. Lo Cicero), Ghiraldini L. (27’ st. Ongaro), Perugini
all. Mallett

arb. Kaplan (Sudafrica)

Man of the match: O’Brien (Irlanda)

MALLET SALUTA

Il CT dell’Italia Nick Mallett ed il vice-capitano Leonardo Ghiraldini hanno tenuto la conferenza stampa all’Otago Stadium di Dunedin al termine dell’incontro con l’Irlanda di questa sera, mentre capitan Parisse – sottoposto a sutura alla tempia – è intervenuto in zona mista.

Nick Mallett, CT Italia: “L’Irlanda è stata più forte di noi, non c’è molto da dire. Credo abbia fatto una grande partita e abbiamo dovuto lottare per rimanere in partita nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo sentito l’assenza di Castrogiovanni e concesso molte punizioni in mischia ordinata”.

Nick Mallett, CT Italia: “I primi cinque uomini del pack irlandese ed i trequarti hanno giocato bene, non ci hanno messo nella condizione di esprimere il nostro gioco. E’ stata una serata difficile per la mia squadra e sono molto orgoglioso di come abbiamo giocato nel primo tempo. Nel secondo tempo però siamo stati sopraffatti. Contro una squadra come l’Irlanda ogni errore significa una meta”.

Nick Mallett, CT Italia: “Ovviamente mi dispiace lasciare con questa sconfitta, non pensavo che avrebbe potuto essere così pesante. Non voglio parlare del mio lascito nei confronti della Nazionale Italiana Rugby, la storia dirà se sono stato un buon allenatore per gli azzurri o meno”.

Leonardo Ghiraldini, vice-capitano Italia: “E’ stato un primo tempo molto difficile, abbiamo passato troppo tempo nella nostra metà campo senza avere troppe chance per attaccare. Abbiamo dovuto difendere moltissimo e concesso molti turn-overs”.

Sergio Parisse, capitano Italia: “Siamo dispiaciuti per non aver raggiunto il nostro obiettivo. Dobbiamo essere realisti ed ammettere che l’Irlanda è stata una squadra migliore di noi stanotte ed ha giocato un rugby migliore. Purtroppo abbiamo perso Castrogiovanni dopo mezzora, una perdita importante per la nostra mischia e del nostro attacco. Usciamo contro una squadra che può andare lontano”.

Sergio Parisse, capitano Italia: “I giovani della nostra squadra trarranno grande esperienza da questa sconfitta, li aiuterà nella loro maturazione. Dobbiamo essere fieri di quello che abbiamo fatto, ma resta il fatto che non siamo arrivati ai quarti che erano il nostro obiettivo”.

Sergio Parisse, capitano Italia: “E’ difficile trovare le parole giuste, dobbiamo essere uomini e prendere le nostre responsabilità. Nessuno si è tirato indietro ma avevamo di fronte una grande squadra”.

Dall’Ufficio Stampa FIR

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi