Galles Guinness PRO14 Inghilterra Premiership

Norton-Knight piace ai Dragons

I Newport Gwent Dragons hanno confermato il rientro in Galles del mediano d’apertura Matthew Jones. Già internazionale con il Galles durante il tour negli Stati Uniti del 2005, Jones ha esordito in Celtic League nel 2004 con gli Ospreys, giocando 47 incontri prima di trasferirsi in Guinness Premiership al Worcester di Mike Ruddock, con cui ha disputato 31 gare in due anni e realizzato 121 punti. «Sono contento di unirmi ai Dragons – ha dichiarato Jones nell’intervista di rito – specialmente dopo la stagione che hanno appena terminato. Parlando con i giocatori sembra che vi sia un grande spirito di squadra, brama di migliorare e giocano un tipo di rugby attraente, il che può essere solo positivo per me. Mi sto gustando la sfida con Jason Tovey per la maglia numero 10 e non vedo l’ora di competere in Magners League e in Heineken Cup».

Se l’ingaggio di Jones era nell’aria già da tempo, ha invece del clamoroso l’offerta pervenuta da Newport per San Norton-Knight, l’australiano dei Cardiff Blues che può essere considerato a ragione il flop del campionao 2009/10. Estremamente deludente all’apertura, tanto da vedersi presto preferire il gallese Sweeney, l’australiano sarebbe in cima alla lista dei desideri dei Dragons per tornare a vestire però la maglia numero 15, ma secondo quanto riportato da un portavoce dei Blues avrebbe già rifiutato, preferendo valutare un paio di proposte dalla Francia o, molto più probabilmente, tornare a casa. I Dragons sono infatti alla ricerca di un numero 15 alternativo a Martyn Thomas dallo scorso 23 aprile, quando l’estremo si è fratturato una gamba e dislocato una caviglia. Sebbene Thomas dovrebbe tornare disponibile al massimo entro fine settembre, coach Paul Turners vorrebbe poter fare affidamento su di uno specialista del ruolo, in qualità di sostituto. Per lo stesso Norton-Knigh invece l’approdo al Rodney Parade sarebbe quindi coinciso con il ritorno al ruolo ricoperto con profitto in passato (2 caps nel 2008 con gli Wallabies e Waratahs in finale di Super 14), nonché un modo per riscattarsi dopo una stagione in cui sono emersi tutti i suoi limiti all’apertura e culminata con il taglio.

In casa Ospreys nel frattempo la priorità viene data alla ricerca di un numero 8 che possa sostituire Filo Tiatia, prossimo al ritiro. Il sostituto ideale sarebbe quindi stato individuato in Michael Owen (41 caps), 29 anni, terza linea dei Saracens, ma soprattutto capitano del Galles che ha vinto il Grande Slam nel 2005 e Lions Tourist lo stesso anno. Reduce da un lungo stop in seguito ad un infortunio ad un ginocchio e conseguente intervento chirurgico, l’ex Dragons ha vissuto due stagioni sfortunate a Watford e non è ancora sceso in campo nel corso del 2010, ma dovrebbe ritrovare la forma prima della prossima stagione. Da Swansea gli hanno così proposto un contratto annuale, con la possibilità di restare però al Liberty Stadium una volta recuperato: la tendenza è infatti quella di ridurre ulteriormente il numero di giocatori stranieri e di riportare a casa quanti più talenti possibile, per la gioia di Warren Gatland.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi