Rugby Economy United Rugby Championship Zebre

Melegari: «Debiti? Non scherziamo…»

Scritto da Manuel Zobbio

«Alcuni hanno parlato di crack finanziario, con 3,7 milioni di debiti. Non scherziamo: non c’è nessuno che avanza un euro, come hanno confermato anche i giocatori. Avevamo chiesto un aiuto per i prossimi 2 anni, tra 1 e 2 milioni di euro, pur se restano da chiudere i conti del campionato attuale ma con cifre ben più basse». Torna a parlare Silvano Melegari – questa volta tramite le pagine de La Gazzetta di Mantova – per correggere alcune inesattezze pubblicate dalla stampa nazionale e, per questo, riprese anche da RugbyMercato.

Melegari che ha anche commentato le voci, sempre più insistenti, che vorrebbero una franchigia federale di base a Parma, sostenuta da sponsor come la Barilla e con il sostegno della politica locale. «Barilla, ma anche Parmacotto, Parmigiano Reggiano e Prosciutto crudo di Parma – risponde Melegari – erano marchi sfoggiati dai soci parmigiani poi usciti dagli Aironi. Non ho visto un euro. Se esce adesso allora significa che dietro c’è da tempo un disegno premeditato per far naufragare gli Aironi a vantaggio di Parma».

Ad attaccare apertamente la FIR, ci ha pensato poi l’ormai ex vice-presidente Cesare Barzoni. «Innanzitutto, le dimissioni erano e restano irrevocabili. Quindi il fatto che il Consiglio le abbia respinte è un problema che non si pone nemmeno», ha spiegato allo stesso quotidiano l’avvocato. «Ho passato due anni a cercare di far tenere agli Aironi determinati atteggiamenti in linea con quanto chiesto dalla Fir: a partire dalla costruzione di una franchigia vera e propria e, soprattutto, per far rientrare gli azzurri dall’estero. Melegari chiedeva nient’altro che un riconoscimento tangibile del comportamento in linea con quanto richiesto. E invece gli hanno solo offerto uno staff fantasma che suona come una presa in giro».

«E’ indubbio invece che Treviso ha ricevuto un trattamento diverso rispetto agli Aironi – continua, lamentando una diversità di trattamento – nel passaggio a 2 milioni di contributo per i giocatori dopo averne incassati 1,4 il primo anno a fronte dell’1,8 della franchigia. Poi ha avuto italianizzati due giocatori mentre i giochetti dei ruoli per aggirare i limiti sullo schieramento degli stranieri è stato punito con una multa di qualche centinaio di euro… Ovvio che, davanti a tutto questo, io abbia perso credibilità di fronte a Melegari. Quindi mi sono dimesso e, posso assicurare, che finalmente adesso dormo tranquillo come da due anni non mi accadeva».

Quello che è certo è che a Viadana non ci stanno ad essere tagliati fuori dal torneo, non dopo aver investito ben 12 milioni di euro. Per martedì è atteso un primo passo da parte della Regione Lombardia, forte dei quasi 4 milioni di euro investiti nel progetto Aironi e nelle infrastrutture dello Zaffanella, mentre sempre martedì Melegari ha convocato l’assemblea dei soci del Rugby Viadana tra i quali c’è pure il presidente mantovano di Confindustria Alberto Truzzi, che è anche sponsor degli Aironi.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

2 Commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi