Italia Italia Top 10

Mogliano scatenato, arriva anche Luciano Rodriguez

Scritto da Manuel Zobbio

MOGLIANO – Non si ferma il mercato del Marchiol Mogliano, che continua il progetto di rafforzamento della squadra. La società biancoblù, dopo la partenza di Matt Cornwell, è subito corsa ai ripari cercando un mediano di apertura che potesse degnamente sostituire il forte giocatore inglese ritornato in patria alla corte dei Leicester Tigers. La scelta è ricaduta su Luciano Rodriguez, giocatore che può ricoprire anche il ruolo di estremo. Ottimo attaccante e buono nel gioco al piede, Rodriguez è un giocatore di assoluto livello che vanta due presenze con la Nazionale italiana A e altre con l’Italia Seven. Possiede il doppio passaporto, quello argentino e quello italiano. Dopo un brutto infortunio al ginocchio è tornato quest’anno a giocare con il Cus verona con il quale ha disputato un ottimo campionato. In precedenza, in Italia, debutta a 21 anni con la maglia del San Donà in serie A1, poi sale in Top Ten con Parma. Nel 2010/11 gioca in Eccellenza con il Rugby Roma.

Anche il pacchetto di mischia aggiunge un’altra pedina importante con l’ufficialità dell’acquisto del pilone Massimiliano Ravalle proveniente dal Rovigo. Ravalle è cresciuto nel Cus Catania, e nel 2005 è stato ingaggiato dalla Rugby Parma. Già nazionale Under 20, gioca con l’Italia A la IRB Nations Cup nel giugno 2009. Nel 2009 viene ingaggiato dal Rovigo e qui trova per la prima volta Casellato che lo fa esordire molto presto nella massima serie e con il quale diventa uno dei cardini fondamentali della mischia rodigina. Massimiliano Ravalle racchiude in sé i canoni di un giocatore di prima linea moderno: forte e solido nel pack, abile e scaltro nel gioco aperto. Giovane, promettente, con esperienze già significative nelle rappresentative azzurre, Properzi e Casellato lo hanno voluto a Mogliano per dare maggior peso al tempo stesso mobilità al reparto. “

Umberto Casellato ci spiega i motivi di queste scelte: “Rodriguez ho avuto modo di allenarlo in queste 3 settimane di preparazione con il CIV per la partita contro la nazionale emergenti, è il giocatore che può avere determinate caratteristiche tecniche che cerchiamo da un 10 per fare il nostro gioco, inoltre penso abbia quel desiderio di rivincita dopo essere passato, come molti pari ruolo italiani e equiparati, da un possibile erede di Dominguez a un “brocco”. Lavoreremo con lui per poterlo portare a giocare in Celtic e anche in Nazionale, perché le caratteristiche tecniche e il talento non gli mancano. Non chiedetemi di fare paragoni con Matt, sono tecnicamente diversi, ma penso siano entrambi adatti al nostro sistema di gioco. Luciano poi è un mancino e quindi ci garantisce un’altra opzione di gioco al piede, anche se, come tutti dicono, usare il piede non è una delle nostre priorità! Per quanto riguarda Ravalle, penso sia un giocatore pronto per fare un salto di qualità in mischia chiusa, e con Franchino credo ci siano tutti i presupposti perchè possa riuscirci. L’ho avuto con me a Rovigo quando era appena uscito dalle giovanili ed è anche lui un giocatore con le caratteristiche che si sposano perfettamente con il nostro tipo di gioco. Stiamo procedendo un passo alla volta a rafforzare il telaio che già possediamo e anche se Massimiliano ritorna da un infortunio, contiamo di recuperarlo in breve tempo, ha voglia di giocare, ci siamo sentiti e sono molto contento sia dello spirito con il quale si avvicina a questa avventura sia perchè ritrovo un ragazzo ed un atleta al quale sono particolarmente legato.”

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.